Il corso

 

I laureati nei corsi di laurea magistrale della classe LM 50 (Programmazione e gestione dei servizi educativi) dovendo operare nell’area del coordinamento di servizi educativi e socio – assistenziali con il compito di progettare, supervisionare e valutare progetti educativi e riabilitativi, gestire tempi, strumenti, risorse tecniche, umane e finanziarie e presiedere alla qualità, all’innovazione e alla promozione delle attività nel territorio, devono possedere:

  • una solida competenza nelle discipline pedagogiche e metodologico-didattiche, sociologiche, psicologiche ed etiche in materia di servizi alla persona, con eventuali e specifici approfondimenti nell’area dell’integrazione delle persone disabili, della prevenzione del disagio, della marginalità e dell’handicap;
  • una conoscenza approfondita delle problematiche legate alla gestione e allo sviluppo delle risorse umane, delle politiche sociali e del rapporto con il territorio/contesto/ambiente riguardanti i servizi;
  • avanzate conoscenze economiche, giuridiche e politiche relative alla legislazione europea nazionale e regionale sui servizi, alla normativa della loro certificazione di qualità, alle strategie di pianificazione, alla gestione delle informazioni e all’analisi economica e finanziaria dei servizi;
  • una buona padronanza dei principali strumenti informatici e della comunicazione telematica negli ambiti specifici di competenza;
  • il possesso fluente, in forma scritta e orale, di almeno una lingua dell’Unione Europea, oltre l’italiano, con riferimento anche ai lessici disciplinari.

I laureati nei corsi di laurea magistrale della classe LM 85 (Scienze pedagogiche) a completamento e perfezionamento della formazione acquisita nei corsi di laurea triennale, devono possedere:

  • solide e approfondite competenze e conoscenze teoriche e pratiche nelle scienze pedagogiche e dell’educazione e in quelle discipline che, come la filosofia, la storia, la psicologia e la sociologia, da un lato concorrono a definirne l’intero quadro concettuale e, dall’altro, ne favoriscono l’applicazione nei differenti contesti educativi e formativi;
  • un’adeguata padronanza della metodologia di ricerca educativa di natura teoretica, storica, empirica e sperimentale, negli ambienti formali, non formali e informali di formazione;
  • conoscenze approfondite dei diversi aspetti della progettazione educativa (analisi dei bisogni, definizione delle finalità e degli obiettivi generali e specifici, valutazione delle risorse umane, strumentali e strutturali, programmazione, metodologie di intervento, verifica e valutazione) e dei metodi e delle tecniche relative al monitoraggio e alla valutazione degli esiti e dell’impatto sociale di progetti e programmi di intervento;
  • una buona padronanza dei principali strumenti informatici e della comunicazione telematica negli ambiti specifici di competenza;
  • il possesso fluente, in forma scritta e orale, di almeno una lingua dell’Unione Europea, oltre l’italiano, con riferimento anche ai lessici disciplinari.

 Scheda sintetica del Corso (SUA) sul sito MIUR

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar