Programmi

 

30/44/100 - CORSO MODULARE DI PEDAGOGIA

Anno Accademico ​2021/2022

Docente
SALVATORE ​DEIANA (Tit.)
Periodo
Primo Semestre ​
Modalità d'Erogazione
Convenzionale ​
Lingua Insegnamento
ITALIANO ​



Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[30/44] ​ ​SCIENZE PEDAGOGICHE E DEI SERVIZI EDUCATIVI [44/00 - Ord. 2010] ​ ​PERCORSO COMUNE1060
Obiettivi

1) Individuazione e acquisizione dei contenuti fondamentali di un sapere specificamente pedagogico (comprensione dei concetti e loro padronanza)
2) Individuazione dei caratteri fondamentali della figura professionale del pedagogista e delle relative competenze specifiche, con acquisizione delle stesse ad un livello di generalità;
3) Individuazione delle principali problematiche teoriche connesse alla questione della progettazione educativa e acquisizione di un orientamento di livello generale nella competenza pratica della stessa progettazione.
Più precisamente, implementazione:
a) della conoscenza e della capacità di comprensione delle dinamiche e problematiche relazionali e formative che intercorrono nelle situazioni e contesti di cura educativa;
b) delle attitudini riflessive e della capacità di elaborazione critica di informazioni inerenti le suddette situazioni e contesti di cura educativa:
c) della capacità di formulare un giudizio autonomo orientato all’agire specificamente educativo;
d) delle capacità di comunicazione interpersonale, ivi compresa l’attitudine all’ascolto di sentimenti ed emozioni, così come della capacità di lavoro in gruppo;
e) della capacità di applicare le conoscenze e comprensione di cui sopra nella concreta progettazione, attivazione e gestione delle suddette situazioni e contesti, ponendosi dal punto di vista delle figure con responsabilità educativa e in particolare di quelle professionali;
f) della capacità di riconoscere e di valorizzare i diversi punti di vista dei soggetti coinvolti nelle situazioni e contesti educativi.

Prerequisiti

Non sono richiesti specifici prerequisiti formativi.

Contenuti

Area tematica 1) Il sapere pedagogico (testo di riferimento: Baldacci):
-la metapedagogia, ossia la natura del sapere pedagogico;
-l’epistemologia pedagogica, ossia la struttura del sapere pedagogico;
-l’esperienza educativa e il concetto ordinario di educazione;
-il concetto formale di educazione;
-i concetti empirici delle scienze dell’educazione: trasmissione culturale e apprendimento;
-le categorie regionali della pedagogia:
-la pedagogia normativa, ossia la logica pragmatica dell’educazione:
-la progettazione e i modelli educativi,
-la giustificazione del giudizio educativo;
-finalità e direzioni educative;
-metodologie educative;
-comunicazione e direzioni educative.

Area tematica 2) La figura professionale del pedagogista (testo di riferimento: Deiana):
-riferimenti storici e quadro della formazione universitaria in Italia;
-elementi identificativi della figura professionale;
-i punti di vista delle associazioni professionali;
-esperienze di esercizio della professionalità del pedagogista.

Area tematica 3) La progettazione educativa: problematiche generali ed elementi base di orientamento per la competenza pratica (testi di riferimento: Brandani-Tomisich e Parmigiani-Traverso):
-aspetti ed elementi del piano teorico-metodologico: significato del progettare; progettare in risposta al problema; l’abitudine e la marginalità; la dialettica-i continuum tra quotidiano e emergenza-frontiera, strada e struttura; la supervisione;
-aspetti ed elementi del piano istituzionale: rete di servizi di qualità e approccio partecipativo; responsabilità sociale della pedagogia e sostenibilità dello sviluppo; percorsi di aiuto per i minori; dialettica tra relazione ed istituzione;
-contributi esemplificativi sul piano esperienziale della pratica della progettazione educativa e pedagogica;
-schema per fasi del percorso della progettazione e dell’intervento in ambito educativo e pedagogico;
-linee guida generali per la costruzione di un progetto educativo.

Metodi Didattici

L’attività didattica verrà sviluppata con metodologie plurime, tra cui:
-lezioni frontali;
-discussioni nel gruppo classe;
-incontri e seminari con studiosi di pedagogia e/o professionisti dell’educazione;
-visione di film e video e loro analisi in chiave pedagogica;
-esercitazioni;
-giochi ed esercizi di movimento, piccolo gruppo, ecc.

Verifica dell'apprendimento

La modalità di esame sarà una prova orale. Essa consisterà in una conversazione aperta su almeno due delle tre aree tematiche previste dal corso. Il docente dà inoltre la possibilità di sostenere l’esame indicando una situazione educativa di riferimento, preferibilmente scelta nella lista proposta dal docente entro fine corso, situazione che potrà essere utilizzata nella conversazione d’esame per esemplificare i concetti e la capacità di interpretazione in chiave pedagogica.
I criteri di attribuzione del voto finale saranno:
• padronanza espressiva, anche con riferimento al metalinguaggio della pedagogia;
• capacità di elaborazione critica dei concetti;
• utilizzo di una terminologia appropriata;
• pertinenza delle risposte alle domande formulate dal docente;
• livello di approfondimento dell’analisi e degli argomenti;
• confronto della riflessione personale con i contenuti delle fonti proposte dal docente per la preparazione dell’esame (testi e altri materiali) e con le attività svolte in aula.

Testi

1) BALDACCI M. (2012). Trattato di pedagogia generale. Roma: Carocci;
2) DEIANA S. (a cura di) (2019). Pedagogiste e pedagogisti tra formazione e lavoro. Narrazioni e letture della scena pedagogica universitaria e professionale. Lecce: Pensa MultiMedia;
3) BRANDANI W., TOMISICH M. (2005). La progettazione educativa. Il lavoro sociale nei contesti educativi. Roma: Carocci;
4) PARMIGIANI D., TRAVERSO A. (a cura di) (2012). Progettare l’educazione. Contesti, competenze, esperienze. Milano: FrancoAngeli.

È consuetudine del docente integrare durante il corso i testi adottati con la visione di film e video sui temi in oggetto e con altri materiali relativi ad esperienze educative. Si invitano perciò studenti/esse non frequentanti a contattare il titolare dell’insegnamento all’indirizzo email sdeiana@unica.it , preferibilmente all’inizio del corso e comunque prima di cominciare la preparazione per l’esame e di iscriversi all’appello, in modo da poter essere aggiornati costantemente e con congruo anticipo rispetto all’espletamento dell’esame e poter quindi acquisire in tempo utile questa eventuale ulteriore documentazione.

Altre Informazioni

Il programma si riferisce all'anno accademico 2021/2022.

I giorni e gli orari di ricevimento saranno fissati in prossimità degli orari di lezione. Il docente riceverà nel suo studio, stanza n. 32 del primo piano del corpo centrale della facoltà di Studi Umanistici. Negli altri mesi, si dovrà scrivere all’indirizzo email del docente sdeiana@unica.it per chiedere un appuntamento, indicando tale richiesta nell’oggetto dell’email.
Si ricorda, che presso l'Ateneo di Cagliari è attivo l'Ufficio Disabilità (http://people.unica.it/disabilita/) che, come previsto dalla Legge n.17/99 e compatibilmente con le linee progettuali e le risorse disponibili, su richiesta, consente di realizzare interventi il più possibile personalizzati e rispondenti alle esigenze del singolo studente. Per accogliere, quindi, le esigenze specifiche e poter individualizzare le modalità di studio e verifica, il docente invita a presentarsi presso tale servizio, che rilascerà apposita certificazione. Eventuali altre comunicazioni operative saranno pubblicate sulla pagina web del docente.

contatti | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy