Mar 162012
 

Rif. 30_12BI

COMMISSIONE EUROPEA

Marie-Curie Actions

La Commissione Europeaha pubblicato gli inviti a presentare proposte nell’ambito del programma di lavoro «Persone» 2012 del Settimo Programma Quadro di azioni di ricerca, sviluppo tecnologico e dimostrazione(2007-2013).

 

Le tipologie di borse sono le seguenti:

 

  1. Borse di studio internazionali per ricercatori che si recano all’estero (Marie Curie International outgoing fellowships for career development) (IOF)

 

L’invito è rivolto ai ricercatori europei  (experienced researchers che possiedono un Phd o con almeno 4 anni d’esperienza nella  ricerca)  e mette loro a disposizione borse di studio  internazionali al fine di ampliare la loro esperienza  attraverso un periodo di lavoro in centri di ricerca situati  al di fuori dell’Unione Europea  e dei paesi  associati, seguito da una fase di reintegrazione nell’istituto di partenza. Quest’azione intende rafforzare la  dimensione internazionale della carriera dei ricercatori europei dando loro l’opportunità di essere formati e di acquisire nuove conoscenze in un’organizzazione di ricerca di elevato livello in un paese terzo.

Successivamente, tali ricercatori torneranno in un’organizzazione di uno Stato Membro o Associato con le conoscenze e l’esperienza acquisite all’esterno. I progetti di mobilità sono individuali e possono essere presentati solo da ricercatori esperti in collaborazione con una organizzazione ospitante di uno Stato Membro/Associato. La loro durata massima è di 3 anni: tra 1 e 2 anni un Paese terzo e 1 anno obbligatorio  di reintegrazione in Europa.

 

 

 

  1. Borse di studio internazionali per ricercatori provenienti dall’estero (Marie Curie international incoming fellowships )( IIF)

 

L’invito mette a disposizione borse di studio rivolte ai ricercatori (experienced researchers che possiedono un Phd o con almeno 4 anni d’esperienza nella ricerca)  non provenienti dai paesi dell’Unione Europea che siano intenzionati a  svolgere un periodo  in Europa,  allo scopo di attivare collaborazioni di ricerca tra Europa e paesi terzi che siano proficue per entrambe le parti. Il progetto di ricerca in Europa in visita può durare da1 a 2 anni. Per i cittadini di un Paese non industrializzato (‘ICPC’), il progetto può includere una fase di rientro nel Paese di origine della durata di 1 anno, ma non più tardi di 6 mesi dopo la fine della precedente fase in un istituto europeo

 

  1. Borse di studio intraeuropee (Marie Curie intra-european fellowships for career development ) ( IEF)

 

L’invito permette ai ricercatori esperti  (experienced researchers che possiedono un Phd o con  almeno  4 anni d’esperienza nella  ricerca)  di ottenere borse studio intraeuropee a sostegno dello sviluppo o la ripresa della loro carriera  attraverso esperienze intrasettoriali che diano  loro competenze aggiuntive. Questa azione finanzia la  formazione e la mobilità transnazionale, per un periodo che può andare dai  12 ai 24 mesi per progetti  individuali presentati da ricercatori esperti provenienti da uno Stato Membro o Stato Associato, in collaborazione con un istituto ospitante di un altro Stato Membro o Associato. L’argomento della ricerca, deciso dal singolo in collaborazione con l’organizzazione ospitante, dovrà tendere a consentire una diversificazione delle competenze e lo sviluppo della carriera del ricercatore nel contesto europeo

 

 

Scadenza:  16 Agosto 2012

 

 

 

 

 

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar