Informazioni generali [2019/20]

 

[30/34] ​ ​SCIENZE DELL’EDUCAZIONE E DELLA FORMAZIONE


Facoltà di: STUDI UMANISTICI
Ordinamento: SCIENZE DELL’EDUCAZIONE E DELLA FORMAZIONE​
Durata: 3 ​Anni​
Crediti:  180​
Tipo di Corso: Corso di Laurea triennale
Normativa:  D.M. 270/2004​
Classe di Laurea L-19 – Classe delle lauree in Scienze dell’educazione e della formazione
Sede attività didattiche Cagliari – Università degli Studi​
Plesso di Sa Duchessa, via Is Mirrionis, 1 – Cagliari
Corso a numero programmato N° posti disponibili: 230
N° posti studenti stranieri residenti all’estero: 8
Curriculum/percorso: Ordinamento 2019
Coordinatore: GIOVANNI ​BONAIUTI

 

Requisiti per l’ammissione/Titoli di accesso

Per partecipare alla selezione per l’ammissione al Corso occorre essere in possesso del diploma di scuola secondaria superiore o un titolo ottenuto all’estero che sia dichiarato equipollente secondo i criteri approvati dal Miur.


Conoscenze richieste per l’accesso

Gli studenti che intendano immatricolarsi al Corso di Laurea devono possedere un diploma di istruzione superiore di secondo grado secondo quanto stabilito dalle norme vigenti o altro titolo di studio conseguito all’estero, riconosciuto idoneo. Sono richieste un’adeguata preparazione culturale di base; una buona conoscenza della lingua italiana e delle sue strutture, il possesso di un lessico di base in ambito pedagogico, filosofico e psicologico; competenze scientifiche e logico-matematiche; la conoscenza a livello B1 della lingua inglese oltre alle capacità di ragionamento, di analisi, di sintesi e di autonomia nei processi di apprendimento che si conseguono nella formazione della scuola secondaria.
Tali conoscenze sono verificate mediante la definizione di una votazione minima nel test di accesso al CdS, che è a numero programmato. Agli studenti ammessi al corso con una votazione inferiore alla prefissata votazione minima definita per ogni area, verrà assegnato un debito formativo e offerto un percorso aggiuntivo di riallineamento. L’iscrizione al secondo anno è subordinata ai risultati dell’accertamento del superamento del debito formativo riscontrato così come specificato nel Regolamento Didattico del Corso.


Iscrizione al Corso

Il bando di selezione e le modalità di iscrizione sono disponibili sul sito web della Facoltà

Informazioni sulle iscrizioni possono essere richieste a:

Ufficio orientamento via Is Mirrionis 1 (loc. Sa Duchessa) – 09127 Cagliari

Aula 4, Piano Terra – Edificio Centraletel. 070 675.7304

sito web: http://facolta.unica.it/studiumanistici/servizi-studenti/orientamento/

e-mail: orientaform@unica.it

Segreteria studenti Via Trentino (loc. Sa Duchessa) – 09127 Cagliari

tel. 070.675.7459 – fax 070.283632

sito web: http://facolta.unica.it/studiumanistici/chi-siamo/organizzazione/segreteria-studenti/

e-mail: segrstud_cds_scform@amm.unica.it

 

Date e Scadenze

Corso a numero programmato. Test di accesso: 16 settembre 2019

Leggi il Manifesto generale degli studi


Informazioni generali sul Corso

Il Corso, di durata triennale, ha un numero programmato a livello locale di 230 posti (la graduatoria di merito viene formulata in base all’esito di un test di ammissione) e prevede, oltre agli insegnamenti, anche attività laboratoriali e due tirocini formativi esterni da svolgersi in istituzioni ed enti convenzionati che operano sul territorio in ambiti connessi alla qualifica professionale, uno dei quali da svolgersi obbligatoriamente in strutture educative per l’infanzia (0-3 anni). La lingua ufficiale del Corso è l’italiano, ma la formazione è completata dallo studio della lingua inglese. Sono inoltre incoraggiati soggiorni presso università estere, nel quadro degli accordi internazionali che l’Ateneo e il Corso sono costantemente impegnati ad incrementare.


Obiettivi e sbocchi occupazionali

Il Corso di Studio in Scienze dell’educazione e della formazione, in linea con gli obiettivi formativi della classe delle lauree L-19 ha l’obiettivo di far acquisire una solida preparazione in ambito pedagogico; fornire gli strumenti per padroneggiare la terminologia e le metodologie di ricerca delle scienze dell’educazione; sviluppare la capacità di elaborare, realizzare, gestire e valutare progetti educativi; favorire l’inserimento in attività professionali nei diversi campi dell’educazione e della formazione (dalla prima infanzia all’età adulta); permettere l’accesso a Corsi di Perfezionamento, Master di primo livello e ai Corsi di laurea magistrale in particolare quelli dell’area pedagogica (LM-50; LM-85) relativamente ai quali garantisce la piena acquisizione dei requisiti di accesso.

Il corso opera per consentire al laureato di svolgere in autonomia e responsabilità – grazie alle conoscenze teoriche, ai dispositivi concettuali, metodologici e tecnologico-educativi acquisiti – compiti connessi alla progettazione, programmazione, gestione, monitoraggio e valutazione di interventi educativi e formativi a favore di persone e gruppi nei contesti formali, non formali e informali.

Il titolo conseguito con la laurea è valido ai fini della qualifica necessaria all’esercizio della professione dell’educatore professionale socio-pedagogico (L. 205/2017, commi 594-601) e a quella di educatore dei servizi educativi per l’infanzia (D.L. 65/2017, art. 14, comma 3). Entrambi i profili professionali rientrano tra quelli previste nel 6° livello del Quadro Europeo delle Qualifiche (EQF).

1. Educatore dei servizi educativi per l’infanzia (ai sensi del D.L. 65/2017, art. 14, comma 3 – D.M.378/2018)

L’educatore dei servizi educativi per l’infanzia, ai sensi del Decreto Legislativo 13 aprile 2017, n. 65, progetta, realizza e valuta (anche in collaborazione con altre figure professionali) iniziative finalizzate: alla cura ed educazione di bambini da 0 a 3 anni; allo sviluppo psicomotorio, affettivo, relazionale dei bambini e del loro benessere complessivo; all’accoglienza e collaborazione con le famiglie; al sostegno alla genitorialità ed all’inclusione sociale.
Sbocchi occupazionali: l’educatore dei servizi educativi per l’infanzia potrà svolgere la sue funzioni professionali nei nidi d’infanzia, nei micro-nidi, nelle sezioni primavera e nei servizi integrativi per l’infanzia (spazi gioco, centri per bambini e famiglie, servizi educativi in contesto domiciliare così come previsto dall’Art.2, Comma 3 del D.L. 65/2017). Inoltre, in quanto laureato in Scienze dell’educazione e della formazione, potrà spendere la propria professionalità nei diversi contesti educativi in cui è prevista la figura dell’educatore professionale socio-pedagogico.

2. Educatore professionale socio-pedagogico (ai sensi della L.205/2017, art. 1, commi 594-600)

L’educatore professionale socio-pedagogico, figura professionale riconosciuta dalla Legge del 27 dicembre 2017, n. 205, art. 1, commi 594-600, opera nell’ambito educativo e formativo in rapporto a qualsiasi attività svolta in modo formale, non formale e informale, nelle varie fasi della vita, in una prospettiva di crescita personale e sociale, secondo le definizioni contenute nell’articolo 2 del Decreto Legislativo 16 gennaio 2013, n. 13, perseguendo gli obiettivi della Strategia europea deliberata dal Consiglio europeo di Lisbona del 23 e 24 marzo 2000. In particolare, tale figura professionale svolge funzioni intellettuali con proprie autonomia scientifica e responsabilità deontologica, con l’uso di strumenti conoscitivi specifici di tipo teorico e metodologico, per la progettazione, programmazione, gestione, monitoraggio e valutazione degli interventi educativi, indirizzati alla persona e ai gruppi.

Sbocchi occupazionali: l’educatore professionale socio-pedagogico opera nei servizi e nei presidi socio-educativi e socio-assistenziali, nei confronti di persone di ogni età, prioritariamente nei seguenti ambiti:

  • educativo e formativo (servizi educativi e formativi per ogni tipologia di utenza);
  • scolastico (attività di educatore professionale);
  • socio-assistenziale (limitatamente agli aspetti socio-educativi quali servizi residenziali, domiciliari, territoriali quali le comunità infantili e per minori, le comunità per persone affette da dipendenza da sostanze e/o attività, i centri di accoglienza per migranti, le comunità per persone con disabilità e per anziani);
  • della genitorialità e della famiglia (consultori familiari e servizi per il sostegno alla genitorialità);
  • culturale (centri di aggregazione giovanile, biblioteche, mediateche, musei, ecc.);
  • giudiziario (carceri, comunità di recupero e centri di accoglienza per detenuti ed ex-detenuti);
  • ambientale (parchi, ecomusei, fattorie didattiche, agenzie per l’ambiente, ecc.);
  • sportivo e motorio;
  • dell’integrazione e della cooperazione internazionale.

Ulteriori informazioni

Per ulteriori informazioni sulle modalità di accesso, sull’organizzazione del corso e calendario didattico, sulle tipologie della attività formative, sulle modalità di abbreviazione di carriera, riconoscimento, crediti, sulle verifiche di profitto e sulla prova finale per il conseguimento del titolo si consulti il regolamento didattico 2019/2020.

Relativamente agli insegnamenti previsti si consulti invece il piano di studi 2019/2020

Scheda sintetica del Corso (SUA) sul sito MIUR

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar