Insegnamenti

 

30/34/103 - PEDAGOGIA GENERALE

Anno Accademico ​2015/2016

Docente
SALVATORE ​DEIANA
Periodo
Secondo Semestre ​
Modalità d'Erogazione
Convenzionale ​
Lingua Insegnamento
 ​



Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[30/34] ​ ​SCIENZE DELL'EDUCAZIONE E DELLA FORMAZIONE [34/00 - Ord. 2010] ​ ​PERCORSO COMUNE1060
Obiettivi

-Crescita della consapevolezza in merito ai concetti e alle caratteristiche fondamentali del sapere pedagogico
-Sviluppo della capacità di lettura delle peculiarità dei contesti educativi
-Sviluppo della disposizione/attitudine riflessiva (problematizzazione) in merito alle dinamiche relazionali che intervengono nella pratica del lavoro educativo
-Affinamento della sensibilità empatica, emotiva e relazionale rispetto ai vissuti degli attori coinvolti nelle pratiche di cura educativa (educatori non professionali e professionali, persone in formazione, responsabili dei contesti dell’educazione e della formazione, ecc)

Prerequisiti

Non è richiesto alcun prerequisito.

Contenuti

La formazione e la cura come fondamenti della teorizzazione pedagogica e della pratica educativa
Il corso avrà inizio con un’indagine sulla precomprensione degli studenti rispetto alla disciplina e ai saperi che la caratterizzano. Successivamente, si proporrà uno sguardo panoramico su diverse concezioni dell’identità della pedagogia e dell’epistemologia pedagogica, e sulle problematiche inerenti i luoghi e i tempi dell’educazione. La formazione, la cura, la relazione educativa saranno poi oggetto di una trattazione più approfondita. La formazione verrà presa in esame come dimensione permanente dell’esistenza umana, nelle sue modalità intenzionali (in primo luogo l’educazione) ed evenemenziali. La cura sarà considerata nel suo essere fattore e pratica primari nel costituirsi del soggetto umano, e nei suoi aspetti dilemmatici (i crinali fra cura educativa autentica e cura inautentica, tra cura e terapia, ecc). Infine, la relazione educativa verrà studiata nei suoi aspetti costitutivi e nelle sue dinamiche fondamentali, a partire anche dal riferimento a un patrimonio comune di esperienze mediate che si cercherà di sviluppare nel corso, attraverso la visione e la discussione di film con significativa valenza pedagogica ed eventuali altre forme e occasioni di incontro con la pratica del lavoro educativo.

Metodi Didattici

Il corso utilizzerà metodologie, dispositivi, modalità plurime di insegnamento-apprendimento (comunicazioni frontali, giochi ed esercizi di gruppo, discussioni su testi e su film, ecc). Si tenderà a promuovere e valorizzazione la partecipazione attiva degli studenti all’elaborazione dei contenuti del corso, con un approccio dapprima “maieutico” –sollecitazione della riflessione personale-, quindi con comunicazione di elementi teorici e riflessioni pedagogiche più consolidate o del docente, per ritornare eventualmente in ultima istanza a verificare la comprensione degli studenti.

Verifica dell'apprendimento

Prova scritta della durata netta di due ore, su due tracce aperte da sviluppare, con successiva convocazione per un eventuale approfondimento orale, se ritenuto necessario dal docente o nel caso lo studente voglia migliorare la propria valutazione rispetto all’esito della prova scritta. Sia lo scritto che l’orale saranno finalizzati a verificare la capacità di riflessione e problematizzazione degli studenti rispetto ai concetti della teorizzazione pedagogica e ai dilemmi della pratica educativa.

Testi

Testi adottati per la preparazione dell’esame
-FRABBONI Franco, PINTO MINERVA Franca, Introduzione alla pedagogia generale, Laterza, Roma-Bari
-FADDA Rita, Sentieri della formazione. La formatività umana tra azione ed evento, Armando, Roma
-PALMIERI Cristina, La cura educativa. Riflessioni ed esperienze tra le pieghe dell’educare, Franco Angeli, Milano
Testi indicati per eventuali interessi di approfondimento personale
-BIASIN Chiara, L’educatore. Identità, etica e deontologia, CLEUP, Padova
-BOFFO Vanna (a cura di), La cura in pedagogia. Linee di lettura, CLUEB, Bologna
-COLOMBO Grazia, COCEVER Emanuela, BIANCHI Letizia, Il lavoro di cura. Come si impara, come si insegna, Carocci Faber, Roma
-CONTINI Maria, MANINI Milena, La cura in educazione. Tra famiglie e servizi, Carocci, Roma
-DI LERNIA Felice, Ho perso le parole. Potere e dominio nelle pratiche di cura, La Meridiana, Molfetta (BA)
-MORTARI Luigina, La pratica dell’aver cura, Bruno Mondadori, Milano

Altre Informazioni

Orario delle lezioni
Lunedì dalle 10 alle 12, aula degli Specchi.
Mercoledì dalle 12 alle 14, aula 1b.
Venerdì dalle 9 alle 11, aula 1b.

Orari e luogo di ricevimento:
lunedì dalle 12 alle 13 e venerdì dalle 11 alle 12, dopo le lezioni, e mercoledì alle 15, su appuntamento preso a lezione o previa email a sdeiana@unica.it , nello studio del docente, stanza 32, primo piano del corpo centrale della Facoltà.

Altre informazioni utili: eventuali informazioni aggiuntive saranno comunicate sul sito del docente.

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar