Insegnamenti

 

139L - 01/32 DIRITTO PROCESSUALE PENALE

Anno Accademico ​2020/2021

Docente
MARIA FRANCESCA ​CORTESI (Tit.)
Periodo
Primo Semestre ​
Modalità d'Erogazione
Convenzionale ​
Lingua Insegnamento
ITALIANO ​



Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[1/32] ​ ​SCIENZE DEI SERVIZI GIURIDICI [32/30 - Ord. 2017] ​ ​Operatore giuridico delle amministrazioni pubbliche648
Obiettivi

Risultati di apprendimento attesi.

Conoscenza e capacità di comprensione:
Lo studente dovrà dimostrare di conoscere e comprendere gli istituti giuridici di base del sistema processuale penale.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione:
Lo studente dovrà dimostrare di saper rappresentare e affrontare le problematiche fondanti la materia processuale penale mediante la ricerca, l'interpretazione e la corretta applicazione delle regole normative.

Autonomia di giudizio:
Lo studente dovrà essere in grado di valutare in maniera autonoma le regole del procedimento penale, argomentando con rigore logico e con l'uso corretto degli strumenti giuridici.

Abilità comunicative:
Lo studente dovrà essere in grado di utilizzare correttamente il linguaggio giuridico e riuscire a spiegare in modo chiaro ed esaustivo le conoscenze acquisite, esponendo con rigore logico il proprio percorso argomentativo.

Capacità di apprendimento:
Durante il corso, tenuto conto del costante evolversi della materia nonché delle frequenti modifiche normative, saranno fornite allo studente indicazioni e letture di approfondimento.
Lo studente dovrà essere in grado di curare l'aggiornamento allo scopo di sviluppare un metodo critico nello studio del procedimento penale.

Prerequisiti

Per la comprensione della materia è consigliato approcciarsi allo studio del Diritto processuale penale, dopo aver sostenuto gli esami di Diritto costituzionale e Diritto penale.

Contenuti

Il corso si prefigge lo scopo di analizzare gli istituti caratterizzanti il procedimento penale.
Dopo una prima generale analisi della parte statica (soggetti, atti e prove), verrà concentrata maggiore attenzione allo sviluppo dinamico (indagini preliminari, procedimenti speciali, giudizio e impugnazioni).

Durante l'anno accademico gli studenti saranno accompagnati in udienza davanti ai diversi giudici penali (in udienza preliminare e in dibattimento) per verificare la pratica applicazione delle regole processuali studiate teoricamente.

Metodi Didattici

L'organizzazione delle attività didattiche prevede lezioni frontali.
Si specifica, inoltre, che la didattica verrà erogata contemporaneamente sia in presenza sia on line, delineando, dunque, una didattica mista, che possa essere fruita nelle aule universitarie, ma, al contempo, anche a distanza. Ogni studente, all'inizio del semestre, può optare, con scelta vincolante, per la didattica in presenza o a distanza. In funzione della disponibilità delle aule e del numero degli studenti che opteranno per la modalità in presenza, potrà essere prevista, comunque, una turnazione per l'effettivo accesso in aula.
Le lezioni frontali saranno, in particolare, fondate su un metodo didattico che prevede l'iterazione attiva degli studenti allo scopo di svilupparne le capacità logiche, interpretative ed argomentative.
Gli studenti frequentanti potranno concordare con il docente un programma speciale per la prova di verifica finale.

Verifica dell'apprendimento

La prova finale consisterà in un colloquio orale e verterà sui contenuti del programma.
Il punteggio della prova di esame è attribuito mediante un voto espresso in trentesimi.
I criteri con cui viene formulato il giudizio finale sono:
- la conoscenza più o meno ampia ed approfondita dei contenuti relativi alla domanda formulata;
- la logica espositiva ed argomentativa;
- la precisione e l'adeguatezza del linguaggio giuridico.
Per superare l'esame, riportando, quindi, un voto non inferiore a 18/30, lo studente deve dimostrare di aver acquisito una conoscenza almeno sufficiente dei contenuti dell'insegnamento.
Un programma d'esame particolare verrà riservato agli studenti frequentanti.

Testi

P. TONINI, Lineamenti di diritto processuale penale, Giuffrè, Milano, ult. ed.


Codice di procedura penale, a cura di G. Spangher, Giappichelli, ult. ed. o Codice di procedura penale, a cura di L. Kalb, Giuffrè, ult. ed.

Altre Informazioni

Durante il corso saranno commentate le pronunce della giurisprudenza più significative, al fine di consentire agli studenti di sviluppare un approccio pratico degli istituti.

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar