Insegnamenti

 

FA/0138 - ANATOMIA UMANA

Anno Accademico ​2018/2019

Docente
MARINA ​QUARTU (Tit.)
Periodo
Primo Semestre ​
Modalità d'Erogazione
Convenzionale ​
Lingua Insegnamento
 ​



Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[60/57] ​ ​BIOLOGIA [57/00 - Ord. 2012] ​ ​PERCORSO COMUNE652
Obiettivi

Alla fine del corso ci si attende che lo studente:
- abbia acquisito conoscenze sulla conformazione e sulla struttura del corpo umano attraverso un’analisi sistematica a livello macroscopico e microscopico;
- sappia dimostrare di avere compreso le interconnessioni tra morfologia e funzione di apparati, organi e tessuti;
- abbia acquisito competenza nell’uso della terminologia anatomica e medica come base per sviluppare la capacità di comunicazione professionale.

Descrittori europei
Conoscenza e capacità di comprensione:
Lezioni frontali pianificate per guidare lo studente nell'acquisizione di conoscenze di base dell'organizzazione strutturale del corpo umano dal livello macroscopico al microscopico.

Capacità applicative:
Attività pratiche autonome e guidate per la sistematizzazione delle conoscenze del corpo umano attraverso:
- lo studio, in coppia o piccoli gruppi, di modelli anatomici, scheletro e ossa;
- lavoro individuale al microscopio luce per acquisire la capacità di osservare e identificare preparati istologici degli organi del corpo umano colorati con coloranti classici. Alla fine del corso gli studenti saranno in grado di distinguere tra diversi tipi di cellule e tessuti e di identificare tessuti e organi mediante interpretazione critica delle osservazioni e un approccio scientifico.

Autonomia di giudizio:
- Verifiche scritte in itinere (costituite da diverse tipologie di quesiti: a risposta aperta, a risposta multipla, vero/falso, accoppiamento di termini a definizioni, identificazione di strutture anatomiche su disegni) finalizzate ad aiutare gli studenti a fornire una descrizione strutturata di sistemi e organi e autovalutare la comprensione e l’apprendimento delle unità didattiche presentate durante le lezioni.
- correzione collettiva delle verifiche con analisi degli errori e di eventuali problematiche insorte durante la discussione. All’interno di ciascun gruppo di domande, organizzate secondo una sequenza a difficoltà crescente, vengono individuati i quesiti il cui punteggio concorrerà alla individuazione del livello minimo per il conseguimento della sufficienza;
- attività guidata di recupero su specifiche unità didattiche;
- valutazione consapevole della didattica.

Abilità nella comunicazione:
Uso del linguaggio specifico (nomenclatura e terminologia) dell’anatomia in modo appropriato, autonomo e significativo. Capacità di fornire definizioni corrette sulla topografia e sul livello organizzativo dei diversi organi e sistemi del corpo umano. Dimostrazione della loro comprensione mediante comunicazione orale e rappresentazioni grafiche.


Capacità di apprendere:
Conoscenze teoriche essenziali dell’organizzazione morfofunzionale del corpo umano a livello macroscopico e microscopico acquisite da testi di livello universitario e utili per lo sviluppo, l’approfondimento e l’aggiornamento continuo delle conoscenze.

Prerequisiti

Solida conoscenza di base di citologia e istologia animale

Contenuti

6 CFU; 40h di lezioni frontali + 12h di laboratorio

Introduzione (1h): Nomenclatura, terminologia; cavità corporee; organi parenchimatosi e cavi.
Osteo-artro-miologia (6h): morfologia, nomenclatura e rapporti delle ossa; veduta d’insieme di scheletro, colonna vertebrale e cranio; classificazione delle articolazioni e fondamenti di meccanica articolare; generalità sui muscoli scheletrici.
App. cardiocircolatorio (5h). Cuore. Circolazione sanguifera: grande e piccolo circolo; i circoli funzionali: sistemi portali, reti mirabili; struttura istologica dei vasi; anastomosi artero-venose; circolo di Willis. Sistema linfatico: circolazione linfatica, organi linfoidi primari e secondari.
App. respiratorio (3h).
Apparato digerente (5h). Cavo orale, faringe, esofago, stomaco, intestino, ghiandole salivari, fegato e pancreas: morfologia esterna, rapporti e struttura. Cavità peritoneale.
App. uropoietico (3 h). Rene: rapporti, vascolarizzazione e struttura; nefrone e apparato iuxtaglomerulare. Le vie urinarie.
App. genitale maschile (2h). Testicolo, vie spermatiche e genitali esterni.
App. genitale femminile (2h). Ovaio, vie genitali e genitali esterni. Modificazioni cicliche e in gravidanza degli organi genitali.
Sistema endocrino (2h). Topografia, struttura e ormoni delle ghiandole endocrine; cenni sul sistema endocrino diffuso.
Sistema nervoso (SN) (11h). Cenni sullo sviluppo. Caratteristiche morfo-funzionali di neuroni e cellule gliali. Organizzazione morfo-funzionale del SN, cavità ventricolari, rivestimenti meningei. Midollo spinale: posizione, morfologia e rapporti con le meningi; gruppi neuronali della sostanza grigia (neuroni sensitivi secondari, neuroni motori somatici e viscerali) e fasci della sostanza bianca; cenni su organizzazione, nomenclatura e morfologia delle regioni del tronco encefalico, del cervelletto, del diencefalo, del telencefalo e dei nuclei grigi della base telencefalica. Nervi (spinali, cranici, splancnici), gangli (spinali, encefalici, del SN autonomo).
Attività di Laboratorio (12h)
Studio di modelli anatomici e ossa; riconoscimento induttivo dei preparati istologici di tutti i tessuti e organi umani.

Metodi Didattici

Il corso comprende 40 ore di lezioni frontali e 12 ore di attività di laboratorio e ha una durata di circa 9 settimane. Le lezioni in aula sono comprensive di test di verifica e sono integrate da esercitazioni pratiche di anatomia macroscopica e microscopica e da un'attività pratica presso il laboratorio di Istologia umana.

Verifica dell'apprendimento

Esame orale e prova pratica di riconoscimento istologico di un organo del corpo umano. Lo studente dovrà discutere oralmente alcuni argomenti differenti proposti dal docente avvalendosi, dove necessario, anche di schemi/rappresentazioni grafiche. Sono valutate la conoscenza degli argomenti del corso, le capacità di collegamento tra argomenti diversi, la capacità espressiva, l’uso di terminologia appropriata, la capacità di sintesi.
Il voto è espresso in trentesimi ed esprime la valutazione complessiva del profitto dello studente durante il corso (valutato con le verifiche in itinere) e delle risposte su alcuni differenti argomenti proposti, per ciascuno dei quali deve essere dimostrata una preparazione almeno elementare.

Il dettaglio sugli elementi che durante la prova orale concorrono alla individuazione del livello minimo per il conseguimento della sufficienza.
Di conseguenza, il giudizio può essere:
a) Sufficiente (da 18 a 20/30)
Il candidato dimostra poche nozioni acquisite, livello superficiale, molte lacune. Capacità espressive modeste, ma comunque sufficienti a sostenere un dialogo coerente; capacità logiche e consequenzialità nel raccordo degli argomenti di livello elementare; scarsa capacità di sintesi e capacità di espressione grafica piuttosto stentata; scarsa interazione con il docente durate il colloquio.
b) Discreto (da 21 a 23)
Il candidato dimostra discreta acquisizione di nozioni, ma scarso approfondimento, poche lacune; capacità espressive piú che sufficienti a sostenere un dialogo coerente; accettabile padronanza del linguaggio scientifico; capacità logiche e consequenzialità nel raccordo degli argomenti di moderata complessità; più che sufficiente capacità di sintesi e capacità di espressione grafica accettabile.
c) Buono (da 24 a 26)
Il candidato dimostra un bagaglio di nozioni piuttosto ampio, moderato approfondimento, con piccole lacune; soddisfacenti capacità espressive e significativa padronanza del linguaggio scientifico; capacità dialogica e spirito critico ben rilevabili; buona capacità di sintesi e capacità di espressione grafica piú che accettabile.
d) Ottimo (da 27 a 29)
Il candidato dimostra un bagaglio di nozioni molto esteso, ben approfondito, con lacune marginali; notevoli capacità espressive ed elevata padronanza del linguaggio scientifico; notevole capacità dialogica, buona competenza e rilevante attitudine alla sintesi logica; elevate capacità di sintesi e di espressione grafica.
e) Eccellente (30)
Il candidato dimostra un bagaglio di nozioni molto esteso e approfondito, eventuali lacune irrilevanti; elevate capacità espressive ed elevata padronanza del linguaggio scientifico; ottima capacità dialogica, spiccata attitudine a effettuare collegamenti tra argomenti diversi; ottima capacità di sintesi e grande dimestichezza con l’espressione grafica.
La lode si attribuisce a candidati nettamente sopra la media, e i cui eventuali limiti nozionistici, espressivi, concettuali, logici risultino nel complesso del tutto irrilevanti.

Testi

Testi consigliati (uno a scelta tra i seguenti testi):
Ambrosi et al., Anatomia dell’uomo, edi ermes.
Bentivoglio e aa.vv., Anatomia Umana e Istologia, Minerva Medica
Testi di consultazione:
Wheater, Istologia e Anatomia microscopica, Casa editrice Ambrosiana
Gartner, Istologia, EdiSES

Altre Informazioni

Per gli studenti frequentanti sono disponibili modelli anatomici, ossa e preparati istologici a disposizione presso le Aule di Anatomia Macroscopica e Microscopica; atlanti e testi di anatomia macroscopica e microscopica disponibili presso la Biblioteca Centrale dell’Area Biomedica; materiale iconografico utilizzato per le lezioni teoriche da richiedere al docente.

contatti | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy