Insegnamenti

 

32/15/018 - LETTERATURA FRANCESE 2

Anno Accademico ​2016/2017

Docente
MARIO ​SELVAGGIO (Tit.)
Periodo
Primo Semestre​
Modalità d'Erogazione
Convenzionale​
Lingua Insegnamento




Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[32/15] ​ ​LINGUE E LETTERATURE MODERNE EUROPEE E AMERICANE [15/10 - Ord. 2015] ​ ​LINGUE, LETTERATURE E CULTURE1260
Obiettivi

Gli studenti dovranno essere in grado di analizzare un testo poetico non solo da un punto di vista semantico ma anche strutturale in modo da poterlo inquadrare correttamente nel contesto storico-letterario di appartenenza; approfondire questioni di carattere critico-letterarie anche in una prospettiva diacronica e comparata; assimilare le suggestioni critiche proposte e rielaborare, in modo autonomo e originale, i contenuti acquisiti in lingua francese; utilizzare le conoscenze e le competenze acquisite nell’ambito del corso per mettere in piedi e gestire progetti di mediazione linguistica e culturale; essere in grado d’impostare un lavoro di ricerca nelle discipline che afferiscono all’area dell’insegnamento.

Prerequisiti

Gli studenti dovranno possedere conoscenze avanzate della letteratura francese e dei fenomeni storico-culturali connessi ai testi letterari; dovranno conoscere altresì gli strumenti critici e teorici funzionali allo studio e all’analisi dei testi letterari e al loro inquadramento nei relativi contesti storico-sociali, e le metodologie proprie della critica letteraria.

Contenuti

Titolo: Memoria e identità nella poesia francofona contemporanea

Il corso, incentrato sulla poesia francofona contemporanea, sarà strutturato in due moduli didattici di 30 ore ciascuno: nel primo, ci soffermeremo sulla produzione lirica di Gaston Miron, uno dei massimi poeti francofoni del Novecento, il quale contribuirà a gettare le basi per la nascita della poesia nazionale quebecchese; nel secondo, focalizzeremo la nostra attenzione sull’opera in versi della scrittrice algerina di espressione francese Assia Djebar, in particolare su una raccolta poco nota dell’Autrice, "Poèmes pour l’Algérie heureuse", pubblicata nel 1969, all’indomani della proclamazione dell’Indipendenza dell’Algeria, in cui ritroviamo le linee madri di quella che definiremo ‘poetica della liberazione’.

1° Modulo: Gaston Miron e la nascita della poesia quebecchese

Il primo modulo, dedicato alla poesia canadese di espressione francese, si articolerà in tre momenti didattici: nel primo, si traccerà un rapido excursus sul genere poetico e sulle implicazioni di carattere teorico e pratico concernenti la lettura critica di un testo lirico (senso e ruolo del verbo poetico; funzione del poeta; ispirazione vs creazione poetica; poesia vs prosa; il linguaggio poetico; la versificazione; il lettore e la poesia, etc.); si passerà successivamente ad analizzare il ruolo strategico giocato da Gaston Miron (1928-1996) per la nascita e la lenta – ma inesorabile – affermazione della poesia nazionale quebecchese; nell’ultimo frammento didattico si proporrà l’analisi e il commento di alcune delle raccolte poetiche che hanno caratterizzato l’intensa produzione mironiana, in particolare il suo capolavoro "L’Homme rapaillé" (1970).

2° Modulo: "Poèmes pour l’Algérie heureuse" di Assia Djebar

Passata quasi inosservata al momento della sua comparsa, nel lontano 1969, sette anni dopo la fine delle ostilità in Algeria, la raccolta "Poèmes pour l’Algérie heureuse" segna una tappa cruciale nell’intenso e variegato itinerario letterario di Assia Djebar (1936-2015). Se si eccettuano alcuni studi critici apparsi di recente, questa silloge, ormai introvabile, è ancora, per molti aspetti, un territorio vergine da esplorare. Nel corso di questo secondo modulo didattico, consacrato all’analisi critica della raccolta, analisi volta a privilegiare due fra gli elementi chiave della poetica djebariana, la memoria e l’identità, vedremo come la giovane ‘scrittrice-esule’ si pone nei confronti di una delle pagine più drammatiche della storia del proprio paese, la Guerra d’Algeria (1954-1962), e come riuscirà ad esorcizzare, grazie al verbo lirico, le derive del passato coloniale, creando i presupposti per la nascita di una poesia nazionale algerina.

Metodi Didattici

Lezioni frontali a sfondo seminariale.

Verifica dell'apprendimento

Colloquio in lingua francese e in lingua italiana atto a testare le competenze acquisite. La valutazione prenderà in considerazione la padronanza espressiva e l’utilizzo di una terminologia appropriata da parte degli esaminandi, nonché la loro capacità nell’affrontare, nell’analizzare e nel contestualizzare in modo critico le problematiche sollevate durante il corso.

Testi

Primo modulo didattico

JEAN-LOUIS JOUBERT, "La Poésie", Paris, Armand Colin, « Cursus. Lettres », 20104.

JEAN ROYER, "Introduction à la poésie québécoise. Les poètes et les œuvres des origines à nos jours", 2e éd., Montréal, Bibliothèque Québécoise, coll. « Littérature », 2009. [prima parte]

MARIO SELVAGGIO, "Gaston Miron, la Poesia, la Vita", préface di Olivier Marchand, Fasano, Schena Editore, « Biblioteca della Ricerca. Transatlantique n. 11 », 2010. [saggi scelti]

OLIVIER MARCHAND, GASTON MIRON, "Deux Sangs - Sangue doppio", introduzione, traduzione e cura di Mario Selvaggio; avant-propos di Olivier Marchand; prefazione di Giovanni Dotoli; postface di Marie-Andrée Beaudet; illustrazioni di Vincenzo Viti, Fasano - Paris, Schena Editore - Alain Baudry & Cie, « Poesia e Racconto n. 60 », 2009. [seconda parte]

GASTON MIRON, "L’Homme rapaillé", version définitive, préface de Pierre Nepveu, Montréal, Éditions Typo, « Poésie », 1998. [Poesie scelte]



Secondo modulo didattico

ASSIA DJEBAR, "Poèmes pour l’Algérie heureuse", Alger, SNED, 1969.

AA.VV., "L’Algérie sous la plume d’Assia Djebar. Histoire d’une écrivaine, histoire d’un peuple", Actes du Colloque international, Facoltà di Studi Umanistici, Université de Cagliari (Cagliari 5 - 6 février 2016), sous la direction de Giovanni Dotoli, Claudia Canu-Fautré et Mario Selvaggio, Roma, Edizioni Universitarie Romane, « Voix de la Méditerranée - Voci dal Mediterraneo n. 2 », 2016. [Saggi scelti]

GIULIVA MILÒ, « Poèmes pour l’Algérie heureuse: la musique des vers pour mémoire », in G. M., Lecture et pratique de l’Histoire dans l’œuvre d’Assia Djebar, Bruxelles, Bern, Berlin, Frankfurt am Main, New York, Oxford, Wien, Peter Lang, 2007, p. 45-52.

ALI YÉDES, « Poèmes pour l’Algérie heureuse ou la reconquête du patrimoine algérien », in AA.VV., Assia Djebar, sous la direction de Najib Redouane et Yvette Bénayoun-Szmidt, Paris, L’Harmattan, « Autour des écrivains maghrébins », 2008, p. 143-163.

Altre Informazioni

Gli studenti impossibilitati a frequentare le lezioni sono pregati di mettersi in contatto con il docente per concordare un programma specifico.

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar