Insegnamenti

 

140L - 01/32 DIRITTO PENITENZIARIO

Anno Accademico ​2015/2016

Docente
MARIA FRANCESCA ​CORTESI (Tit.)
Periodo
Secondo Semestre ​
Modalità d'Erogazione
Convenzionale ​
Lingua Insegnamento
 ​



Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[1/32] ​ ​SCIENZE DEI SERVIZI GIURIDICI [32/00 - Ord. 2012] ​ ​PERCORSO COMUNE636
Obiettivi

L’insegnamento si propone di fornire agli studenti gli elementi fondamentali della materia.

Prerequisiti

Per la comprensione della materia si raccomanda di studiare il Diritto penitenziario solo dopo aver superato gli esami di Diritto processuale penale, Diritto costituzionale e Diritto penale.

Contenuti

Il programma di Diritto penitenziario consiste nello studio delle fonti della disciplina (cioè i princìpi costituzionali, gli atti internazionali, la legge ordinaria ed il regolamento di esecuzione). Viene poi esaminato il trattamento penitenziario (articolato in provvedimenti di sostegno, di rigore, di indulgenza, sospensivi, modificativi della pena ed extra ordinem). Infine si prende in considerazione il procedimento di sorveglianza, distinguendo tra il procedimento tipico (con particolare riguardo all’iniziativa, alla competenza, all’inammissibilità della richiesta, agli atti preliminari all’udienza, all’istruzione, all’udienza camerale, all’acquisizione delle prove, alla decisione), il procedimento di sicurezza, i procedimenti atipici, quelli incidentali, il regime delle impugnazioni, ed, infine, il giudicato.









Il programma di Diritto penitenziario consiste nello studio delle fonti della disciplina (cioè i princìpi costituzionali, gli atti internazionali e la legge ordinaria ed il regolamento di esecuzione). Viene poi esaminato il trattamento penitenziario (articolato in provvedimenti di sostegno, di rigore, di indulgenza, sospensivi, modificativi della pena ed extra ordinem). Infine si prende in considerazione il procedimento di sorveglianza, distinguendo tra il procedimento tipico (con particolare riguardo all’iniziativa, alla competenza, all’inammissibilità della richiesta, agli atti preliminari all’udienza, all’istruzione, all’udienza camerale, all’acquisizione delle prove, alla decisione), il procedimento di sicurezza) i procedimenti atipici, quelli incidentali, il regime delle impugnazioni, ed, infine, il giudicato.






Il programma di Diritto penitenziario consiste nello studio delle fonti della disciplina (cioè i princìpi costituzionali, gli atti internazionali e la legge ordinaria ed il regolamento di esecuzione). Viene poi esaminato il trattamento penitenziario (articolato in provvedimenti di sostegno, di rigore, di indulgenza, sospensivi, modificativi della pena ed extra ordinem). Infine si prende in considerazione il procedimento di sorveglianza, distinguendo tra il procedimento tipico (con particolare riguardo all’iniziativa, alla competenza, all’inammissibilità della richiesta, agli atti preliminari all’udienza, all’istruzione, all’udienza camerale, all’acquisizione delle prove, alla decisione), il procedimento di sicurezza) i procedimenti atipici, quelli incidentali, il regime delle impugnazioni, ed, infine, il giudicato.





Il programma di Diritto penitenziario consiste nello studio delle fonti della disciplina (cioè i princìpi costituzionali, gli atti internazionali e la legge ordinaria ed il regolamento di esecuzione). Viene poi esaminato il trattamento penitenziario (articolato in provvedimenti di sostegno, di rigore, di indulgenza, sospensivi, modificativi della pena ed extra ordinem). Infine si prende in considerazione il procedimento di sorveglianza, distinguendo tra il procedimento tipico (con particolare riguardo all’iniziativa, alla competenza, all’inammissibilità della richiesta, agli atti preliminari all’udienza, all’istruzione, all’udienza camerale, all’acquisizione delle prove, alla decisione), il procedimento di sicurezza) i procedimenti atipici, quelli incidentali, il regime delle impugnazioni, ed, infine, il giudicato.








Metodi Didattici

Lezioni frontali, brainstorming, partecipazione alle udienze davanti al Tribunale ed al Magistrato di sorveglianza.

Verifica dell'apprendimento

Esame di profitto finale. Un programma d'esame particolare verrà riservato agli studenti frequentanti.

Testi

L.FILIPPI - G.SPANGHER, Manuale di Diritto penitenziario, Giuffrè, ult. ed.

Altre Informazioni

Durante il corso saranno commentate le recenti pronunce della giurisprudenza più significative.

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar