Curriculum

 

MAURA MONDUZZI

CV breve – Settembre 2016

Luogo di nascita: Imola (BO) – Italia, data: 9 aprile 1950

Laurea: 1974 Chimica Industriale (5 anni) Universita’ di Cagliari

PUBBLICAZIONI ED INDICI BIBLIOMETRICI

MM e’ autore o co-autore di circa 150 peer-reviewed pubblicazioni (Scopus 127), 11 invited chapters in books

ERC codes: PE5_10, PE5_15, PE4_2, PE4_4

ORCID ID http://orcid.org/0000-0003-0200-7700, SCOPUS ID 7003540554

Scopus: H-index 32, citations 3037

Posizione Attuale

dal 2001: Professore Ordinario di Chimica Fisica, Facolta’ di Scienze, Dipartimento di Scienze Chimiche e geologiche, Universita’ di Cagliari

dal 2015: Direttore del Dipartimento di Scienze Chimiche e Geologiche

dal 2015: Componente del Senato Accademico dell’Universita’ di Cagliari
dal 2008: Direttore del Centro Nanobiotecnologie Sardegna (CNBS)

Posizioni precedenti:
1974-1978 Borsa di Studio Ministeriale presso Universita’ di Cagliari

1978-1985 Professore incaricato esterno del corso Laboratorio di Chimica Fisica II, Corso di Laurea in Chimica, Universita’ di Cagliari
1980-1985 Ricercatore di Chimica Fisica presso Universita’ di Cagliari
1985-2001 Professore Associato di Chimica Fisica presso Universita’ di Cagliari
2011-2013 Presidente della Sezione Sardegna della Societa’ Chimica Italiana
Premi: 2011 Medaglia d’Oro della Fondazione Ferroni assegnata dalla Divisione di Chimica Fisica della SCI per il contributo di studi sulla Chimica Fisica dei Sistemi di interesse biologico.

Corsi di insegnamento dal 1978: Laboratorio di Chimica Fisica (Elettrochimica e Spettroscopia), Chimica Fisica delle Interfasi (tuttora), Chimica Fisica degli Alimenti, Chimica Fisica (Termodinamica, Cinetica e Catalisi),Chimica dei Beni Culturali, Nanostrutture per Applicazioni Biotecnologiche in diversi corsi di Laurea (Chimica, Biotecnologie Industriali, Beni Culturali, Archeologia e Storia dell’Arte, Neuropsicobiologia)
Coordinatore del Corso di Dottorato in Chimica (1999-2002)
Relatore di molte tesi di laurea in Chimica (corso 5 anni, triennali e lauree magistrali), Supervisore di molte tesi di Dottorato.

Affiliazioni e Partecipazioni
Socio Fondatore del Consorzio Interuniversitario Sistemi a Grande Interfase (CSGI)

Socio della Euorpean Colloid and Interface Society (ECIS)
Socio della Societa’ Chimica Italiana (SCI),
Socio della American Chemical Society (ACS)
Associato della ETP Nanomedicine

Principali expertise
Scienze Colloidali

Sistemi a base di tensioattivi
Diagrammi di Fase, nanostrutture supramolecolari in cristalli liquidi, microemulsioni, emulsioni e sistemi vescicolari
Nanosistemi per la veicolazione di principi attivi in applicazioni alimentari, farmaceutiche e cosmetiche
Tecniche NMR di rilassamento e Self-diffusion
Tecniche elettrochimiche per lo studio di interfasi cariche, tecniche di Scattering e Microscopia per varie caratterizzazioni

Principali tematiche di ricerca:
1) Soft Matter: sistemi lipidici nanostrutturati per formulazioni biocompatibili. Studio dei diagrammi di fase di sistemi a base di particolari tensioattivi per applicazioni specifiche mediante l’uso di tecniche NMR e SAXS: caratterizzazione di cristalli liquidi, microemulsioni, emulsioni cremose, dispersioni di nanoparticelle lipidiche, vescicole cationiche; studio della inclusione di principi attivi in vari tipi di nanostruttura e valutazione delle interazioni matrice-principio attivo mediante tecniche FT-IR e NMR, esperimenti di rilascio in-vitro mediante le celle di Franz. Microsfere di Gelatina disperse in gel polimerici termoreversibili studiate mediante tecniche SEM e reologiche.

2) Hard matter: Materiali mesoporosi ordinati a base di silice per applicazioni biomediche. Sintesi preparando diversi tipi di templati, caratterizzazione mediante tecniche SAXS, TEM e isoterme BET, immobilizzazione di biomolecole, in particolare proteine, studio e modellazione di effetti iono specifici sulle interfasi cariche e polari, esperimenti di rilascio in-vitro.
3) Biotecnologie Industriali: Immobilizazione di biomolecole, Biocatalisi, Biosensori a base DNA per applicazioni ambientali, studi mediante tecniche elettrochimiche (es. Potenziale Zeta) e spettroscopiche per valutare l’attivita’ biologica.
4) Modellazione delle Forze Intermolecolari e degli effetti iono specifici in diverse nanostrutture: nanoparticelle inorganiche funzionalizzate, proteine ed enzimi, micelle ed altre nanoparticelle a base lipidica, effetti iono specifici (di tamponi e sali aggiunti in diverse concentrazioni) misure di pH, Potenziale Zeta e tecniche NMR.
5) Modellazione di dati NMR di rilassamento e self-diffusion in fluidi complessi: studio dei fenomeni percolativi in microemulsioni, della forma di micelle, delle proprieta’ interfasali e di interazioni specifiche utilizzando anche tecniche complementari come conducibilita’ e reologia.

Collaborazioni Internazionali
– Chemical Centre (Dept. Physical Chemistry) of Lund University (Sweden), dal 1986

– Australian National University, Canberra (Dept. Applied Mathematics) Australia, dal 1994
– Technion Russell Berrie Nanotechnology Institute, Haifa, Israel dal 2009

Collaborazioni Nazionali
– Universita’ di Firenze – Dipartimento di Chimica dal 1995

– Universita’ del Molise – Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agro- alimentari, Ambientali e Microbiologiche dal 1987
– Universita’ di Bari – Dipartimento di Chimica dal 1987
Collaborazioni Industriali
– Ausimont (MI) per la caratterizzazione di sistemi a base di tensioattivi fluorurati (1991- 2004)

– Podda Industrie Lattiero-Casearie per prodotti innovativi da latte ovino Progetto finanziato da regione Sardegna (2000-2003)
– Pharmaness (CA) per la caratterizzazione di sistemi di drug delivery dal 2002
– Bioker (MI) per la caratterizzazione di sistemi di drug delivery per proteine-Progetto finanziato da regione Sardegna nell’ambito del Distretto di Biomedicina (2008-2010).
– Teletron Euroricerche (CA) Progetto sui biosensori ambientali finanziato dalla Regione Sardegna (2011-in corso)

Progetti Nazionali finanziati
PRIN come Unita’ di ricerca Partecipante 1998, 2001, 2003, 2006, 2008, 2010-11

Legge 488 – Fondi CIPE POR (2000) Progetto ‘Prodotti Alimentari Innovativi’

Attivita’ di Ricerca
Autore di circa 150 tra capitoli di libri (edizioni internazionali) e pubblicazioni su riviste a diffusione internazionale come J. Phys. Chem., Langmuir, J. Colloid Interface Sci., Colloids & Surface A, J. Am. Chem. Soc., Phys. Rev. Letters, Chem. Comm., Biomacromolecules.

h-index 30 (Scopus)

Autore invitato: Current Opinion in Colloid and Interface Science (Elsevier, 1998, 2004, 2015), Annual Report on NMR Spectroscopy (RSC,2003-2007), Self-assembly (IOS Press 2003), Nanoparticles and Nanodevices in Biological Applications (Springer, 2009), Advances Colloid & Interface Science (Elsevier 2013)
Referee abituale per riviste ACS, RSC, Elsevier (settore chimico)

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar