2019-2020

 

LINGUA SARDA

Programma a.a. 2019-2020

Obiettivi formativi

A. (Conoscenza e capacità di comprensione ). Gli Studenti candidati all’esame dovranno dimostrare il possesso di un metalinguaggio basilare della linguistica; attraverso di esso dovranno saper esporre e dar conto delle strutture grammaticali della lingua sarda e della sua evoluzione storica a partire dal latino, e la variazione diatopica (dialettale) di essa; con capacità di leggere, tradurre analizzare con competenza i testi presentati a lezione e di inquadrarli storicamente, per valutare criticamente e comunicare con adeguato vocabolario;

B. (Conoscenza e capacità di comprensione applicate). capacità di esprimersi con competenza ed autoscoscienza cognitiva e culturale in lingua sarda. Apprendere, saper raccogliere e saper interpretare i dati ritenuti utili nel campo di studio della linguistica, con riflessione su temi scientifici ad esso connessi: tipologia delle lingue e inserimento della lingua sarda entro i diversi tipi linguistici romanzi; strutture grammaticali; variazione diatopica in generale, e della lingua sarda in particolare; linee diacroniche delle lingue in generale, e della lingua sarda in particolare; lo studente acquisirà l’uso pragmatico della lingua sarda e le abilità espressive e di strutturazione. Capacità di valutare criticamente e di comunicare con adeguato vocabolario; capacità di produrre testi in lingua sarda, di adeguata difficoltà, e di saper tradurre sia dal sardo all’italiano, sia dall’italiano in sardo.

C. (Autonomia di giudizio). Gli Studenti candidati all’esame dovranno dimostrare il possesso di un metalinguaggio basilare della linguistica; attraverso di esso dovranno saper esporre e dar autonomo conto delle strutture grammaticali della lingua sarda e della sua evoluzione storica a partire dal latino, e la variazione diatopica (dialettale) di essa; dimostrando capacità di leggere tradurre analizzare con competenza e consapevolezza i testi presentati a lezione e di inquadrarli storicamente;

D. (Abilità comunicative). Apprendere e saper raccogliere e interpretare i dati ritenuti utili nel campo di studio della linguistica sapendone dare conto adeguato; lo studente dovrà acquisire l’uso pragmatico della lingua sarda e le abilità espressive e di strutturazione linguistica con acquisita capacità di parlare e scrivere il Sardo;

E. (Capacità di apprendimento). Gli Studenti acquisiranno gradualmente le strutture della lingua sarda, i fondamenti pragmatici; la sua storia nelle linee essenziali attraverso la proposizione della materia, l’esercitazione pratica, la riflessione sulla lingua.

Prerequisiti formativi
Conoscenze:
Solida conoscenza della lingua italiana e delle sue strutture grammaticali;
elementi fondamentali di morfologia e sintassi della lingua latina.
Abilità:
• capacità di comprensione e interpretazione di testi scritti non contemporanei;
• comprensione dei rapporti tra elementi attraverso la sintesi e la generalizzazione.

Programma/contenuti del corso
La lingua sarda da un punto di vista storico. Le prime scritture sarde nel Medioevo. Le scritture letterarie, ampiamente intese, nella modernità e nella contemporaneità, con particolare riguardo ai problemi grammaticali e lessicali. Tipologia e comparazione della lingua sarda con le lingue neolatine; la variazione diatopica della lingua sarda; il sostrato preromano.
Le strutture fonetiche, morfologiche e sintattiche della lingua sarda; il tutto finalizzato alla comprensione scritta e orale, ed alla elaborazione di testi scritti e orali in lingua sarda. (lettorato)

Metodi didattici
– Lezioni frontali con interazione docente-studente, soprattutto nell’analisi dei testi
– Lettorato di Lingua sarda

Verifica dell’apprendimento

– le modalità di esame :

Orale e scritta disgiunta

– criteri di attribuzione del voto finale

Modalità di verifica e di valutazione e criteri di attribuzione del voto finale

Prova orale
Gli Studenti candidati all’esame dovranno dimostrare il possesso di un metalinguaggio basilare della linguistica; attraverso di esso dovranno saper esporre e dar conto delle strutture grammaticali della lingua sarda e della sua evoluzione storica a partire dal latino, e la variazione diatopica (dialettale) di essa.
Tutto quanto sopra è condizione imprescindibile per superare l’esame. Spazio e considerazione sono dati pure alle lingue del sostrato preromano e del superstrato medievale e moderno, che pure sono parte dell’esame.
Importante e basilare è inoltre la conoscenza e la capacità di leggere, tradurre e analizzare criticamente i testi presentati a lezione e di inquadrarli storicamente;
nonché la capacità di saper sostenere una conversazione in lingua sarda su argomenti non specialistico, ma comunque relativi alla cultura della Sardegna                                    Prova scritta
Traduzione di un testo, di media lunghezza, dall’Italiano in Sardo e di un testo, di media lunghezza, dal Sardo in Italiano, in cui deve essere dimostrata la padronanza della lingua di partenza e di arrivo e delle sue strutture grammaticali, nonché l’appropriatezza lessicale. Breve composizione in lingua sarda, attraverso la quale lo studente dovrà dimostrare di possedere una capacità di scrittura sintatticamente corretta e una competenza lessicale sufficiente e appropriata, nonché la capacità di strutturare adeguatamente un testo in lingua sarda.

Testi di riferimento:
– A. Sanna, Introduzione agli Studi di linguistica sarda, Cagliari, 1957;
– Maurizio Virdis, Le prime manifestazioni della scrittura nel cagliaritano, in: Judicalia, Atti di Seminario. Cagliari, 14 dicembre 2003, a cura di Barbara Fois, Cagliari, CUEC, 2004, pp. 45-54 ;
– G. Paulis, L’identità ritrovata, in Storia d’Italia. Le regioni d’Italia dall’Unità a oggi. La Sardegna, a cura di L. Berlinguer e A. Mattone, Torino, Einaudi
1998, pp. 1199-1221;
– M. Virdis, Sardo: aree linguistiche, in Lexikon der Romanistischen Linguistik a cura di G. Holtus, M. Metzeltin, C. Schmitt, Tübingen, Niemeyer, 1988, vol.IV pp. 897-913.
– M. Virdis, Tipologia e collocazione del Sardo tra le lingue neolatine in “Ianua”, 4 (2003), articolo su rivista on line (ISSN 1616-413X) scaricabile al sito web :
http://www.romaniaminor.net/ianua/ianua04/ianua04_01.pdf, pp. 1-9.
– Mario Puddu, Grammatica de sa limba sarda, Cagliari, Condaghes, 2008. ISBN 978-88-7356-124-8
Mario Puddu, Ditzionariu de sa Limba e de sa Cultura sarda, Condaghes, Cagliari.

Altre informazioni

La frequenza è assolutamente necessaria

Giorni – Orario – Luogo di ricevimento studenti:
Orario Mercoledì, h. 11-13; Venerdì, h. 11-13.
Luogo: Studio n° 97, Via Is Mirrionis, 1-Sa Duchessa (corpo centrale, 3° piano).

 

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar