Magistrale

 

Insegnamenti previsti dal Corso di Studio

70/LM-0090 - SISTEMI DI LAVORAZIONE

Anno Accademico ​2019/2020

Docente
PASQUALE ​BUONADONNA (Tit.)
Periodo
Primo Semestre ​
Modalità d'Erogazione
Convenzionale ​
Lingua Insegnamento
ITALIANO ​


 ​ ​


Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[70/85] ​ ​INGEGNERIA MECCANICA [85/00 - Ord. 2019] ​ ​PERCORSO COMUNE660
Obiettivi

Conoscenza e capacità di comprensione: essere in grado di comprendere e padroneggiare l'uso dei metodi di programmazione delle macchine utensili più comunemente usate.
Capacità di applicare conoscenza e comprensione: essere in grado di analizzare e valutare criticamente i dati di progetto e identificare gli elementi essenziali per l’ottimizzazione delle lavorazioni.
Autonomia di giudizio: acquisire una comprensione dei modi di lavorazione e applicarli alle diverse realtà industriali. Essere in grado di progettare sequenze di lavorazioni per il miglioramento dei risultati di produzione.
Abilità comunicative: essere in grado di fare ricerche e utilizzare la letteratura e altre fonti di informazioni per lo sviluppo di processi di lavorazione ottimizzati.
Capacità di apprendimento: essere in grado di affrontare nuovi campi attraverso uno studio autonomo.

Prerequisiti

Gli insegnamenti considerati propedeutici sono: Tecnologia Meccanica.

Contenuti

Presentazione del corso.
1. Generalità sulla produzione assistita. Introduzione ai sistemi di produzione. Automazione ed evoluzione della produzione. Sistemi manifatturieri ad elevata automazione.
2. Macchine utensili a controllo numerico e centri di lavoro. Schemi del comando numerico e del controllo numerico. Evoluzione del controllo numerico. Componenti base di una macchina utensile a controllo numerico (CNC): struttura di una macchina CNC, metodi di interpolazione per il controllo continuo, interpolazione lineare ed interpolazione circolare, trasduttori di posizione. Principi di funzionamento dei trasduttori: potenziometri, encoder, inductosyn e resolver. Esempi numerici sull’interpolazione circolare, numerazione binaria, calcolo BLU e frequenza degli encoder.
3. CNC metodi di programmazione. La programmazione delle macchine utensili a controllo numerico secondo lo standard ISO. Introduzione alla programmazione manuale, struttura di un part-program. Formato tipico di un blocco di programma. Numero di sequenza, funzioni generali o preparatorie, coordinate del punto di arrivo, velocità di avanzamento e velocità di taglio, funzioni di richiamo utensili, funzioni ausiliare o miscellanee, salti condizionati. Esempi di programmazione di torni a controllo numerico.
4. Esercitazioni: sviluppo di part-program, partendo da disegno, per la realizzazione di pezzi lavorati al tornio.
5. Simulazioni delle lavorazioni per la realizzazione di pezzi didattici sviluppati nelle esercitazioni.
6. Usura Utensili. Meccanismi di usura: abrasiva, adesiva e diffusiva. Labbro e cratere di usura. Misura di KT e VB. Modelli di usura: legge di Taylor e legge di Taylor generalizzata. Esempi numerici di utilizzo della legge di Taylor.
7. Ottimizzazione delle lavorazioni per asportazione di truciolo. Lavorazioni monopasso. Aspetti economici del taglio: funzioni obiettivo di massima produttività e funzione obiettivo di massima economia. Costo tagliente e costo per unità di tempo del posto di lavoro. Scelta della velocità di taglio: velocità economica di taglio e velocità di massima produttività. Casi particolari sulla scelta della velocità di taglio: durata dell’utensile per un tempo determinato e variazione percentuale del costo unitario al variare della velocità. Esempi numerici di calcolo delle velocità ottimali di produzione.
8. Scelta combinata dell’avanzamento e della velocità di taglio: ottimizzazione non vincolata e ottimizzazione vincolata.

Metodi Didattici

Sono previste 34 ore di didattica frontale, 22 ore di esercitazione per lo sviluppo di part-program e 4 ore di laboratorio per la simulazione delle lavorazioni.

Verifica dell'apprendimento

Durante lo svolgimento del corso sono previste due prove scritte: una prova in itinere ed una finale. La prima prevede lo sviluppo di un part program mediante l’utilizzo di funzioni di lavorazione semplici per verificare la capacità dello studente di eseguire una piccola lavorazione per asportazione di truciolo. La seconda prevede un esercizio per verificare la capacità dello studente di realizzare un pezzo più o meno complesso utilizzando funzioni di lavorazione più performanti, e due domande di teoria per verificare l’apprendimento di concetti sulla gestione e pianificazione di una lavorazione. Entrambe le prove concorrono al giudizio complessivo. Il punteggio finale, media matematica delle due prove, viene espresso in trentesimi. Lo studente può accettare o rifiutare, o eventualmente, chiedere di sostenere anche l'orale per migliorare il voto. Per gli appelli successivi sono previste una prova scritta e una prova orale che concorrono al giudizio finale. La prova scritta prevede lo sviluppo di un part program mediante funzioni di lavorazione complesse e due domande sugli argomenti teorici affrontati nel corso. La prova orale prevede l’approfondimento su concetti di lavorazione e argomenti teorici svolti nel corso sempre volti alla verifica della capacità dello studente di eseguire una lavorazione meccanica mediante asportazione di truciolo. Il punteggio finale, media matematica delle due prove, viene espresso in trentesimi.

Testi

V.Sergi,”Produzione Assistita dal Calcolatore”, Ed. CUES, Salerno.
“Programmazione a Controllo Numerico ISO standard”, Industrie Elettroniche SpA.

Altre Informazioni

Dispense date dal professore durante il corso.

 

Obiettivi di Apprendimento – Percorso 2020-2021

 

 

 

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar