Medicina e magia

 

In nomine de su Babbu, de su Villu e de su Spiritu Santu, e aicci siara. Is putacciou funti setti, de setti torranta a sesi, de sesi torranta a cinku, de xinku torranta a kuattru, de guattru torranta a tresi, de tresi torranta a dusu, de dusu torrara a unu, de unu torrara a perunu. Santu Milanu tenni marrarois e a kinni skrattsara e a kinni bogara e a kinni segara gustu gutturroni. Po saluri tua siara.

Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo e così sia. Le ghiandole sono sette, da sette tornano a sei, da sei tornano a cinque, da cinque tornano a quattro, da quattro tornano a tre, da tre tornano a due, da due torna a uno, da uno a nessuno. San Gemiliano ha zappatori e, a chi scalza e a chi toglie e a chi taglia questo male. Per la tua salute sia.

Villamassargia, 4.3.1988, UR 220 – USO 176, lato A
Rilevatrice: Anna Luigia Moica
Informatrice: Natalina, nata nel 1922

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar