Insegnamenti

 

30/36/108 - ANTROPOLOGIA CULTURALE

Anno Accademico ​2016/2017

Docente
TATIANA MARIA ANTONIA ​COSSU (Tit.)
FELICE ​TIRAGALLO
Periodo
Annuale​
Modalità d'Erogazione
Convenzionale​
Lingua Insegnamento




Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[30/36] ​ ​SCIENZE E TECNICHE PSICOLOGICHE [36/00 - Ord. 2012] ​ ​PERCORSO COMUNE860
Obiettivi

MODULO A (Prof. F. Tiragallo)
Conoscere le nozioni antropologiche di cultura, etnocentrismo e relativismo culturale attraverso lo studio delle definizioni e del dibattito critico ad esse relativo.
Conoscere nelle linee dominanti la storia della teoria della disciplina dal XIX secolo ad oggi attraverso i dibattiti sui principali temi di studio e l'analisi di diverse ricerche di campo (etnografia).
Saper impiegare nei modi generali i metodi di indagine antropologica nello studio di specifici contesti socio-politici e nella comprensione di problemi di etnicità.
Essere coscienti interpreti di situazioni di differenza culturale, in riferimento a fenomeni di migrazione, di spopolamento, di valorizzazione di patrimoni culturali locali.
Saper valutare il ruolo del mutamento sociale e delle costruzioni di identità in differenti contingenze culturali


MODULO B (Prof.ssa T. Cossu)
- Conoscere i processi di costruzione socio-culturale della corporeità, la variabilità e complessità delle concezioni di salute, benessere, sofferenza e malattia.
- Conoscere i principali studi antropologici relativi alle tematiche della salute e della malattia.
- Essere in grado di riflettere sulle relazioni fra potere, discriminazioni, disuguaglianza, forme di sofferenza e processi di salute-malattia.
- Essere in grado di utilizzare le metodologie etno-antropologiche nello studio di situazioni di sofferenza e malattia in contesti specifici.

Prerequisiti

Buona conoscenza di base di storia e geografia, conoscenza di elementi basici della storia del colonialismo e della società culturale europea fra '800 e '900.
Interesse alla comprensione delle dinamiche sociali e alla diversità culturale.

Contenuti

MODULO A
Titolo del corso: Culture in polvere. Antropologia e contemporaneità
Gli scopi conoscitivi dell’antropologia e i suoi confini.
Gli oggetti dell’antropologia: la cultura come un tutto; la parentela; l’economia, l’ambiente, l’ecologia; la sfera religiosa; l’organizzazione politica; la ritualità e la performance.
I metodi delle discipline demoetnoantropologiche.
Le logiche del mutamento sociale.
Riflessività e costruzioni di identità.
La materia e l'immaginario nella vita sociale.
I beni culturali e i processi di patrimonializzazione.

Prof.ssa T. Cossu
MODULO B (30 ore): Corpo, sofferenza e salute
- Antropopoiesi e processi di costruzione sociale e culturale del corpo: incorporazione, tecniche e pratiche corporee, habitus, corpo oggettivato, corpo estraniato, agentività.
- Variabilità socio-culturale e politica delle nozioni di sofferenza, salute e malattia, benessere e malessere, normale e anormale/patologico.
- Illness, disease, sickness e altre dimensioni della malattia.
- Sistemi medici plurali: biomedicina, medicine tradizionali, medicina ’popolare’, etnomedicina, medicine non convenzionali.
- Esperienza della malattia e percorsi di guarigione: crisi della presenza e costruzione di senso, narrare l’esperienza di sofferenza, dispositivi di efficacia.
- Corpi e potere: violenza strutturale e sofferenza sociale; malattie e incorporazione della diseguaglianza di genere, sociale ed economica.

Metodi Didattici

Lezioni frontali, slides, filmati, attività seminarali valutabili per l'esame finale. Verifiche a fine lezione del grado di comprensione; discussioni periodiche sui temi presentati.

Verifica dell'apprendimento

Esame orale.
Lo studente deve dimostrare:
- conoscenza dei principali temi del corso, indicati alla voce “Contenuti”, e dei testi adottati;
- capacità di impostare un discorso ordinato che sappia collegare varie tematiche;
- capacità di analisi critica e metodologica.
Caratteri valutativi della prova orale: padronanza espressiva, anche con riferimento al metalinguaggio di una determinata disciplina, capacità di inquadramento dell’argomento anche in senso cronologico e geografico, capacità di elaborazione critica dei concetti, utilizzo di una terminologia appropriata

Testi

MODULO A
1) E. A. Schultz, R. H. Lavenda, Antropologia culturale, Zanichelli, Bologna, 2015 (sono accettate anche edizioni precedenti).
2) Un volume a scelta fra i seguenti:
- P. Clastres, Le società contro lo stato, Feltrinelli, Milano, 1984 e successive edizioni.
- J. Godbout, Lo spirito del dono, Bollati Boringhieri, Torino, 2002.
- A. Appadurai, Modernità in polvere. Dimensioni culturali della globalizzazione, Roma, Meltemi, 2001.
- V. Crapanzano, Tuhami. Ritratto di un uomo del Marocco, Roma, Meltemi, 1995.

Gli studenti frequentanti (almeno 20 ore su 30, le presenze saranno registrate) dovranno portare all'esame ciò che è stato esposto a lezione ed escluderanno dal programma i capitoli 13, 14 e 15 del manuale di E. Schultz e R. Lavenda.

MODULO B (30 ore)
- Giovanni Pizza, Antropologia medica. Saperi, pratiche e politiche del corpo, Roma, Carocci, 2006 (pp. 1-33, 37-46, 75-102, 123-136, 155-168).
- Paul Farmer, Sofferenza e violenza strutturale. Diritti sociali ed economici nell’era globale, in Ivo Quaranta, Antropologia medica. I testi fondamentali, Milano, Raffaello Cortina Editore, 2006, pp. 265-302.
- Umberto Pellecchia, Francesco Zanotelli (a cura di), La cura e il potere. Salute globale, saperi antropologici, azione di cooperazione sanitaria transnazionale, Firenze, Ed.it, 2010 (introduzione e un saggio a scelta).
- Clara Gallini, Incidenti di percorso. Antropologia di una malattia, Nottetempo, Roma 2016.

Altre Informazioni

Dato il carattere introduttivo del corso, la sua frequenza è vivamente consigliata. Eventuali modifiche del programma di esame dovranno essere concordate col docente non meno di trenta giorni prima dalla data dell'appello.

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar