Programmi

 

32/16/014 - LINGUISTICA APPLICATA

Anno Accademico ​2018/2019

Docente
NICOLETTA ​PUDDU (Tit.)
Periodo
Primo Semestre​
Modalità d'Erogazione
Convenzionale​
Lingua Insegnamento
ITALIANO​



Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[32/16] ​ ​TRADUZIONE SPECIALISTICA DEI TESTI [16/00 - Ord. 2008] ​ ​PERCORSO COMUNE630
Obiettivi

Il corso ha come obiettivi:
Conoscenza e capacità di comprensione
- possedere una conoscenza approfondita delle tematiche di ambito linguistico in prospettiva applicata con particolare riferimento alla corpus linguistics e alla corpus pragmatics

Capacità applicative
- sapere applicare i principi dell'indagine linguistica, con particolare riferimento alla variazione pragmatica, tramite l'utilizzo di vari tipi di corpora
- saper creare un corpus annotato

Autonomia di giudizio
- Essere in grado di formulare una propria valutazione in relazione al dato linguistico sulla base della interpretazione dei informazioni codificate nei corpora, con particolare riferimento al livello pragmatico
- Essere in grado di individuare e raccogliere informazioni aggiuntive, prevalentemente di tipo pragmatico, e saperle codificare correttamente all'interno di un corpus.

Abilità nella comunicazione
- Saper discutere in maniera efficace problemi e soluzioni in relazione alla creazione e all'analisi di corpora con particolare riferimento all'annotazione del livello pragmatico.

Capacità di apprendere
- Avere le capacità di apprendimento che sono necessarie ai fini di un continuo aggiornamento nell'ambito della corpus linguistics e della corpus pragmatics
- Avere la capacità di attingere a diverse fonti bibliografiche relative agli studi di corpus linguistics e corpus pragmatics

Prerequisiti

- Solide conoscenze di linguistica generale e delle lingue di studio.
- Elementi di pragmatica

Contenuti

Corpora e pragmatica
1. Introduzione alla linguistica dei corpora
- Storia della disciplina: dalle concordanze alla corpus linguistics
- Classificazione dei corpora
- I principali corpora per l'italiano e per le lingue straniere di studio
1.2 Interrogazione dei corpora: concordanze e studi sulla frequenza
1.2.1 Concordanze
- Il ruolo del contesto nell’interpretazione degli enunciati
- L’utilizzo dei corpora per lo studio del contesto linguistico
- I concordancer
- Lo studio delle collocazioni
- Collocati
- Colligati
- Preferenza semantica
- Prosodia semantica
- Extended units of meaning
1.2.2 Studi sulla frequenza
- Popolazione
- Distribuzione
- Liste di frequenza
- Tokenizzazione
- Vocabolario e type/token ratio
- Distribuzione del lessico: legge di Zipf
- Frequenze cumulative
- Studio delle parole chiave
1.3 La creazione di un corpus
- Progettazione
- Acquisizione
- Codifica
- Annotazione
- Introduzione all'annotazione XML
- Introduzione ai principali standard di codifica

2. Introduzione alla corpus pragmatics
2.1 Riferimento
- Espressioni referenziali
- Anafora
- Deissi
- Lo studio dei dimostrativi nei corpora
2.2 Struttura informativa
- Topic/comment
- Dato/nuovo
- Focus
- Corpora di parlato per lo studio della struttura informativa
2.3 Rapporto tra espressioni linguistiche e intenzioni comunicative
-Teoria degli atti linguistici
- Inferenze, conseguenze e presupposizioni
- Principio di cooperazione
- Massime conversazionali
- Implicature
- I corpora per lo studio della teoria degli atti linguistici
2.4 Analisi della conversazione
- Mosse comunicative
- Turni
- Simmetria, potere, dominanza
- Cortesia
- I corpora per lo studio della conversazione

Metodi Didattici

Lezioni frontali

Verifica dell'apprendimento

Modalità di esame
Prova scritta

Criteri di attribuzione del voto finale
Le conoscenze e le competenze relative al contenuto del corso vengono valutate tramite domande a risposta aperta in cui lo studente deve dimostrare:
- di conoscere i concetti fondamentali della disciplina.
- di saper applicare le proprie conoscenze anche in prospettiva interlinguistica,
- di saper integrare le conoscenze relative alla conoscenza della linguistica dei corpora e della pragmatica
- di saper elaborare in maniera critica le informazioni relative a testi di varia complessità

La valutazione terrà conto in particolare di:
- capacità descrittive e argomentative;
- scrittura sintatticamente corretta e utilizzo di una terminologia appropriata
- capacità di strutturare un testo scritto

Per superare l'esame, riportare quindi un voto non inferiore a 18/30, lo studente deve dimostrare di aver acquisito una conoscenza sufficiente degli argomenti , una conoscenza base degli argomenti trattati durante in corsi e di essere in grado di trattarne in maniera adeguata.
Per conseguire un punteggio pari a 30/30 e lode, lo studente deve invece dimostrare di aver acquisito una conoscenza eccellente di tutti gli argomenti trattati durante il corso e saperli esporre in maniera articolata e completa.

Testi

Andorno, Cecilia (2005), Che cos’è la pragmatica linguistica, Roma, Carocci
Cresti, Emanuela, Panunzi, Alessandro (2013), Introduzione ai corpora dell’italiano, Bologna, Il Mulino
Letture consigliate per i non frequentanti
Barbera, Manuel (2013), Linguistica dei corpora e linguistica dei corpora italiana. Un’introduzione, Milano, Quasar.

Altre Informazioni

Materiali di supporto verranno forniti nel corso delle lezioni.
Le slide delle lezioni saranno disponibili nella sezione dedicata della piattaforma moodle

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar