Insegnamenti e programmi

 

89 - ANATOMIA UMANA

Anno Accademico ​2017/2018

Docente
MARIA PINA ​SERRA (Tit.)
Periodo
Secondo Semestre ​
Modalità d'Erogazione
Convenzionale ​
Lingua Insegnamento
 ​



Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[50/21] ​ ​CHIMICA E TECNOLOGIA FARMACEUTICHE [21/00 - Ord. 2014] ​ ​PERCORSO COMUNE864
[50/22] ​ ​FARMACIA [22/00 - Ord. 2014] ​ ​PERCORSO COMUNE1080
Obiettivi

Conoscenza e capacità di comprensione. Conoscenza del corpo umano attraverso l’analisi sistematica di conformazione, struttura e principali implicazioni funzionali dei suoi diversi livelli organizzativi macroscopici e microscopici (apparati, organi, tessuti e cellule). Conoscenza della terminologia anatomica e medica.
Capacità di applicare conoscenza e comprensione.
Uso base del microscopio ottico per l’osservazione e il riconoscimento di preparati istologici e anatomici colorati con metodiche convenzionali, al fine di distinguere le caratteristiche morfologiche corrispondenti ai diversi tessuti e organi.

Prerequisiti

Conoscenza delle caratteristiche morfo-funzionali della cellula animale eucariote acquisite nel corso di Biologia Animale (1° anno, 1° semestre).

Prerequisiti

Conoscenza delle caratteristiche morfo-funzionali della cellula animale eucariote acquisite nel corso di Biologia Animale e Biologia Vegetale (1° anno, 1° semestre).

Contenuti

Istologia.
Cenni sullo sviluppo e il differenziamento cellulare. Caratteristiche morfofunzionali, classificazione, esempi e localizzazioni dei quattro tipi di tessuto: epiteliale, connettivo, muscolare e nervoso.
Anatomia sistematica.
Organizzazione gerarchica del corpo umano. Generalità sugli organi e gli apparati. Nomenclatura e terminologia anatomiche.
Apparato locomotore. Scheletro nel suo insieme e sue funzioni. Osteologia: generalità, classificazione delle ossa; cranio e scheletro assile; cenni sullo scheletro appendicolare. Artrologia: caratteristiche morfofunzionali delle articolazioni, classificazione ed esempi; cenni di meccanica articolare. Miologia: caratteristiche morfofunzionali dei muscoli scheletrici e loro formazioni accessorie, classificazione ed esempi; muscoli mimici, respiratori e addominali.
Apparato tegumentario. Cute e annessi cutanei. Ghiandola mammaria.
Apparato cardiocircolatorio. Circolazione sanguifera generale e polmonare; struttura dei vasi. Cuore: topografia, conformazione esterna e interna e struttura; sistema di conduzione. Pericardio. Circolazione fetale. Sistema dell’arteria aorta e delle vene cave; particolarità del circolo sistemico. Circolazione linfatica; organi linfoidi: morfologia e struttura.
Apparato digerente. Cavo orale e ghiandole salivari, faringe, esofago, stomaco, intestino tenue e crasso, fegato e pancreas: morfologia, rapporti e struttura. Cavità peritoneale.
Apparato respiratorio. Cavità nasali e seni paranasali, rinofaringe, laringe, trachea, bronchi e polmoni: morfologia, rapporti e struttura. Cavità pleuriche.
Apparato uropoietico. Rene e vie di escrezione dell’urina: morfologia, rapporti e struttura.
Apparato genitale maschile. Testicolo, vie spermatiche e organi genitali esterni: morfologia, rapporti e struttura.
Apparato genitale femminile. Ovaio, vie genitali femminili e organi genitali esterni: morfologia, rapporti e struttura; modificazioni cicliche e in gravidanza.
Sistema endocrino. Generalità e correlazioni con il sistema nervoso. Localizzazione, morfologia esterna e anatomia microscopica delle ghiandole endocrine. Cenni sul sistema endocrino diffuso.
Sistema nervoso. Cenni sullo sviluppo. Organizzazione morfofunzionale del sistema nervoso centrale e periferico. Cavità ventricolari e rivestimenti meningei del nevrasse. Organizzazione e suddivisioni funzionali del sistema nervoso autonomo. Morfologia esterna, citoarchitettonica e mieloarchitettonica, suddivisioni funzionali e relative connessioni del midollo spinale, del tronco encefalico, del cervelletto, del diencefalo e del telencefalo. Vie nervose: vie piramidali, vie extrapiramidali, vie della sensibilità generale, vie olfattive, vie ottiche, vie gustative, vie acustiche. Recettori e organi di senso: cenni sull’organizzazione dei recettori per la sensibilità generale; organi del gusto e dell’olfatto; apparato dell’udito e dell’equilibrio; apparato della vista.

Contenuti

Lezioni teoriche.
Cenni sullo sviluppo e il differenziamento cellulare.
Istologia. Caratteristiche morfofunzionali, classificazione, esempi e localizzazioni dei quattro tipi di tessuto: epiteliale, connettivo, muscolare e nervoso.
Anatomia sistematica. Organizzazione gerarchica del corpo umano, generalità sugli organi e gli apparati, nomenclatura e terminologia anatomiche.
Apparato locomotore. Scheletro nel suo insieme e sue funzioni. Osteologia: generalità e classificazione delle ossa, cranio e scheletro assile, cenni sullo scheletro appendicolare. Artrologia: caratteristiche morfofunzionali delle articolazioni, classificazione ed esempi. Miologia: caratteristiche morfofunzionali dei muscoli scheletrici e loro formazioni accessorie, classificazione ed esempi.
Apparato tegumentario. Cute e annessi cutanei. Ghiandola mammaria.
Apparato cardiocircolatorio. Circolazione sanguifera generale e polmonare; struttura dei vasi. Cuore: topografia, conformazione esterna, interna e struttura; sistema di conduzione. Pericardio. Sistema dell’arteria aorta e delle vene cave; particolarità del circolo sistemico. Circolazione linfatica. Organi linfoidi: morfologia e struttura.
Apparato digerente. Cavo orale e ghiandole salivari, faringe, esofago, stomaco, intestino tenue e crasso, fegato e pancreas: morfologia, rapporti e struttura. Cavità peritoneale.
Apparato respiratorio. Vie aeree e polmoni: morfologia, rapporti e struttura.Cavità pleurica.
Apparato urinario. Rene e vie di escrezione dell’urina: morfologia, rapporti e struttura.
Apparato genitale maschile.Testicolo, vie spermatiche e organi genitali esterni: morfologia, rapporti e struttura.
Apparato genitale femminile.Ovaio,vie genitali femminili e organi genitali esterni: morfologia, rapporti e struttura; modificazioni cicliche in gravidanza.
Sistema endocrino.Generalità e correlazioni con il sistema nervoso. Morfologia e struttura microscopica delle ghiandole endocrine pluricellulari.Cenni sul sistema endocrino diffuso.
Sistema nervoso. Cenni sullo sviluppo. Organizzazione morfofunzionale del sistema nervoso centrale e periferico, suddivisione del nevrasse, cavità ventricolari, rivestimenti meningei. Organizzazione e suddivisioni funzionali del sistema nervoso autonomo. Morfologia di superficie, organizzazione e struttura, suddivisioni funzionali e relative connessioni del midollo spinale, del tronco encefalico, del cervelletto, del diencefalo e del telencefalo. Vie nervose: vie piramidali, vie extrapiramidali, vie della sensibilità generale, vie olfattive, vie ottiche, vie gustative, vie acustiche. Cenni sui recettori e gli organi di senso.

Metodi Didattici

Il corso ha una durata di circa 11 settimane ed è organizzato in lezioni frontali (6 ore di lezione settimanali), esercitazioni pratiche di istologia e anatomia macroscopica e microscopica e prove di verifica in itinere.

Metodi Didattici

Il corso ha una durata di circa 10 settimane (6 ore di lezione settimanali). Le lezioni in aula sono comprensive di test di verifica e sono integrate da esercitazioni pratiche di istologia e anatomia macroscopica e microscopica.

Verifica dell'apprendimento

CRITERI DI VALUTAZIONE
Giudizio finale. Il voto finale tiene conto di vari fattori: Qualità delle conoscenze, abilità, competenze possedute e/o manifestate: a) appropriatezza, correttezza e congruenza delle conoscenze, b) appropriatezza, correttezza e congruenza delle abilità, c) appropriatezza, correttezza e congruenza delle competenze.
Modalità espositiva: a) Capacità espressiva; b) Utilizzo appropriato del linguaggio specifico della disciplina; c) Capacità logiche e consequenzialità nel raccordo dei contenuti; d) Capacità di collegare differenti argomenti trovando i punti comuni e istituire un disegno generale coerente, ossia curando struttura, organizzazione e connessioni logiche del discorso espositivo; e) Capacità di sintesi anche mediante l’uso del simbolismo proprio della materia e l’espressione grafica di nozioni e concetti, sotto forma per esempio di formule, schemi, equazioni.
Qualità relazionali: Disponibilità allo scambio e all’interazione con il docente durante il colloquio.
Qualità personali: a) spirito critico; b) capacità di autovalutazione.
Di conseguenza, il giudizio può essere:a) Sufficiente (da 18 a 20/30).Il candidato dimostra poche nozioni acquisite, livello superficiale, molte lacune. capacità espressive modeste, ma comunque sufficienti a sostenere un dialogo coerente;capacità logiche e consequenzialità nel raccordo degli argomenti di livello elementare; scarsa capacità di sintesi e capacità di espressione grafica piuttosto stentata; scarsa interazione con il docente durate il colloquio.b) Discreto (da 21 a 23)
Il candidato dimostra discreta acquisizione di nozioni, ma scarso approfondimento, poche lacune; capacità espressive piú che sufficienti a sostenere un dialogo coerente; accettabile padronanza del linguaggio scientifico; capacità logiche e consequenzialità nel raccordo degli argomenti di moderata complessità; più che sufficiente capacità di sintesi e capacità di espressione grafica accettabile.c) Buono (da 24 a 26)
Il candidato dimostra un bagaglio di nozioni piuttosto ampio, moderato approfondimento, con piccole lacune; soddisfacenti capacità espressive e significativa padronanza del linguaggio scientifico; capacità dialogica e spirito critico ben rilevabili; buona capacità di sintesi e capacità di espressione grafica piú che accettabile.d) Ottimo (da 27 a 29)
Il candidato dimostra un bagaglio di nozioni molto esteso, ben approfondito, con lacune marginali; notevoli capacità espressive ed elevata padronanza del linguaggio scientifico; notevole capacità dialogica, buona competenza e rilevante attitudine alla sintesi logica; elevate capacità di sintesi e di espressione grafica.e) Eccellente (30)Il candidato dimostra un bagaglio di nozioni molto esteso e approfondito, eventuali lacune irrilevanti; elevate capacità espressive ed elevata padronanza del linguaggio scientifico; ottima capacità dialogica, spiccata attitudine a effettuare collegamenti tra argomenti diversi; ottima capacità di sintesi e grande dimestichezza con l’espressione grafica.
La lode si attribuisce a candidati nettamente sopra la media, e i cui eventuali limiti nozionistici, espressivi, concettuali, logici risultino nel complesso del tutto irrilevanti.

Verifica dell'apprendimento

CRITERI DI VALUTAZIONE
Giudizio finale. Il voto finale tiene conto di vari fattori: Qualità delle conoscenze, abilità, competenze possedute e/o manifestate: a) appropriatezza, correttezza e congruenza delle conoscenze, b) appropriatezza, correttezza e congruenza delle abilità, c) appropriatezza, correttezza e congruenza delle competenze.
Modalità espositiva: a) Capacità espressiva; b) Utilizzo appropriato del linguaggio specifico della disciplina; c) Capacità logiche e consequenzialità nel raccordo dei contenuti; d) Capacità di collegare differenti argomenti trovando i punti comuni e istituire un disegno generale coerente, ossia curando struttura, organizzazione e connessioni logiche del discorso espositivo; e) Capacità di sintesi anche mediante l’uso del simbolismo proprio della materia e l’espressione grafica di nozioni e concetti, sotto forma per esempio di formule, schemi, equazioni.
Qualità relazionali: Disponibilità allo scambio e all’interazione con il docente durante il colloquio.
Qualità personali: a) spirito critico; b) capacità di autovalutazione.
Di conseguenza, il giudizio può essere:a) Sufficiente (da 18 a 20/30).Il candidato dimostra poche nozioni acquisite, livello superficiale, molte lacune. capacità espressive modeste, ma comunque sufficienti a sostenere un dialogo coerente;capacità logiche e consequenzialità nel raccordo degli argomenti di livello elementare; scarsa capacità di sintesi e capacità di espressione grafica piuttosto stentata; scarsa interazione con il docente durate il colloquio.b) Discreto (da 21 a 23)
Il candidato dimostra discreta acquisizione di nozioni, ma scarso approfondimento, poche lacune; capacità espressive piú che sufficienti a sostenere un dialogo coerente; accettabile padronanza del linguaggio scientifico; capacità logiche e consequenzialità nel raccordo degli argomenti di moderata complessità; più che sufficiente capacità di sintesi e capacità di espressione grafica accettabile.c) Buono (da 24 a 26)
Il candidato dimostra un bagaglio di nozioni piuttosto ampio, moderato approfondimento, con piccole lacune; soddisfacenti capacità espressive e significativa padronanza del linguaggio scientifico; capacità dialogica e spirito critico ben rilevabili; buona capacità di sintesi e capacità di espressione grafica piú che accettabile.d) Ottimo (da 27 a 29)
Il candidato dimostra un bagaglio di nozioni molto esteso, ben approfondito, con lacune marginali; notevoli capacità espressive ed elevata padronanza del linguaggio scientifico; notevole capacità dialogica, buona competenza e rilevante attitudine alla sintesi logica; elevate capacità di sintesi e di espressione grafica.e) Eccellente (30)Il candidato dimostra un bagaglio di nozioni molto esteso e approfondito, eventuali lacune irrilevanti; elevate capacità espressive ed elevata padronanza del linguaggio scientifico; ottima capacità dialogica, spiccata attitudine a effettuare collegamenti tra argomenti diversi; ottima capacità di sintesi e grande dimestichezza con l’espressione grafica.
La lode si attribuisce a candidati nettamente sopra la media, e i cui eventuali limiti nozionistici, espressivi, concettuali, logici risultino nel complesso del tutto irrilevanti.

Testi

Testi consigliati:
M. Bentivoglio et al. – Anatomia Umana e Istologia - Edizioni Minerva Medica
G. Ambrosi et al. - Anatomia dell’Uomo - Edi-Ermes
P. Castano et al. - Anatomia Umana - Edi-Ermes
L. Cattaneo - Compendio di Anatomia Umana - Monduzzi Editore
Pasqualino, G.L. Panattoni - Anatomia Umana - UTET

Testi di consultazione:
D. Zaccheo, M. Pestarino - Citologia, istologia e Anatomia Microscopica - Pearson
D. Zaccheo, M. Pestarino - Anatomia Microscopica - Pearson
Wheater, Burkitt, Daniels - Istologia e Anatomia Microscopica - Casa Editrice Ambrosiana.

Testi

Testo consigliato:
Bentivoglio e AA.VV., Anatomia Umana e Istologia, Minerva Medica
Ambrosi e AA.VV., Anatomia dell’uomo, Edi Ermes.
L. Cattaneo. Compendio di Anatomia Umana, Monduzzi Editore
Testi di consultazione:
Wheater, Istologia e Anatomia microscopica, Casa editrice Ambrosiana
Gartner, Istologia, EdiSES

Altre Informazioni

Modelli anatomici, ossa e preparati istologici a disposizione presso le Aule di Anatomia Macroscopica e Microscopica; atlanti e testi di anatomia macroscopica e microscopica disponibili presso la Biblioteca Centrale dell’Area Biomedica; materiale iconografico utilizzato per le lezioni teoriche da richiedere al docente.

Altre Informazioni

Modelli anatomici, ossa e preparati istologici sono disponibili per lo studio individuale presso le Aule di Anatomia Macroscopica e Microscopica a Monserrato. Testi di Anatomia macroscopica e microscopica e testi atlante sono disponibili presso la Biblioteca Biomedica Centrale a Monserrato. La docente mette a disposizione il materiale iconografico utilizzato durante le lezioni teoriche.

contatti | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy