Insegnamenti

 

GI/0021 - DIRITTO E AUTONOMIA DEI PRIVATI

Anno Accademico ​2019/2020

Docente
VALERIA ​CAREDDA (Tit.)
Periodo
Secondo Semestre​
Modalità d'Erogazione
Convenzionale​
Lingua Insegnamento
ITALIANO​



Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[1/31] ​ ​GIURISPRUDENZA [31/00 - Ord. 2017] ​ ​PERCORSO COMUNE648
Obiettivi

Conoscenza e capacità di comprensione: la conoscenza, istituzionale o anche approfondita, di un istituto o settore del diritto civile non è fine a se stessa. L'esame di diritto e autonomia dei privati non serve, infatti, a fornire informazioni su un settore ancora non conosciuto, ma a permettere (o aiutare a permettere) un diverso approccio al fenomeno giuridico. Per questo la scelta del settore che forma oggetto del corso non è essenziale in sé, ma per la sua capacità di sviluppare certe capacità; e la conoscenza del settore prescelto è anch'essa uno strumento che consente di sviluppare: -capacità di individuare gli aspetti problematici e di comprenderne l'importanza; - capacità di impostare la soluzione dei problemi; -conoscenza delle premesse e corretta individuazione delle loro conseguenze (sempre in chiave di soluzione di problemi); - capacità di orientamento sistematico e esame razionale dei temi oggetto del corso.
Sotto questo aspetto: - una conoscenza istituzionale è necessaria ma non sufficiente al conseguimento degli obiettivi; - una conoscenza o comprensione limitata agli aspetti descrittivi non è sufficiente al conseguimento degli obiettivi; - la scelta del tema oggetto del corso non è mai decisiva in quanto strumento per il raggiungimento di fini ulteriori: essa può dipendere dall'importanza sistematica, teorica, pratica dello stesso e dunque dalla sua utilità (idoneità a sviluppare le capacità).
Il corso è volto a favorire il conseguimento di una conoscenza critica del settore dell'autonomia privata e dei suoi strumenti, con particolare attenzione agli aspetti innovativi del tema in oggetto.
Capacità di applicare conoscenza e comprensione: attraverso l'acquisizione di conoscenze e tecniche di argomentazione, si mira alla padronanza del sistema ed all'affinamento delle capacità di indagine e di soluzione di problemi giuridici. Sarà oggetto di cura particolare il costante passaggio dalla premessa teorica all'applicazione pratica, come strumento necessario dell'argomentazione giuridica e della soluzione di problemi applicativi.
Autonomia di giudizio: sviluppare la capacità dello studente di esaminare criticamente i molteplici profili controversi del diritto dei contratti, e di individuare attraverso l'esame delle varie ricostruzioni degli istituti declinate da dottrina e giurisprudenza le possibili soluzioni dei problemi giuridici connessi allo studio della materia.
Abilità comunicative: capacità di comunicare le conoscenze acquisite con chiarezza espositiva e correttezza terminologica. Capacità di prospettare in maniera lineare e consapevole le varie ricostruzioni degli istituti oggetto del corso elaborate da dottrina e giurisprudenza.
Capacità d'apprendimento: sviluppare la capacità dello studente di acquisire una preparazione non limitata alla conoscenza istituzionale della materia, ma caratterizzata da un maggior livello di approfondimento, derivante dall'analisi delle diverse elaborazioni declinate dalla dottrina in ordine agli argomenti oggetto del corso.

Prerequisiti

E' imprescindibile la conoscenza delle istituzioni di diritto privato e la capacità di uso critico del Codice civile e dei testi normativi. E inoltre molto utile il raggiungimento di un livello di maturazione nella carriera dello studente, quale è consentito dall'acquisizione di conoscenze e metodo dipendenti dal superamento di esami non istituzionali. D'accordo con gli studenti frequentanti, il corso potrà concentrarsi su profili di rilevanza privatistica dello sviluppo scientifico e delle nuove tecnologie.

Contenuti

L’insegnamento avrà ad oggetto l’autonomia privata. Dopo le necessarie premesse di carattere generale, l’accento sarà posto sugli aspetti più problematici ed innovativi che caratterizzano il settore. I profili dotati di rilevanza teorica saranno costantemente collegati alle implicazioni pratico applicative (passaggio indispensabile per l’affinamento della sensibilità problematica).

Metodi Didattici

Lezioni frontali, seminari, esercitazioni destinate a casi pratici. Attività tutoriali svolte dal docente, dai ricercatori e cultori della materia. In particolare l'esame dei casi pratici avrà posto anche nelle lezioni frontali; seminari ed esercitazioni saranno dedicati invece essenzialmente a tali aspetti.

Verifica dell'apprendimento

Esami di profitto in forma orale nelle date in calendario. Inoltre, su accordo con gli studenti frequentanti, è possibile il sostenimento di una parte dell'esame attraverso una prova pratica tesa a mettere alla prova le capacità applicative. Tale modalità è subordinata ad un accordo con lo studente frequentante interessato.
Nella formulazione del giudizio finale, troveranno applicazione i seguenti criteri di valutazione:
-) Mancato superamento dell'esame: insufficiente conoscenza degli istituti oggetto del corso;
-) da 18 a 23: presenza di lacune non particolarmente ampie; preparazione non approfondita.
-) da 24 a 27: preparazione abbastanza completa, caratterizzata da linguaggio tecnico adeguato;
-) da 28 a 30: preparazione ottima; linguaggio tecnico puntuale e preciso;
-) 30 e lode: ulteriori qualità della preparazione, desumibili dalla sicurezza dell'esposizione e della capacità di collegamento, dalla sensibilità ai problemi ed altro.

Testi

V. CAREDDA, L'onere Conversazioni sul diritto privato, Cagliari, 2013.
In alternativa:
A. SANTOSUOSSO, Diritto, scienza, nuove tecnologie, II ed., Lavis (TN), 2016. Sono esclusi i seguenti Capitoli/Paragrafi/Sottoparagrafi (*):
- Capitolo I.
- Capitolo II, paragrafi 1; 3; 4.
- Capitolo III, paragrafo 6.
- Capitolo IV, paragrafi 6; 7; 8.
- Capitolo V, sottoparagrafo 1.2 e paragrafo 3.
- Capitolo VII.
- Capitolo VIII.
- Capitolo IX.
- Capitolo X, paragrafo 3.

(*) Precisazione rivolta allo studente per una corretta interpretazione dell'elenco di cui sopra: la menzione di un capitolo, senza che siano specificati i paragrafi/sottoparagrafi, autorizza ad escludere dal programma l'intero capitolo; la specificazione dei singoli paragrafi/sottoparagrafi di un determinato capitolo, autorizza ad escludere dal programma i soli paragrafi/sottoparagrafi menzionati.

In attesa di una nuova edizione di questultimo testo, il suo studio dovrà essere integrato con i seguenti materiali:

-) G. RESTA V. ZENO ZENCOVICH, Volontà e consenso nella fruizione dei servizi di rete, in Riv. trim. dir. proc. civ., 2018, 411 ss.

-) Legge 22 dicembre 2017, n. 219. Norme in materia di consenso informato e di disposizioni anticipate di trattamento.

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar