Insegnamenti

 

PROGRAMMI LABORATORI (2020/2021)

Corso di laurea: LM in Psicologia Clinica e di ComunitàLABORATORIO 1 – PERCORSO B;

Anno di corso: I; Numero di CFU acquisibili: 1

Numero di ore: 25

Per un errore materiale che spero sarà corretto al più presto il programma inserito su esse3 non corrisponde al contenuto del laboratorio. A breve sarà disponibile il programma e l’organizzazione del laboratorio che sarà svolto sulla piattaforma eteams

 

Corso di laurea: LM in Psicologia dello Sviluppo e dei Processi Socio-Lavorativi (VO); LABORATORIO PSICOLOGIA DINAMICA/CLINICA- PERCORSO B

Anno di corso: II; Numero di CFU acquisibili: 2

Numero di ore: 15

Per un errore materiale che spero sarà corretto al più presto il programma inserito su esse3 non è corretto.

Di seguito il contenuto del laboratorio che sarà svolto sulla piattaforma eteams. A breve i dettagli dell’organizzazione

Obiettivi formativi. Conoscenza degli aspetti psicodinamici del gruppo dinamico-clinico; specificità del setting; osservazione e analisi di dinamiche di gruppo funzionali/disfunzionali attraverso la visione di filmati e lavori in/di gruppo. Conoscenza delle attività che riguardano la professione dello psicologo in ambito dinamico-clinico (competenze, ambiti d’intervento, codice deontologico).

Prerequisiti

Ai fini della comprensione degli argomenti trattati, sono importanti le conoscenze acquisite nei corsi di Psicologia Dinamica.

Contenuti del corso

Il laboratorio sarà orientato alla conoscenza delle attività che riguardano la professione dello psicologo: competenze, ambiti d’intervento, codice deontologico. Sarà in particolare approfondito il gruppo dinamico-clinico in quanto considerato, sia nella cura che nel lavoro psicosociale, uno dei principali strumenti di lavoro e una delle principali potenzialità dell’intervento dinamico-clinico. Gli studenti saranno coinvolti in esercitazioni di gruppo finalizzati, attraverso la visione di filmati, alla valutazione di dinamiche gruppali funzionali/disfunzionali ed alla riflessione sulle componenti soggettive coinvolte nei processi di valutazione.

Metodi didattici

3 ore: lezione frontale; 12 ore: esercitazione

Sulla base delle condizioni di contesto legate alla pandemia Covid-19, potranno essere previste turnazioni e/o attività sostitutive on-line

Modalità di verifica e di valutazione e criteri di attribuzione del voto finale

La valutazione avverrà nel corso delle esercitazioni e sarà finalizzata a valutare gli studenti in merito a: conoscenza relativa alle competenze e agli ambiti d’intervento della professione; conoscenza delle funzioni del setting; capacità di riflettere sulle componenti implicate nel processo di valutazione delle dinamiche di gruppo.

Testi di riferimento

Aron, L. [1996], Menti che si incontrano, Milano, Cortina, 2004

Cataudella S., Zavattini G.C.[2015], Il Setting, in Amadei G., Cavanna D., Zavattini G.C., [2015] Psicologia dinamica., cap XI, 285-304. Il Mulino

Codice deontologico consultabile sul sito dell’Ordine Nazionale degli Psicologi http://www.psy.it/index.html

Di Maria F. & Lo Verso G. (2002). Gruppi. Metodi e strumenti. Raffaello Cortina

Quaglino G.P. [2004], La Vita Organizzativa. Difese, collusioni e ostilità nelle relazioni di lavoro. Raffaello Cortina

Altre informazioni

Sarà proposta la visione di filmati

 

Corso di laurea: Scienze e Tecniche Psicologiche; LABORATORIO AMBITO DINAMICA/CLINICA

Anno di corso: III; Numero di CFU acquisibili: 1,5

Numero di ore in aula: 11,5; GRUPPO 3 (Gruppi 1 e 2 prof. Carta)

Obiettivi formativi. L’obiettivo generale del laboratorio è quello di favorire un consolidamento delle conoscenze di base attraverso l’acquisizione di alcune competenze relative alla metodologia di valutazione psicodinamica in ambito di intervento e di ricerca. Gli obiettivi si articolano in particolare in:

  • conoscenza dei principali costrutti teorici di riferimento degli interventi dinamico-clinici nell’infanzia e nell’età adulta;
  • conoscenza di risorse e limiti delle metodologie osservative, narrative e auto valutative utilizzate negli interventi dinamico-clinici;
  • competenza nella scelta degli strumenti più adatti alla valutazione delle dinamiche relazionali per fini di ricerca e di intervento.

Prerequisiti 

Sono necessarie, ai fini della comprensione degli argomenti trattati, le conoscenze acquisite nel corso di Psicologia dinamica.

Contenuti del corso 

Il laboratorio sarà suddiviso in due parti. Nella prima parte saranno affrontate le seguenti tematiche:

  • Il significato di “disposizionale” e “situazionale; di “bambino osservato” e “bambino clinico” e di pattern interattivo-comportamentali attuali vs. interiorizzati in relazione ai processi di “mentalizzazione”;
  • La relazione e le differenze tra l’”osservazione” del bambino clinico di Ester Bick e i paradigmi dell’infant research;
  • La teoria dell’attaccamento e la sua operazionalizzazione sullo sfondo della psicoanalisi e dell’etologia;
  • La descrizione di Daniel Stern dello sviluppo dei campi evolutivi in relazione alla clinica e alla formazione del mondo interno.

Nella seconda parte studenti e studentesse saranno impegnati/e in attività pratico-guidate finalizzate a conoscere e comprendere potenzialità e criticità delle differenti metodologie di valutazione, come l’applicazione di criteri di valutazione di interazioni precoci (diadiche e triadiche) videoregistrate;  criteri di valutazione delle narrazioni di interviste semistrutturate; criteri di valutazione di questionari autovalutativi.

Metodi didattici (max 3800 caratteri) 

4 ore di lezione frontale; 7,5 ore di esercitazioni

Sulla base delle condizioni di contesto legate alla pandemia Covid-19, potranno essere previste turnazioni e/o attività sostitutive on-line

Modalità di verifica e di valutazione e criteri di attribuzione del voto finale 

La valutazione avverrà nel corso delle esercitazioni e sarà finalizzata a valutare gli studenti in merito alla capacità di riflettere sulle differenti potenzialità delle metodologie presentate e sulle loro possibili applicazioni empiriche e cliniche.

Testi di riferimento

Simonelli A. & Calvo V. (a cura di), 2002, L’attaccamento: teoria e metodi di valutazione. Carocci editore

Stern, D. (1985) Il Mondo interpersonale del bambino. Bollati Boringhieri.

Kerig P.K. & Lindhal K.M., (2006), Sistemi di codifica per l’osservazione delle relazioni familiari. Franco Angeli

Altre informazioni 

La presentazione degli argomenti teorici sarà supportata dall’utilizzo di slide che verranno messe a disposizione degli studenti al termine del laboratorio. Durante le esercitazioni verranno inoltre utilizzati filmati, protocolli di interviste e questionari self report.

 

PSICODINAMICA DELLA RELAZIONE  (fino all’AA 2019/2020)

Corso di laurea: Scienze e Tecniche PsicologicheAnno di corso: III; Numero di CFU acquisibili: 8

Numero di ore in aula: 60 (Modulo A: 30 ore prof.ssa S. Cataudella;  Modulo B: 30 ore prof.ssa J. Lampis)

Testi di riferimento per l’Anno Accademico 2019/2020

MODULO A

Amadei G, Cavanna D, Zavattini GC (a cura di), (2015), Psicologia dinamica. Il Mulino [limitatamente ai capitoli: 3,4, 7, 8, 9]

Siegel D.J. (2001), La mente relazionale. Neurobiologia dellesperienza interpersonale. Raffello Cortina [limitatamente ai capitoli: 5,6,7 ]

Manzano J, Palacio Espasa F, Zilkha N (2001), Scenari della genitorialità. Raffaello Cortina [limitatamente ai primi due capitoli teorici e un capitolo a scelta per lesemplificazione clinica].

MODULO B

Lampis J, Cacciarru B, Spiga C, (2009), Legami. La coppia, la sua nascita, le sue forme. Roma: Ma.Gi Edizioni (capitolo 1, fino a pag. 62)

Willi, J. (2001), La collusione di coppia. Milano:  Franco Angeli [capitoli: 2, 3, 5, 6].

Gottman, J.S., Gottman, J., M. (2017). Dieci principi per una terapia di coppia efficace. Milano: Franco Angeli (Introduzione e primo capitolo)

PSICODINAMICA DELLA RELAZIONE

Testi di riferimento per l’Anno Accademico 2018/2019 

MODULO A

Lis A, Stella S, Zavattini GC (a cura di), (1999), Manuale di psicologia dinamica. Il Mulino [limitatamente ai capitoli: 5 M Klein, 6 DW Winnocott, 7 H Kohut, 9 WR Bion, 15 D Stern]

Manzano J, Palacio Espasa F, Zilkha N (2001), Scenari della genitorialità. Raffaello Cortina [limitatamente ai primi 8 capitoli; pp:3-111].

MODULO B
Lampis J, Cacciarru B, Spiga C, (2009), Legami. La coppia, la sua nascita, le sue forme. Ma.Gi Edizioni.

Monguzzi F, (2006), La coppia come paziente. Franco Angeli [limitatamente ai primi 3 capitoli: pp 11-116].

 

contatti | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy