Insegnamenti

 

LS/0101 - LETTERATURA RUSSA

Anno Accademico ​2019/2020

Docente
MASSIMO ​TRIA (Tit.)
Periodo
Primo Semestre​
Modalità d'Erogazione
Convenzionale​
Lingua Insegnamento
ITALIANO​



Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[32/19] ​ ​LINGUE E CULTURE PER LA MEDIAZIONE LINGUISTICA [19/00 - Ord. 2011] ​ ​PERCORSO COMUNE1260
Obiettivi

Alla fine del corso gli studenti avranno acquisito una conoscenza piuttosto ampia della società e della letteratura russa dell’Ottocento e del Novecento, e saranno in grado di distinguere le principali correnti letterarie che hanno caratterizzato gli ultimi due secoli della cultura russa. Le conoscenze letterarie in oggetto saranno inquadrate in una prospettiva evolutiva e culturologica, di modo da offrirsi anche quale strumento di comprensione di fenomeni socio-culturali e antropologici più generali, al fine di preparare lo studente anche ad una prima analisi della situazione russa contemporanea.
In quest’ottica chi seguirà il corso acquisirà anche una griglia orientativa che permetta di connettere le dinamiche socio-culturali di quella letteratura in un più ampio contesto di scambi ed influenze con coeve correnti occidentali, quali romanticismo, letteratura fantastica e forme brevi del realismo descrittivo, nonché a fenomeni riguardanti il XX secolo come il totalitarismo, il modernismo e il postmodernismo, le pressioni socio-economiche e il fenomeno dell’emigrazione, di modo che l’approfondimento di specifiche questioni critico-letterarie dei secoli russi XIX e XX vada ad essere inquadrato in una prospettiva diacronica e comparata.

Imparando ad analizzare criticamente testi letterari dei periodi in questione sotto la guida del docente, lo studente svilupperà anche competenze che successivamente gli permetteranno di raccogliere con una discreta autonomia informazioni aggiuntive da applicare a contesti più vari di quella cultura: accenni di comparazione con le letterature già note, lettura autonoma di testi similari, analisi delle trasposizioni filmiche gli permetteranno di conseguire una più ampia consapevolezza culturologica da applicare anche nella lettura di testi culturali cronologicamente successivi. Si prevede dunque che chi seguirà il corso con regolarità acquisisca una certa padronanza nel gestire le fonti teorico-critiche, e impari a seguire autonomamente percorsi tematici e analitici, attingendo a diverse fonti esegetiche, bibliografiche o di altra natura (auspicabilmente anche in altre lingue oltre alla propria).

Prerequisiti

I materiali didattici saranno quasi esclusivamente in lingua italiana, ma ovviamente la conoscenza del russo costituisce elemento utilissimo per una più profonda acquisizione del programma, mentre gli studenti di madrelingua russa potranno liberamente scegliere di leggere la letteratura primaria in originale.
In una prospettiva ampia e comparatistica, sarebbe utile che si conoscessero almeno in linea generale una o due letterature europee occidentali e che si fosse in possesso di una minima dimestichezza con gli strumenti elementari di analisi del testo letterario.

Contenuti

Il corso si articola in DUE MODULI, relativi al XIX e al XX secolo.

Il PRIMO MODULO sviluppa una linea di ricostruzione delle forme brevi della prosa russa dell’Ottocento:

- novelle
- racconti
- romanzi brevi

individuando in esse una superficie privilegiata di dialogo e relazione con le coeve correnti letterarie europee, come:

- la letteratura fantastica e del mistero
- il racconto memorialistico/sentimentale
- il romanticismo ed il suo superamento in forme di autoanalisi, psicologizzazione autoriflessiva e grottesco.

Un’altra linea parallela di indagine sarà quella della riflessione dei prosatori russi del XIX secolo sulla propria storia patria e sul ruolo del nobile e dell’intellettuale russo nel confronto con le correnti ideali europee. In un ampio panorama storico che inquadri le principali problematiche del secolo XIX nell’Impero Russo (servitù della gleba, contrapposizione slavofili-occidentalisti, nascita del terrorismo antizarista, contrasti sociali e generazionali), si studieranno dunque in concreto alcuni dei principali autori russi dell’Ottocento: Puškin, Gogol’, Dostoevskij, Turgenev, Tolstoj e Čechov.

Nel SECONDO MODULO si proporrà uno sguardo complessivo sulla realtà socio-culturale sovietica, con particolare attenzione alle faglie di scontro e dissidio fra l’intelligencija e il potere totalitario, ma senza per questo dimenticare i casi di scrittori che a diverso titolo appoggiarono l’esperimento comunista o furono sostenitori del regime. Si getterà inoltre anche una rapida sonda nella realtà letteraria delle varie ondate dell’emigrazione, oltre che uno sguardo preliminare alla realtà post-sovietica.

Metodi Didattici

Lezioni frontali in lingua italiana, con uso di materiale audiovisivo e attenzione privilegiata alle trasposizioni cinematografiche delle opere letterarie studiate. Relativamente al secondo modulo particolare attenzione sarà dedicata ai realia sovietici e alla specifica culturologia, anche visuale, ad essi legata.

Verifica dell'apprendimento

Prova orale in lingua italiana o russa, a scelta del candidato (la possibilità di affrontare l’esame in inglese o in altre lingue slave non è esclusa, ma deve essere preventivamente concordata con il docente). Sulla base dei testi critici suggeriti e dei manuali di riferimento, verrà appurata la comprensione da parte del candidato del quadro generale storico-letterario, e in misura minore anche la sua disposizione alla critica testuale puntuale delle specifiche opere lette.
La valutazione prenderà in particolare considerazione la padronanza espressiva e l’utilizzo di una terminologia appropriata.

Testi

Letteratura Russa Triennale, A.A. 2019/20
Docente: Prof. Massimo Tria
massimo.tria@unica.it

- TUTTI I TESTI SONO A DISPOSIZIONE IN BIBLIOTECA.

- IL PRESTITO DEI TESTI ESAMI È LIMITATO A DUE SETTIMANE.

PRIMO MODULO: SECOLO XIX

MANUALE DI RIFERIMENTO:
- Guido Carpi, Storia della letteratura russa. Da Pietro il Grande alla rivoluzione d’Ottobre, Carocci editore (pp. 242-248, 292-310, 335-342, 382-397, 419-424, 437-445, 450-458, 474-510, 533-537, 554-571).

OPERE E LETTERATURA CRITICA
[4 AUTORI A SCELTA FRA I SEGUENTI 6]:
- Aleksandr Puškin, Opere, Meridiani Mondadori: La donna di picche, La figlia del capitano, comprese le rispettive note introduttive;

- Nikolaj Gogol’, Il cappotto (o La mantella), Il naso, in Meridiani Mondadori, comprese pp. XXVII-XLIV dall’introduzione OPPURE in Tascabili Economici Newton, compresa l’introduzione;

- Fёdor Dostoevskij, Le notti bianche, La mite, Il sogno di un uomo ridicolo, Newton Compton, comprese le rispettive introduzioni;
Introduzione di Leonid P. Grossman da: Fёdor Dostoevskij, La mite, Bompiani 1995, pp. 5-17;

- Ivan Turgenev, Diario di un uomo superfluo, Voland 2011, compresa la postfazione “Superfluità” di Alessandro Niero;
Ivan Turgenev, Klara Milič, Mondadori 1995, compresa Nota introduttiva;

- Lev Tolstoj, I racconti di Sebastopoli, Garzanti 2016, compresa la prefazione, pp. LI-LVII;
Lev Tolstoj, La sonata a Kreutzer, dal volume della Biblioteca di Repubblica La sonata a Kreutzer e altri racconti, compresa l’Introduzione pp. VII-XXIX;

- Anton Čechov, Reparto n. 6, Einaudi 1972, compresa la Nota introduttiva di Vittorio Strada;
Anton Čechov, La steppa (Storia di un viaggio), Quodlibet 2017, compresa la postfazione “Pustjačok” di Fausto Malcovati;


SECONDO MODULO: SECOLO XX
MANUALI DI RIFERIMENTO:
- Guido Carpi, Storia della letteratura russa. II. Dalla rivoluzione d’Ottobre a oggi, Carocci editore, [pp. 11-31, 89-93, 117-134, 143-148 (Bulgakov), 184-192 (Mandel’štam), 212-218 (Cvetaeva), 254-270, 291-293 (Trifonov)]

- Mario Caramitti, Letteratura russa contemporanea: la scrittura come resistenza, Laterza, Roma - Bari 2010, [pp. 9-26, 43-54, 74-85 (Erofeev), 167-173, 265-282]

- Gian Piero Piretto, La vita privata degli oggetti sovietici, Sironi Editore, Milano 2012, Introduzione pp. 8-43 e 4 capitoletti a scelta;
OPPURE
- Gian Piero Piretto, Indirizzo: Unione Sovietica, Sironi Editore, Milano 2015, Introduzione pp. 18-68 e 4 capitoletti a scelta;

OPERE E LETTERATURA CRITICA
[4 AUTORI A SCELTA FRA I SEGUENTI 6]:
- Isaac Babel’, L’armata a cavallo, dal volume L’armata a cavallo, con il diario dell’autore, 1920, Marsilio 2002, compresa Introduzione pp. 7-19.

- Michail Bulgakov, Cuore di cane, qualsiasi edizione;
Rita Giuliani Di Meo, Michail Bulgakov, pp. 42-49.

- Aleksandr Solženicyn, Una giornata di Ivan Denisovič dal volume Una giornata di Ivan Denisovič; La casa di Matrëna; Accadde alla stazione di Kočetovka, Einaudi 2017, comprese pagine introduttive V-XXXVIII.

- Varlam Šalamov, Kolyma, Savelli, Roma 1978, con glossarietto e Note biografiche pp. 223-239. (da leggere obbligatoriamente SOLO i racconti alle pagine: 11. 14. 30. 38. 41. 74. 121. 127. 150. 167. 181. 190. 195. 202. 208.)

- Sergej Dovlatov, La valigia, a cura di Laura Salmon, Sellerio, Palermo 1999, comprese note e postfazione.

- Venedikt Erofeev, Mosca-Petuški poema ferroviario, Quodlibet, Macerata 2014, senza l’introduzione, al cui posto andrà letto il capitolo su Erofeev in Mario Caramitti, Letteratura russa contemporanea, pp. 74-85.

PER TUTTI - Poesie di Anna Achmatova, Osip Mandelštam, Marina Cvetaeva (OGNI STUDENTE SCEGLIERÀ UNO DI QUESTI TRE), disponibili in fotocopia nella biblioteca del Dipartimento.

Altre Informazioni

Per ulteriori informazioni il docente può essere contattato anche via mail: massimo.tria@unica.it.
Gli orari di ricevimento e altre indicazioni utili si possono trovare sul sito personale http://people.unica.it/massimotria/.

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar