Linee di ricerca

 

La mia attività di ricerca si è sviluppata in quattro diverse aree:

La prima area riguarda la costruzione e validazione di strumenti di misura di variabili psicologiche nell’ambito della psicologia della salute, dell’attività fisica e dello sport. Considerata la scarsità di strumenti psicologici disponibili in lingua italiana si è proceduto a tradurre e validare alcuni test  di comprovata validità e affidabilità  (PSDQ, SPPC, TEOSQ, ACSI-28, PMCSQ-2, GEQ, CES, ASQ, EPI, OHI),  secondo metodiche riconducibili ad un approccio alla validità di costrutto, che coniuga procedure logiche, correlazionali e sperimentali.  La costruzione e validazione degli strumenti ha consentito di approfondire lo studio di diversi costrutti rilevanti  nell’ambito della psicologia clinica e della salute, come il concetto di Sé fisico, l’autoefficacia fisica e regolativa e il benessere psicologico. Tali studi si sono concretizzati anche nello studio e costruzione di specifiche scale per lo studio dell’autoefficacia personale e collettiva nello sport (CBA-S e VEBS).

La seconda area riguarda la valutazione degli interventi nel campo della psicologia clinica e della salute con particolare riguardo per i programmi di esercizio e attività fisica rivolti a specifiche categorie di persone come anziani , adulti e adolescenti con diabete, malattie cardiovascolari, sclerosi multipla, Parkinson, tumori, disabilità mentale, dipendenze da sostanze e da videogiochi. Nel complesso i risultati dimostrano che i programmi di attività fisica possono favorire un invecchiamento di successo e svolgere un ruolo protettivo nell’evoluzione della patologia cronica, rallentando la comparsa di effetti collaterali e favorendo un miglioramento del benessere delle persone e dei loro caregiver. 

La terza area riguarda l’utilizzo dei self-report  inventory per lo studio della rappresentazione di Sé. L’analisi epistemologica dei modelli e degli strumenti utilizzati in ambito applicativo per la descrizione e la misurazione della rappresentazione di Sé ha portato ad individuare il ruolo riduttivo esercitato da alcuni presupposti teorici, spesso impliciti nell’assessment psicologico. Questi presupposti sono: a) l’oggettività relativa del concetto di Sé; b) l’identificazione, sul piano operativo, di tale costrutto con le risultanze desunte dal resoconto verbale del soggetto (self-report inventory) ; c) la supposta accessibilità del soggetto a tutte le informazioni semanticamente codificate che hanno una qualche rilevanza personale. Si è ipotizzato di conseguenza che l’analisi della situazione e degli elementi in essa rilevanti, delle interazioni sociali e delle dinamiche interpersonali possono fornire delle indicazioni sui processi d’autorappresentazione ed autovalutazione;  mediante la manipolazione della desiderabilità dei tratti, si sono potuti osservare i processi di ancoraggio e contrasto che mediante associazioni semantiche regolano in modo implicito le descrizioni autoriferite.

L’ultima area più recente riguarda i processi di professionalizzazione e di accreditamento in ambito psicologico, che pongono in primo piano l’esigenza di armonizzare i percorsi curriculari e  le competenze professionali, in una cornice europea, secondo modelli consolidati come quello EuroPsy o il Tuning Project. La tematica in costante divenire stimola una riflessione a 360 gradi sulla formazione accademica, sulla didattica disciplinare e sulle competenze professionali degli psicologi, secondo un’ottica orientata allo sviluppo professionale continuo, che possa promuovere nuovi sbocchi occupazionali e ridurre il gap tra percorsi formativi e professionali. Le attività di ricerca  condotte in questo ambito si sono spesso coniugate con la divulgazione scientifica, partendo dal presupposto che le risultanze ottenute dalle ricerche empiriche debbano essere condivise con tutti i colleghi interessati alla qualità della formazione scientifica e professionale degli psicologi.

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar