Insegnamenti

 

60/62/29 - GEOGRAFIA FISICA E CARTOGRAFIA

Anno Accademico ​2019/2020

Docente
SANDRO ​DEMURO (Tit.)
ANGELO ​IBBA
Periodo
Secondo Semestre ​
Modalità d'Erogazione
Convenzionale ​
Lingua Insegnamento
 ​



Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[60/75] ​ ​SCIENZE AMBIENTALI E NATURALI [PDS0-2017 - Ord. 2017] ​ ​PERCORSO COMUNE11108
Obiettivi

gli obiettivi formativi del corso sono:
• Offrire le basi per acquisire adeguate conoscenze dell’origine, delle caratteristiche, dei processi di funzionamento dell’ambiente terrestre, inteso come sistema combinato atmosfera-litosfera-idrosfera.
• Fornire le conoscenze degli strumenti e delle metodologie necessarie per la pianificazione, il rilevamento e il giusto posizionamento in carta di dati di campagna.
• Fornire le basi per la lettura delle carte topografiche e la comprensione del paesaggio e della sua evoluzione, evidenziando sia le relazioni fra le varie componenti dell''''ambiente, in particolare fisico, sia l''''influenza antropica sul paesaggio.

Prerequisiti

Buona informazione geografica di base e conoscenze di base della matematica, fisica e chimica

Contenuti

La Geografia Fisica come infrastruttura degli studi sulla natura e sulla distribuzione dei fenomeni naturali di tipo fisico. Le “radici di tutto” e la scuola di Elea di Parmenide. Gli strumenti del geografo. I quattro grandi ambiti della superficie terrestre. Le scale, i modelli, i sistemi e i processi collegati.
Ipotesi sull'origine della Terra e del sistema solare (la Terra come corpo celeste e pianeta rotante). L’architettura del Pianeta Terra. La distribuzione delle terre e dei mari.
La tettonica delle Placche e il controllo che essa esercita nella definizione delle forme. Materiali che costituiscono la Terra. Le rocce e il ciclo di trasformazione delle rocce. L’espansione dei fondi oceanici.
Le geotessiture, le morfostrutture e le morfosculture della superficie terrestre (il mondo della Terra solida).
Morfologie tettoniche e vulcaniche. Il tempo geologico.

L’acqua sulla superficie terrestre, l’acqua allo stato solido, clima e ghiacciai, neve e ghiaccio, sviluppo e dinamica di un ghiacciaio. Processi, forme e depositi legati all’azione dei ghiacciai (morfologie glaciali e periglaciali).

Degradazione meteorica delle rocce. Degradazione dei rilevi, processi, forme e depositi di versante. I suoli.
I bacini idrografici e i fiumi, i processi, le forme ed i depositi dei corsi d’acqua. Il regime, il profilo longitudinale e le sue zone, il profilo d’equilibrio. La fine di un corso d’acqua. Il ciclo dell’acqua. I laghi. Le acque superficiali e sotterranee. Il carsismo. Acqua dolce come risorsa naturale.
Terre solide al di sotto del mare.

I diversi tipi di margine continentale e le Piattaforme continentali. Le scarpate e i canyon. Le strutture profonde (fosse e dorali oceaniche).

I sedimenti dei fondali marini. Mezzi e metodi di studio del mare. Il livello del mare e le sue variazioni. I movimenti del mare. I processi, le forme ed i depositi legati all’azione del vento, delle onde e delle correnti. Classificazione delle coste. Le falesie. Le spiagge. Il profilo e le zone. I processi di relazione tra le zone.

Elementi di geomorfologia per la comprensione dei concetti di territorio, ambiente, ecologia, paesaggio, rischio geomorfologico e impatto. Introduzione ai concetti elementari di pericolosità geomorfologica, vulnerabilità territoriale, educazione ambientale e sviluppo sostenibile.

L'atmosfera e il clima. Tempo atmosferico. Classificazioni. Le variazioni climatiche. Metodi d’indagine paleoclimatica e le curve di variazione del livello del mare. Azioni di mitigazione e adattamento.

Uno strumento per conoscere la terra: la Cartografia


Lettura e analisi di carte topografiche; Principi di geodesia: forma e dimensioni della Terra, geoide ed ellissoide.
Sistemi di riferimento: ellissoide e Datum. Sistemi di coordinate: coordinate ellissoidiche, cartesiane geocentriche, cartografiche piane. Determinazione della posizione dei punti sulla superficie terrestre. La rete geodetica nazionale. La scala di una carta topografica. Le carte topografiche: punti quotati e isoipse, lettura delle isoipse; segni convenzionali; ubicazione e quota di un punto (coordinate geografiche, U.T.M., polari), calcolo delle pendenze. Realizzazione di un profilo altimetrico, identificazione delle linee di drenaggio e delimitazione di un bacino idrografico. La bussola e il G.P.S. Sistemi di telerilevamento e nozioni di fotogrammetria. Visione stereoscopica e stereoscopio, procedure per la lettura delle fotografie aeree.
Introduzione alle applicazioni GIS.

Metodi Didattici

Il corso si baserà essenzialmente su lezioni frontali e di terreno, con utilizzo di Pc, slide e lavagna luminosa.
Verranno inoltre svolte esercitazioni pratiche in laboratorio ed in campagna con utilizzo di carte di base, fotoaeree, stereoscopi, bussole e GPS.

Verifica dell'apprendimento

La valutazione dello studente prevede una prova finale scritta, con domande a risposta aperta ed esercizi cartografici.

Gli studenti che dovessero superare tale prova sosterranno la prova finale con domande sugli argomenti del programma.

Lo studente dovrà dimostrare di aver conseguito i risultati di apprendimento attesi definiti nella sezione Obiettivi formativi.

Il punteggio della prova d'esame è attribuito con un voto espresso in trentesimi. Verrà inoltre valutata l'attiva partecipazione degli studenti alle lezioni, alle esercitazioni ed alle escursioni didattiche sul terreno, nonché la relazione individuale sulle attività svolte durante le escursioni didattiche, con un peso pari al 10% del voto finale massimo (massimo 3 punti).

Per superare l'esame, e riportare quindi un voto non inferiore a 18/30, lo studente deve dimostrare di aver conseguito una preparazione sufficiente rispetto ai risultati di apprendimento attesi definiti nella sezione Obiettivi formativi. Per conseguire un punteggio pari a 30/30 e lode, lo studente deve invece dimostrare di aver acquisito una preparazione eccellente rispetto ai risultati di apprendimento di cui sopra.”

Testi

- Il Pianeta Terra. Paolo Roberto Federici. UTET
- STRAHLER - Geografia Fisica - Piccin.
- MCKNIGHT, HESS – Geografia fisica. Comprendere il paesaggio - Piccin.
- LUPIA PALMIERI PAROTTO - Il Globo Terrestre e la sua evoluzione. Zanichelli
SAURO, MENEGHELLA, BODESAN, CASTIGLIONI - Dalla carta topografica al paesaggio – Zeta Beta Editrice
- ARUTA, MARESCALCHI - Cartografia, lettura delle carte - Dario Flaccovio Editore
- Geocartografia - Guida alla lettura delle carte geotopografiche, E. Lavagna G Lucarno- Zanichelli (acquistabile)
- Volume collana del Ministero Dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca - Cartografia (formato .pdf reperibile nel sito http://dipsa.unibo.it/catgis/carto1.html)
- Volume collana del Ministero Dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca - Aerofotogrammetria (formato .pdf reperibile nel sito http://dipsa.unibo.it/catgis/carto1.html)
Dispense fornite dai docenti

Altre Informazioni

Durante lo svolgimento delle lezioni frontali verranno fornite presentazioni PPt, carte topografiche e tematiche, bussola, GPS

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar