Programmi

 

30/45/120 - STRUMENTI DI INDAGINE PER LA VALUTAZIONE PSICOLOGICA

Anno Accademico ​2019/2020

Docente
STELLA ​CONTE (Tit.)
Periodo
Primo Semestre ​
Modalità d'Erogazione
Convenzionale ​
Lingua Insegnamento
ITALIANO ​



Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[30/45] ​ ​PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO E DEI PROCESSI SOCIO-LAVORATIVI [45/00 - Ord. 2012] ​ ​PERCORSO COMUNE860
Obiettivi

Lo studente/studentessa acquisirà:
- Conoscenze e capacità di comprensione che estendono e rafforzano quelle tipicamente associate al primo ciclo (laurea triennale) e consentono di elaborare e applicare idee originali in un contesto di ricerca, nella pianificazione della ricerca vera e propria;
- Capacità di applicare conoscenze e comprensione a tematiche nuove, Risolvere problemi in ambiti nuovi e non familiari e inseriti in contesti interdisciplinari in ambito metodologico in ambito metodologico;
- Autonomia di giudizio, integrare la conoscenza e gestire la complessità, formulare giudizi anche sulla base di informazioni limitate ed incomplete, includendo la riflessione sulle responsabilità sociali ed etiche collegate allapplicazione della conoscenza e dei giudizi;
- Abilità comunicative, in quanto sarà in grado di comunicare le conclusioni e le conoscenze, nonché la razio ad esse sottesa ad interlocutori specialistici e non specialistici;
- Capacità di apprendimento che consentano di continuare a studiare per lo più in modo auto-gestito ed autonomo.

Prerequisiti

UTILE: Gli studenti/studentesse dovranno possedere una buona conoscenza della Psicologia Generale e della Statistica Descrittiva ed Inferenziale di base.

Contenuti

Il corso ha il fine di far acquisire allo/a studente/studentessa nuove capacità di analisi e sintesi per lanalisi dei problemi. Le lezioni sono integrate da esercitazioni su come progettare, eseguire e analizzare i dati di ricerche "sperimentali". Le lezioni sono frontali ed interattive. Sono previsti tirocini teorico-pratici su come condurre una ricerca e sull'osservazione del comportamento. Si raccomanda di seguire il corso e/o di sostenere l'esame solo dopo aver superato l'esame di Statistica Psicometrica del primo anno e, per chi intende frequentare, di disporre dei testi d'esame dall'inizio delle lezioni. E consigliabile assistere alle lezioni in quanto la connotazione teorico-pratica non permette un apprendimento sul testo dello stesso tipo. A fine corso lo studente dovrebbe essere in grado di progettare una ricerca, sia in laboratorio che sul campo, che elaborare i dati e discutere i risultati.
Nello specifico: obiettivo complessivo del corso è insegnare la pianificazione di nuove ricerche in campo psicologico focalizzandosi sulla scelta delle variabili ed evidenziando i vantaggi e gli svantaggi delle scelte.
Il corso è diviso in due moduli:
Per il primo modulo è previsto che il candidato sia in grado di sviluppare le proprie cognizioni relativamente ai seguenti aspetti di ricerca:
- Costruzione di unipotesi che contenga tutte le informazioni sulle variabili in esame.
- Scelta del campione, dimostrando come le variabili provenienti dallipotesi ne guidino la selezione allinterno della popolazione di individui e come le scelte modifichino la validità esterna.
- Procedura sperimentale e trattamento delle variabili motivando le scelte in unottica di vantaggi e svantaggi delle scelte. Scegliere le varie modalità di controllo delle variabili e come le scelte influenzino la validità interne ed esterna. Controllo dellerrore casuale e sperimentale. Verificare la procedura in ottica di replicabilità.
Nel secondo modulo saranno richieste conoscenze su:
- Trattamento dei dati e tipo di test statistico più adeguato alla ricerca in esame (maggiore varianza spiegata)
- Dichiarazione delle ipotesi statistiche e scomposizione della Devianza.
- Commento dei risultati statisticamente significativi tramite tabella delle medie e dei relativi post-hoc. Costruzione dei grafici per gli effetti principali e per gli effetti semplici.
- Conclusioni derivanti dalla discussione dei risultati.

Metodi Didattici

- lezione frontale in aula,
- esercitazioni,
- seminari
Ogni lezione sarà composta da due ore di lezione frontale ed un'ora di esercitazione

Verifica dell'apprendimento

Lesame consiste nella presentazione di un breve abstract. Lesaminando dovrà dimostrare la sua capacità di interpretazione del fenomeno e di analisi delle variabili in esame (variabili indipendenti e dipendenti) considerando i vantaggi e gli svantaggi delle scelte in funzione della validità esterna ed interna per quel tipo di ricerca.
Inoltre, il candidato dovrà essere in grado di sviluppare le proprie cognizione relativamente ai seguenti aspetti della ricerca:
- Costruzione di un'ipotesi che contenga tutte le informazioni sulle variabili in esame.
- Scelta del campione, spiegando come le variabili provenienti dall'ipotesi ne condizionino la selezione e come queste scelte influenzino la validità interna ed esterna.
- Procedura sperimentale e trattamento delle variabili scegliendo le varie modalità. Spiegare il perché delle scelte e verificare l'influenza delle scelte sulla validità.
- Trattamento dei dati e tipo di test statistico più adatto alla ricerca in esame.
- Dichiarazione delle ipotesi statistiche e, in funzione di queste, ipotizzare la scomposizione della Devianza.
- Commento dei risultati significativi tramite tabella delle medie e costruzione dei grafici per gli effetti principali e gli effetti semplici.
- Conclusioni derivanti dai risultati della ricerca.
Per la prova di esame non sono richiesti calcoli. La prova si ritiene superata con il 60% di risposte corrette per ciascuna delle aree di commento.
Ogni punto produce una valutazione da 1 a 10. Per il superamento dell'esame occorre raggiungere 40 per ciascuna area. Le domande sono 7 per modulo, per un totale di 14 domande. La valutazione dello scritto terrà conto delle capacità descrittive ed argomentative e terminologia appropriata. L'esaminando/a avrà a disposizione tre ore di tempo per la prova scritta. Potrà accedere ad un orale integrativo e facoltativo.
Nella valutazione dell'esame la determinazione del voto finale tiene conto dei seguenti elementi:

1) La correttezza della procedura individuata per la soluzione del quesito.
2) La capacità di analizzare tutte le soluzioni alternative e le motivazioni dettagliate a favore delle proprie scelte
3) L'adeguatezza delle soluzioni proposte in relazione alle competenze che lo studente si presuppone abbia acquisito alla fine del corso;
4) L'impiego di un linguaggio adeguato associato alla metodologia e alla statistica.
Per superare lesame occorre riportare un voto non inferiore a 18/30, lo studente/studentessa deve dimostrare di aver acquisito una conoscenza sufficiente degli argomenti di esame. Per conseguire un punteggio pari a 30/30 e lode, lo studente/studentessa deve invece dimostrare di avere acquisito una conoscenza eccellente di tutti gli argomenti trattati durante il corso.
Gli studenti non frequentanti possono concordare con la docente un percorso di apprendimento personalizzato in funzione delle conoscenze di base.
E comunque consigliata la frequenza per usufruire dei seminari pratici sugli argomenti trattati.

Testi

Conte S. Statistica Demenziale – Edizioni Psicologia - Roma
Conte S. Metodologia della ricerca e disegni fattoriali per le scienze biologiche e sociali. Franco Angeli

Altre Informazioni

Saranno previsti Seminari Teorico-Pratici.

Il Ricevimento degli Studenti è previsto il giovedì dalle 13,30 alle 16. durante le lezioni è previsto il ricevimento anche il martedì dalle 13 alle 15.

contatti | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy