Programmi

 

SF/0005 - SCIENZE NATURALI E AMBIENTALI

Anno Accademico ​2019/2020

Docente
GIUSEPPE ​FENU (Tit.)
Periodo
Secondo Semestre​
Modalità d'Erogazione
Convenzionale​
Lingua Insegnamento
ITALIANO​



Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[30/46] ​ ​SCIENZE DELLA FORMAZIONE PRIMARIA [46/00 - Ord. 2011] ​ ​PERCORSO COMUNE860
Obiettivi

Obiettivo del corso è quello di introdurre lo studente alla conoscenza, valorizzazione e salvaguardia dell’ambiente nel complesso delle sue differenti componenti. Il corso propone una lettura integrata degli ecosistemi naturali ed antropici ed è, di conseguenza, caratterizzato da attività didattiche relative ai settori di Scienze della Terra e di Scienze della Vita, associate a congrue basi di matematica, fisica e chimica. Il corso propone come scopo la conoscenza delle componenti biotiche ed abiotiche dell’ambiente, la comprensione dei processi sottesi alla loro interazione, del loro carattere storico e dell’influenza antropica.

Conoscenza e capacità di comprensione
Conoscenza dei fenomeni e dei processi biotici e abiotici; conoscenze e capacità di comprensione dei processi e dei meccanismi di interazione tra gli organismi e tra organismi e l’ambiente, con attenzione alle influenze antropiche; conoscenze nelle materie naturalistiche di base per quel che riguarda la comprensione di un linguaggio specifico nell’ambito delle Scienze della Vita e della Terra.

I risultati attesi vengono conseguiti attraverso le attività di didattica frontale e lo studio personale che gli studenti svolgono utilizzando il materiale didattico, consigliato o direttamente fornito (es. testi e articoli scientifici). L’apprendimento avviene con la partecipazione alle lezioni frontali e alle visite guidate presso i musei e i laboratori, e attraverso lo studio individuale. La verifica del raggiungimento dei risultati avviene sia attraverso una prova orale sia con la preparazione di un argomento, scelto a piacere tra quelli presenti nel programma, sviluppato attraverso una presentazione in PowerPoint.

Capacità applicative
Conoscenze e capacità di riconoscere e di classificare le componenti biotiche ed abiotiche dell’ambiente; capacità di analizzare l’ecosistema nel suo complesso; competenze interdisciplinari sull'ambiente e sulla natura e capacità di monitorare le dinamiche dell’ambiente.
La capacità di applicare conoscenza e comprensione verrà sviluppata prevalentemente attraverso l’attività di didattica frontale e durante le visite guidate presso i musei e i laboratori. L’applicazione delle conoscenze di base verrà verificata sia attraverso una prova orale che attraverso una presentazione in PowerPoint su un argomento scelto a piacere tra quelli presenti nel programma.

Autonomia di giudizio
Il lavoro svolto durante le ore di lezione, durante le visite guidate e il confronto con il docente permetteranno allo studente di individuare le conoscenze e le abilità indispensabili per l’interpretazione delle informazioni ambientali, in un'ottica interdisciplinare, favorendo l'acquisizione di comportamenti etici nei confronti dell’ambiente e della natura. L'autonomia di giudizio viene di norma sviluppata seguendo le lezioni e sarà valutata durante l’esame in cui si terrà conto della capacità di elaborare e di integrare in modo autonomo le conoscenze acquisite durante il corso.

Abilità nella comunicazione
Capacità di comunicare e trasferire le proprie competenze agli interlocutori di diversa estrazione in particolare nel contesto della scuola dell'infanzia e primaria, nello specifico delle scienze naturali ed ambientali.

Capacità di apprendere
Capacità di utilizzare le principali fonti nelle quali reperire dati ed informazioni per l’aggiornamento delle proprie conoscenze e l’applicabilità nella futura attività didattica

Prerequisiti

Lo studente deve possedere requisiti culturali di base che permettano la comprensione degli argomenti inerenti le scienze naturali ed ambientali.

Contenuti

UD 1 (3h) - Concetti di base e definizione delle scienze naturali e ambientali - Il metodo scientifico - L’origine della vita sulla terra - Evoluzione dei primi organismi viventi - Definizione di organismi procarioti ed eucarioti - Definizione di organismi autotrofi ed eterotrofi - Fondamenti di biologia generale: la cellula e i suoi organuli - Differenze tra cellula animale e vegetale.
UD 2 (3h) Divisione cellulare e riproduzione: la meiosi e la mitosi - Differenze tra riproduzione asessuata e sessuata.
UD 3 (3h) La trasmissione dei caratteri ereditari: prima, seconda e terza legge di Mendel - Le principali teorie evolutive - La classificazione degli organismi.
UD 4 (3h) Il dominio Eubacteria - Il dominio Archaea - Il dominio Eukarya (protisti, funghi, piante, animali).
UD 5 (3h) Fondamenti di botanica: la cellula vegetale - La fotosintesi clorofilliana - Organografia della pianta - La classificazione semplificata del regno vegetale.
UD 6 (3h) Visita all’Orto Botanico di Cagliari.
UD 7 (3h) Fondamenti di zoologia: Le principali caratteristiche degli animali - Gli animali invertebrati: caratteristiche e classificazione.
UD 8 (3h) Gli animali vertebrati: caratteristiche e classificazione.
UD 9 (3h) Visita al Museo di Ecologia e Zoologia.
UD 10 (3h) La biodiversità: La biodiversità genetica, specifica ed ecosistemica.
UD 11 (3h) Il valore diretto e indiretto della biodiversità - Come si conserva la biodiversità - Legislazione sulla conservazione della natura.
UD 12 (3h) Conservazione in situ ed ex situ - Visita ai laboratori della Banca del Germoplasma della Sardegna (BG-SAR).
UD 13 (3h) Fondamenti di ecologia: Cosa studia l'ecologia - Le componenti abiotiche e biotiche - Le popolazioni - Le comunità - Le interazioni tra gli organismi di una comunità - Gli ecosistemi.
UD 14 (3h) Il flusso di energia - I cicli biogeochimici - Le catene alimentari.
UD 15 (3h) I biomi: La tundra - La foresta temperata - La foresta pluviale - La macchia mediterranea - La prateria - La savana - Il deserto.
UD 16 (3h) Fondamenti di geologia: Il sistema Terra - La struttura interna della Terra - I minerali - Le rocce.
UD 17 (3h) Visita al Museo di Mineralogia e Paleontologia.
UD 18 (3h) I vulcani – I terremoti.
UD 19 (3h) L’idrosfera.
UD 20 (3h) L’atmosfera – Il clima.

Metodi Didattici

Il corso si svolgerà durante il 2° semestre del secondo anno. Comprende lezioni frontali che prevedono l’uso di presentazioni in PowerPoint, seminari e visite ai musei per 8 CFU (60 ore).

Verifica dell'apprendimento

La valutazione verrà effettuata tramite un colloquio dove verranno rilevate le conoscenze sugli argomenti del corso, le capacità di sintesi e consequenzialità nell'esposizione degli argomenti, l'appropriatezza del linguaggio.
Il voto finale, espresso in trentesimi e tiene conto di vari fattori:
Qualità delle conoscenze, abilità, competenze possedute e/o manifestate:
a) appropriatezza, correttezza e congruenza delle conoscenze
b) appropriatezza, correttezza e congruenza delle abilità
c) appropriatezza, correttezza e congruenza delle competenze

Modalità espositiva:
a) Capacità espressiva;
b) Utilizzo appropriato del linguaggio specifico della disciplina;
c) Capacità logiche e consequenzialità nel raccordo dei contenuti;
d) Capacità di collegare differenti argomenti trovando i punti comuni e istituire un disegno generale coerente, ossia curando struttura, organizzazione e connessioni logiche del discorso espositivo;
e) Capacità di sintesi

Qualità relazionali:
Disponibilità allo scambio e all’interazione con il docente durante il colloquio.
Qualità personali:
a) spirito critico;
b) capacità di autovalutazione.

Di conseguenza il voto finale potrà essere:
a) Insufficiente (inferiore a 18/30)
Il candidato non dimostra di possedere le nozioni minime sugli argomenti affrontati nel corso, presenta capacità espressive modeste e comunque insufficienti a sostenere un dialogo coerente, scarsa capacità di sintesi e scarsa interazione con il docente durante il colloquio.
b) Sufficiente (da 18 a 20/30):
Il candidato dimostra di avere poche nozioni acquisite, livello superficiale, molte lacune. Le capacità espressive sono modeste, ma sufficienti a sostenere un dialogo coerente; le capacità logiche e consequenzialità nel raccordo degli argomenti di livello elementare; l'interazione con il docente durate il colloquio è scarsa.
c) Discreto (da 21 a 23/30):
Il candidato dimostra di avere discreta acquisizione di nozioni, ma scarso approfondimento, poche lacune; capacità espressive più che sufficienti a sostenere un dialogo coerente; accettabile padronanza del linguaggio scientifico; capacità logiche e consequenzialità nel raccordo degli argomenti di moderata complessità; più che sufficiente capacità di sintesi e capacità di espressione grafica accettabile.
d) Buono (da 24 a 26/30):
Il candidato dimostra di avere un bagaglio di nozioni piuttosto ampio, moderatamente approfondimento, con poche lacune; soddisfacenti capacità espressive e significativa padronanza del linguaggio scientifico; capacità dialogica e spirito critico ben rilevabili; buona capacità di sintesi.
e) Ottimo (da 27 a 29/30):
Il candidato dimostra di avere un bagaglio di nozioni molto approfondito, con lacune marginali; notevoli capacità espressive ed elevata padronanza del linguaggio scientifico; notevole capacità dialogica, buona competenza e rilevante attitudine alla sintesi logica; elevate capacità di sintesi.
f) Eccellente (30/30):
Il candidato dimostra di avere un bagaglio di nozioni molto esteso e approfondito, eventuali lacune irrilevanti; elevate capacità espressive ed elevata padronanza del linguaggio scientifico; ottima capacità dialogica, spiccata attitudine a effettuare collegamenti tra argomenti diversi; ottima capacità di sintesi.
La lode si attribuisce a candidati che manifestano un grado di preparazione completo e un utilizzo appropriato del lessico specifico.

Testi

Helena Curtis, N Sue Barnes, Adriana Schnek, Alicia Massarini. Invito alla Biologia Cellula - Genetica - Evoluzione - Animali – Piante 2017
David Sadava, David M. Hillis, H. Craig Heller, Craig H Heller, May R. Berenbaum. Biologia-Quarta edizione italiana condotta sulla decima edizione americana Bonfitto, Passamonti Zanichelli 2014
Richard B Primack, Luigi Boitani- Biologia della conservazione, Trad. C. Boitani-2013 Elvidio Lupia Palmieri, Maurizio Parotto-Scienze della Terra-seconda edizione, 2014

Altre Informazioni

Durante tutto l'anno si realizzano momenti in cui il docente è a disposizione per chiarimenti o suggerimenti di materiale utile per la preparazione.
Ricevimento: su appuntamento (email: gfenu@unica.it; telefono 070 6753509), presso Sezione Botanica del DISVA sito in V.le Fra Ignazio da Laconi 13, nelle strutture del CCB (Centro Conservazione Biodiversità).

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar