Triennale

 

Insegnamenti previsti dal Corso di Studio

IA/0006 - ELEMENTI DI DISEGNO TECNICO

Anno Accademico ​2019/2020

Docente
FILIPPO ​BERTOLINO (Tit.)
Periodo
Secondo Semestre​
Modalità d'Erogazione
Convenzionale​
Lingua Insegnamento
ITALIANO​



Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[70/78] ​ ​INGEGNERIA MECCANICA [78/00 - Ord. 2019] ​ ​PERCORSO COMUNE330
Obiettivi

L’obiettivo sarà fornire allo studente le conoscenze e le metodologie di comunicazione grafica propedeutiche alle successive attività formative nei settori del disegno tecnico industriale, della meccanica applicata, della progettazione meccanica e dei sistemi di lavorazione.

Conoscenza e comprensione
I principali risultati di apprendimento attesi sono i seguenti:
• Conoscere il ruolo del disegno tecnico nel ciclo produttivo;
• Comprendere l’importanza delle norme e dei sistemi di unificazione;
• Conoscere i principali dispositivi per il disegno manuale ed automatico;
• Conoscere i principali metodi di rappresentazione grafica;
• Comprendere le relazioni tra il disegno di un componente meccanico e le lavorazioni meccaniche necessarie alla sua realizzazione;

Capacità di applicare conoscenza e comprensione
• Capacità di disegnare le usuali costruzioni geometriche;
• Capacità di disegnare un oggetto in proiezione ortogonale o assonometrica;
• Capacità di disegnare un oggetto in sezione, di svilupparne la superficie esterna e di disegnare l’intersezione di due solidi;
• Capacità di quotare il disegno di un componente meccanico.
• Capacità di leggere il disegno di un complessivo;

Abilità Comunicative
• Capacità di comunicare con i mezzi tecnici propri del disegno, verso interlocutori specialisti e non specialisti ed all'interno di gruppi di lavoro, impiegando, in particolare i metodi di rappresentazione grafica bi e tridimensionale per la descrizione di meccanismi, macchine ed impianti.

Prerequisiti

Nessuno

Contenuti

1) Le norme ed i sistemi di unificazione (3h).
2) Le proiezioni (3h lezione, 3h esercitazione). Le proiezioni centrali e parallele; le proiezioni ortogonali secondo il metodo del primo diedro e del terzo diedro. Le viste da direzioni non ortogonali ai piani coordinati.
3) Le sezioni (3h lezione, 6h esercitazione). La sezione con un piano; semisezioni e sezioni parziali; convenzioni di rappresentazione delle sezioni.
4) La quotatura (3h lezione, 6h esercitazione). Criteri generali di indicazione delle quote; disposizione delle quote; quote di grandezza e di posizione. Convenzioni particolari di quotatura.
5) Cenni alle tolleranze dimensionali (3h lezione). Il sistema ISO di tolleranze ed accoppiamenti. Il grado di tolleranza normalizzato. La posizione delle tolleranze nel sistema ISO.

Metodi Didattici

Il corso ha una durata complessiva di 30 ore, suddivise in 15 ore di lezione frontale e 15 ore di esercitazione. Le lezioni si svolgono in maniera tradizionale attraverso l’utilizzo della lavagna e la discussione di schemi, disegni e norme. Le esercitazioni sono costituite da prove grafiche, relative agli argomenti del corso, che gli allievi iniziano in aula e normalmente terminano a casa. La modalità di svolgimento di ciascun esercizio viene illustrata dal docente e commentata con richiami alle nozioni teoriche ed alle normative.

Verifica dell'apprendimento

L'apprendimento delle nozioni viene verificato attraverso la valutazione delle tavole grafiche assegnate durante il corso e attraverso l'esame finale. Per essere ammessi a sostenere l’esame finale è necessario consegnare tutte le tavole assegnate durante il corso e conseguire una valutazione positiva in ciascuna di esse. L’esame finale consiste in una prova grafica di rappresentazione di un componente meccanico con proiezioni ortogonali quotate. L’idoneità è determinata in base alla capacità dello studente di rappresentare graficamente i componenti meccanici secondo l’attuale normativa.
Per la valutazione delle esercitazioni e della prova finale, si tiene conto dei seguenti elementi: a) Chiarezza nella rappresentazione, b) Rispetto delle norme di rappresentazione, c) Correttezza delle costruzioni grafiche. Tali elementi contribuiscono in maniera paritaria alla formulazione del giudizio finale.

Testi

Testo di riferimento
E.Chirone, S.Tornincasa. Disegno Tecnico Industriale, Vol.1 e 2. Il capitello ed.

Per approfondimenti consultare:
M.Carfagni,L.Governi,R.Furferi,Y.Volpe. Esercizi di disegno meccanico, Zanichelli ed.
S.L. Straneo, R.Consorti. Disegno di Costruzioni Meccaniche, Principato ed.
G. Manfrè, R. Pozza, G. Scarato. Disegno Meccanico, Voll. 1,2,3, Principato ed.
F.Filippi. Disegno di Macchine, Vol.1, Hoepli ed.
F. E. Giesecke et al., Technical drawing, Prentice Hall ed.

Altre Informazioni

Ulteriori informazioni sono pubblicate sul sito web del docente: http://people.unica.it/filippobertolino/

Obiettivi di Apprendimento – Percorso 2019-2020

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar