Programmi

 

30/36/119 - PSICOLOGIA DELL'EDUCAZIONE

Anno Accademico ​2019/2020

Docente
MARIA LUISA ​PEDDITZI (Tit.)
Periodo
Primo Semestre ​
Modalità d'Erogazione
Convenzionale ​
Lingua Insegnamento
ITALIANO ​


 ​ ​


Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[30/36] ​ ​SCIENZE E TECNICHE PSICOLOGICHE [36/00 - Ord. 2012] ​ ​PERCORSO COMUNE860
Obiettivi

Obiettivi formativi

A) Conoscenza e comprensione dei presupposti teorici della disciplina, dei suoi temi chiave e dei principali ambiti applicativi.
Conoscenza dei metodi di ricerca in psicologia delleducazione e delle modalità di valutazione degli interventi.

B) Capacità di applicazione delle conoscenze e comprensione degli aspetti metodologico - operativi della disciplina.
Gli studenti devono saper riconoscere i presupposti teorici che sono alla base delle principali tecnologie usate e riflettere in maniera critica sui progetti e sugli interventi che si possono realizzare a scuola. Essi devono conoscere e saper utilizzare alcuni dei principali strumenti standard della disciplina (test, questionari, tecniche di ascolto attivo) e saper applicare le proprie competenze per individuare soluzioni a problemi durante le esercitazioni pratiche guidate.
Infine essi devono saper riconoscere i principali sistemi di valutazione degli interventi riguardanti luso del metodo sperimentale e quasi-sperimentale.

C) Autonomia di giudizio che si manifesta nel comunicare con adeguato vocabolario e nel saper raccogliere e interpretare i dati ritenuti utili alla riflessione sui temi scientifici attuali.

D) Abilità comunicative nel trasmettere in maniera efficace informazioni e idee e nel collaborare alle attività pratiche guidate sia in gruppo e sia in plenaria ai fini del raggiungimento degli obiettivi previsti.

E) Capacità di apprendimento necessarie ai fini di un continuo aggiornamento nell'ambito della psicologia delleducazione, attraverso la la capacità di consultare diverse fonti bibliografiche, sia in italiano e sia in lingua inglese.

Prerequisiti

Prerequisiti:

Gli studenti devono avere le conoscenze di base inerenti la psicologia dello sviluppo.
Propedeuticità: aver sostenuto l'esame di psicologia dello sviluppo.

Contenuti

Contenuti del corso.

Il corso illustra le principali prospettive teoriche e metodologiche in psicologia dell'educazione e analizza i temi chiave della disciplina, soffermandosi in particolare sui fenomeni dell'abbandono scolastico e del bullismo e sul tema dell'orientamento scolastico e professionale a scuola.

Contenuti specifici.

Parte 1 (10 ore di lezione e 5 ore di esercitazione): la psicologia dell'educazione (origini, oggetto di studio, precursori della disciplina e contesti applicativi); il comportamentismo nell'apprendimento dei bambini (rinforzi e punizioni, interventi educativi a scuola, la token economy in classe); il cognitivismo a scuola (metacognizione e strategie di studio); la teoria socio-cognitiva in educazione (apprendimento osservativo, studi su aggressività e autoefficacia); dopo Piaget e Vygotskij (il costruttivismo dopo Piaget, gli approcci post vygotskijani).

Parte 2 (10 ore di lezione e 5 ore di esercitazione):
i temi chiave della disciplina (motivazione scolastica, autoregolazione, metacognizione nel leggere e scrivere testi e in matematica, emozioni a scuola, ascolto e comunicazione nella relazione educativa, abbandono scolastico e bullismo a scuola).

Parte 3 (10 ore di lezione e 5 ore di esercitazione): l'orientamento scolastico e professionale secondo una prospettiva evolutiva (aspetti teorici e metodologici, dimensioni psicologiche, metodi e tecniche di intervento a scuola).

Parte 4 (10 ore di lezione e 5 ore di esercitazione):
la metodologia della ricerca in educazione (la ricerca a scuola, valutazione dell'efficacia degli interventi, disegni di ricerca, la ricerca a soggetto singolo).

Metodi Didattici

Metodi didattici.
Lezioni frontali: circa 40 ore.
Esercitazioni pratiche guidate (analisi di casi, uso di alcuni strumenti, lavori in gruppo, progettazione): circa 20 ore.

Gli obiettivi formativi inerenti le esercitazioni pratiche guidate riguardano soprattutto le capacità di comprensione, applicazione, autonomia, comunicazione e apprendimento riferiti alla programmazione di interventi educativi in specifici contesti e di orientamento scolastico e professionale.

Verifica dell'apprendimento

Modalità di verifica dellapprendimento.

La valutazione dello studente prevede una prova scritta caratterizzata da 4 a 6 domande a risposta aperta in cui vengono proposti dei quesiti inerenti il programma del corso. Tempo di risposta: da un ora a un'ora e mezzo.
Lo studente dovrà dimostrare di aver raggiunto gli obiettivi A (conoscenza e comprensione), B (capacità di applicare conoscenza e comprensione, C (autonomia di giudizio), D (capacità di comunicazione).
Il punteggio della prova d'esame è attribuito mediante un voto espresso in trentesimi.
La partecipazione degli studenti alle esercitazioni pratiche guidate (verificata mediante le firme degli studenti e l'adeguatezza degli elaborati prodotti) consentirà il raggiungimento degli obiettivi applicativi B.
Gli studenti avranno modo di verificare a fine corso la presenza dei loro nomi nell'elenco degli studenti frequentanti pubblicato nella pagina-docente del sito unica.
Gli studenti che non risulteranno aver partecipato ad almeno 2/3 delle esercitazioni pratiche guidate dovranno integrare la loro preparazione con lo studio di alcuni capitoli aggiuntivi tratti dai testi sull'orientamento scolastico e professionale e l'ascolto attivo in educazione e dovranno rispondere a due domande in più in fase di valutazione finale (tempo complessivo 1 ora e mezzo).
Nella valutazione di tutte le prove si considera fondamentale: la conoscenza degli argomenti; la capacità di strutturare un testo scritto; la capacità descrittiva e l'utilizzo di una terminologia appropriata.

Gli STUDENTI ERASMUS dovranno contattare la docente per fissare una prova orale. La prova orale per gli erasmus si tiene dopo aver effettuato la regolare prenotazione online e durante il ricevimento studenti della docente, successivo alla data dello scritto.

Testi

Testi:

1) Ligorio, M.B, Cacciamani, S. (2015). Psicologia dell'Educazione, Carocci, Roma. (capitoli: 1-2-3-5-6-9-11-12).

2) Lafortune, L., Doudin, P.A., Pons F., Hancock R. (2012). Le emozioni a scuola. Riconoscerle, comprenderle e intervenire efficacemente (capitoli: 1-4-5-7).

3) Liverta Sempio, O., Confalonieri, E., Scaratti G. (1999). L'abbandono scolastico. Aspetti culturali, cognitivi, affettivi. Milano: Raffaello Cortina Editore (capitoli: 1 e 2).

4) Menesini E., Nocentini, A., Palladino, B.E. (2017). Prevenire e contrastare il bullismo e il cyberbullismo. Bologna: Il Mulino. (capitolo 1).

5) Celi, F., Fontana D. (2003). Fare ricerca sperimentale a scuola. Una guida per insegnanti e giovani ricercatori, Erickson, Trento (capitoli: 1-2-3-7-9-10).

Gli studenti che non potranno partecipare ad almeno i due terzi delle esercitazioni dovranno presentare anche i seguenti capitoli:

6) Pedditzi, M.L. (2005). L'orientamento educativo: prospettive nella scuola che cambia, CUEC, Cagliari (capitoli 1, 3, 5 e 9).

7) Gordon, T. (2000). Né con le buone, né con le cattive. Bari: La Meridiana Edizioni (da pag. 79 a pag. 136).

Il programma per gli ERASMUS è il seguente:

- Cacciamani, S. Psicologia per linsegnamento. Roma: Carocci.
- Celi, F., Fontana D. (2003). Fare ricerca sperimentale a scuola. Una guida per insegnanti e giovani ricercatori, Erickson, Trento (cap.: 1-2-3-7-9-10).
- Tutte le slides del corso 2018-19 svolto dalla docente.

Altre Informazioni

E richiesta la conoscenza di tutti gli argomenti affrontati a lezione. La docente indicherà in itinere come reperire le slides del corso.

IL PROGRAMMA SI RIFERISCE ALL'ANNO ACCADEMICO 2019-20

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar