Feb 152020
 

Incontro con il regista e antropologo senegalese Joseph Gaye Ramaka

Martedi 18 febbraio Ore 10:00-13:00
Aula 5 , Palazzo Baffi, viale Sant’Ignazio n.74, CAGLIARI

Seminario con proiezione del film Et si Latif avait raison!
di Jo Gaye Ramaka, Senegal, 2005, 95’, wolof e francese, sottotitoli in italiano

Intervengono Nicola Melis e Isabella Soi ( Università di Cagliari), Kilap Gueye (Associazione Sunugaal)

In collaborazione con l’Associazione d’amicizia Sardegna-Senegal Sunugaal, nell’ambito del

Festival migrante Walyaan, V edizione

SINOSSI
Attraverso il suo gigantesco grido di indignazione il regista si chiede cosa resta del sogno nato all’indomani delle elezioni presidenziali del 19 marzo 2000 che portarono il Senegal alla prima alternanza politica del paese con l’elezione del terzo presidente della repubblica Abdoulaye Wade. Cosa resta di quella vittoria conquistata non senza sacrifici e grazie alla perseveranza, alla calma e alla lucidità di tutto un popolo? Omar Diop Blondin, Ibnou Diop, Omar Daff, Alhouseyni Cissé, sono morti invano?

JOSEPH GAY RAMAKA
Nato il 9 novembre 1952 a Saint Louis in Senegal, Joseph Gey Ramaka, regista e antropologo visuale, ha vinto numerosi premi in Europa e Stati Uniti, per le sue opere, poco numerose, ma di qualità.  Joseph Gaye Ramaka lavora come produttore e distributore di film coraggiosi e innovativi (è co-produttore della serie Africa dreaming e di Demain je brûle di Mohamed Ben Smaïl, e distributore di Jom di Ababacar Samb Makharam e di Mossane di Safi Faye).
Nel 1990 ha creato una casa di produzione in Francia Les Ateliers del’Arche e in seguito nel 98 ha creato la prima sala per la produzione digitale.Ha scritto numerose sceneggiature. Il suo terzo lungometraggio Et si Latif avait raison! vince il premio come miglior film documentario al festival Vues D’Afrique di Montreal. La sua mobilitazione nella lotta per la libertà di espressione lo ha portato a creare “The Audiovisual Observatory on Libertés” e insieme a Abdoulaye Diallo (regista Burkinabé) I Coordinamento Africano Audiovisivo per la democrazia (CAAD) nel 2006. Attualmente lavora e risiede a New Orleans , in Louisiana.

Dic 022019
 

Nov 292019
 

Nov 122019
 

Nov 082019
 

Attività a CFU liberi: per i dettagli VEDI QUI.

Ott 292019
 

Nel 2021, l’Italia presiederà per la prima volta nella storia il G20. In vista di tale occasione, in collaborazione con il Governo Italiano e il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, la Young Ambassadors Society (YAS) è interessata a conoscere la tua opinione su quali debbano essere i temi principali che il G20 dovrebbe affrontare.

Quali sono a tuo avviso le tematiche principali su cui i leader del G20 dovrebbero focalizzarsi? Quali sono le problematiche principali che il tuo Paese, i Paesi del G20 e il mondo intero si trovano ad affrontare oggi o si troveranno ad affrontare nei prossimi due anni?

I risultati della consultazione saranno presentati nel report “A Youth Perspective on the G20 Italy 2021 Agenda” che verrà consegnato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri e al Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.

Perché è importante partecipare

Le tue risposte e le tue idee aiuteranno ad identificare quali sono le aspettative dei giovani riguardo i temi che il G20 Italia dovrebbe trattare e contribuiranno a indirizzare le linee programmatiche del G20 Italia. È l’occasione per far sentire la tua voce!

Clicca qui per condividere le tue idee!

Young Ambassadors Society

Fondata nel 2011, Young Ambassadors Society (YAS) è l’associazione giovanile responsabile dei processi giovanili dei Vertici G7/G20 per Italia, sotto gli auspici del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.  YAS ha lo scopo principale di dar voce alle idee delle giovani generazioni e di avvicinare i giovani alla politica internazionale e alla diplomazia.

→ Link alla notizia originale 

 Scritto da in 29 Ottobre 2019  internazionale  Commenti disabilitati su Quali sono a tuo avviso le tematiche principali su cui i leader del G20 dovrebbero focalizzarsi?
Ott 122019
 

Set 192019
 

Corsi di laurea per i quali si richiede l’accreditamento Amministrazione e Organizzazione, Scienze Politiche, Politiche, Società e Territorio, Relazioni Internazionali, Scienze dell’Amministrazione
Titolo dell’attività Lingua e cultura swahili
Docente referente Isabella Soi
Qualifica del docente referente Docente presso un corso di laurea di SPOL
Altri proponenti Nicola Melis
Posta elettronica di riferimento nmelis@unica.it  i.soi@unica.it
È il rinnovo di un’attività che si è già svolte in anni accademici precedenti? Si.
Anno accademico in cui si svolgerà l’attività 2019/2020
Semestre Primo
Tipo di attività Corso
SSD di riferimento SPS/13
Numero minimo di studenti 5
Numero massimo di studenti ammessi 40
Docenti Teresa Poeta – The University of Edinburgh (Teresa.Poeta@ed.ac.uk)
Albert Mkony – The University of Edinburgh (Albert.Mkony@ed.ac.uk)
Numero di ore di didattica frontale 20
Numero di crediti 3
Giorni, orari, aule 21 ottobre – 23 ottobre 2019, ore 16:00-20:00, Aula 10 CM, III piano
24 ottobre – 25 ottobre 2019, ore 10:00-14:00, Aula 10 CM, III piano
Prerequisiti nessuno
Obiettivi formativi Questo corso offre un’introduzione alla lingua swahili per tutti quelli che abbiano interesse a viaggiare, lavorare o fare ricerca nei paesi dell’Africa orientale. Durante il corso gli studenti avranno modo di imparare le basi della lingua per poter comunicare nella vita di ogni giorno. Il corso è insegnato in modo interattivo ed include lezioni di conversazione con un lettore madrelingua. Durante il corso gli studenti conosceranno anche alcuni elementi della cultura e della storia dei paesi dove la lingua è più parlata come il Kenya, la Tanzania, l’Uganda o il Ruanda.Alla fine di questo corso gli studenti avranno una conoscenza base della grammatica fondamentale dello swahili e del vocabolario e delle espressioni di uso quotidiano. Gli studenti impareranno a presentare se stessi e gli altri e saranno in grado di fare domande e rispondere su particolari della propria persona e di interagire in modo semplice con persone di madre lingua swahili. In più gli studenti saranno a conoscenza di elementi culturali, storici e socio-politici riguardanti parti dell’Africa orientale.
Contenuti – grammatica e conversazione basilare in lingua swahili
– elementi di cultura e di storia dei paesi dell’Africa orientale
Metodi didattici l corso comprendei:
– Lezioni frontali con la docente titolare del corso
– Esercitazioni di lingua con Tutor Esperto Linguistico
Modalità di verifica dell’apprendimento Gli studenti verranno valutati in base ad una serie di compiti da completare durante il corso e a un test finale, tenendo conto dei seguenti punti:
1. Comprensione orale (listening)
2. Comprensione di un testo
3. Competenze grammaticali.
4. Competenze comunicative
Testi o letture consigliate Tutti i materiali necessari verranno distribuiti durante il corso. Se lo studente è in possesso di un
dizionario swahili, si consiglia di portarlo al corso.
Modalità di iscrizione Per l’iscrizione lo studente è tenuto a inviare una mail agli indirizzi elettronici i.soi@unica.it e nmelis@unica.it specificando nell’oggetto “CFU Lingua swahili” e fornendo nome, cognome, numero di matricola e CdS di appartenenza.
Data a partire della quale è possibile iscriversi 17 Settembre 2019
Data fino alla quale è possibile iscriversi 18 Ottobre 2019
Altre informazioni utili SI INFORMANO GLI STUDENTI CHE LE ISCRIZIONI TERMINERANNO IL GIORNO 18 OTTOBRE alle ore 23:59
Set 092019
 

Ago 022019
 
                     Nell’ambito del Programma finanziato dall’Unione Europea “Erasmus+ for Traineeship”, il Consorzio National Higher Education Consortium mette a disposizione di ciascun ateneo partner una parte delle complessive 50 borse di tirocinio formativo della durata di 3 mesi ciascuna.  L’ambito tematico dei tirocini per il triennio 2017/2020, oltre al Turismo Sociale, sarà quello delle Digital Tourism. Il Turismo Sociale promuove l’accesso del maggior numero di persone alla vacanza, senza distinzione di età, appartenenza culturale, disponibilità economica e capacità fisica. CHI PUÒ PARTECIPARE? Le borse di mobilità traineeship sono destinate agli studenti regolarmente [...]
credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar