Programmi

 

32/15/006 - LETTERATURA ITALIANA

Anno Accademico ​2016/2017

Docente
ROBERTO ​PUGGIONI (Tit.)
Periodo
Secondo Semestre​
Modalità d'Erogazione
Convenzionale​
Lingua Insegnamento




Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[32/15] ​ ​LINGUE E LETTERATURE MODERNE EUROPEE E AMERICANE [15/10 - Ord. 2015] ​ ​LINGUE, LETTERATURE E CULTURE630
Obiettivi

Al termine del corso gli studenti dovranno avere maturato una avanzata capacità di analisi dei testi letterari in programma, e avere acquisito una sviluppata competenza critica intorno alle problematiche storico-letterarie trattate. Dovranno, inoltre, essere in grado di produrre, in forma orale o scritta, una prova metodologicamente congrua e criticamente coerente di analisi delle opere letterarie studiate, anche in rapporto a una più consapevole capacità di orientamento bibliografico.

Prerequisiti

Si richiede una conoscenza adeguata dei codici costitutivi del linguaggio letterario e della storia letteraria italiana.
È necessaria una conoscenza di base dei principali orientamenti metodologici della critica letteraria. Si deve possedere una capacita di analisi, orale e scritta, delle strutture poetico-linguistiche e retoriche di un testo letterario. Si deve essere in grado di contestualizzare le forme e i significati dei messaggi contenuti nel testo in rapporto al sistema letterario e culturale a cui appartiene.

Contenuti

Geografia letteraria e poetiche del paesaggio
L'insegnamento propone due itinerari di studio accomunati dal rilievo rappresentativo dello spazio e del paesaggio nell’espressione letteraria. Nella prima parte del corso si farà riferimento ad una silloge di componimenti tratti dal Canzoniere di Petrarca e dal Decameron di Boccaccio: nel caso di Petrarca si focalizzerà il carattere “fondativo” della sua visione paesaggistica attraverso l’inglobamento dei luoghi nella percezione dell’io lirico; per quanto concerne Boccaccio – sullo sfondo della straordinaria varietà geografica che caratterizza le novelle del Decameron – si considererà soprattutto l’elaborazione narrativa delle rotte mediterranee. La seconda parte del corso sarà dedicata, invece, ad alcune connotazioni “paesaggistiche” della narrativa novecentesca, con specifico rilievo ai testi di ambientazione regionale nelle due aree culturali della Sardegna e dell’Emilia. La cornice critico-metodologica adottata costituirà la base per percorsi didattici personalizzati inerenti le due parti del corso.
L’insegnamento sarà concepito in forma seminariale con attività comuni con il corso di Letterature comparate tenuto dal Prof. Mauro Pala. Tali attività congiunte prevedono, in particolare, un ciclo di conferenze e incontri seminariali tenuti da specialisti secondo il seguente calendario: 9 marzo, prof. Mario Domenichelli; 22 marzo e 5 aprile, dott.ssa Irene Palladini; 6 aprile, prof. Giulio Iacoli; 19 aprile, prof. Giuseppe Ledda; tra 20 e 26 aprile interverrà in qualità di visiting professor il prof. Bertrand Westphal, dell’Università di Limoges, fondatore della geo-critica e studioso di fama internazionale delle tematiche geo-paesaggistiche.

Metodi Didattici

Lezioni frontali; seminari ed esercitazioni in aula, tenuti anche da specialisti invitati appositamente, come meglio precisato nei contenuti del corso. Gli studenti avranno l’opportunità di concordare un programma personalizzato, tenere delle relazioni in aula, e produrre degli elaborati. Tali attività saranno adeguatamente valorizzate in sede di valutazione finale.

Verifica dell'apprendimento

Prova orale con facoltà di proporre un percorso di ricerca personale su testi e studi, anche in forma scritta. In sede d'esame saranno accertate le capacità di interpretazione dei testi letterari e della letteratura critica relativa ai temi trattati.
La prova orale valuterà la padronanza espressiva, anche in riferimento alla specificità critico-letteraria; le capacità di contestualizzazione dell’argomento, anche nei termini geo-cronologici.
Nell’eventuale elaborato frutto di un percorso di ricerca personale, si considereranno inoltre le capacità descrittive e argomentative, l’adeguatezza del lessico, e più in generale la capacità di strutturare un testo scritto.

Sulla valutazione finale inciderà anche il grado di partecipazione attiva allo svolgimento del corso.

Testi

I. Testi (un’opera a scelta per ognuna delle due sezioni)
a) F. Petrarca, Il Canzoniere, a cura di Paola Vecchi Galli, Milano, BUR Rizzoli, 2012.
G. Boccaccio, Decameron, a cura di A. Quondam, M. Fiorilla, G. Alfano, Milano, BUR Rizzoli, 2013.
(Si preciserà nelle lezioni la silloge dei componimenti poetici e delle novelle oggetto di una più specifica analisi)
b)Maria Giacobbe, Gli arcipelaghi, Nuoro, Il Maestrale.
Sergio Atzeni, Bellas mariposas, Palermo, Sellerio.
Giulio Angioni, Sulla faccia della terra, Milano, Feltrinelli.
Silvio D’Arzo, Casa d’altri, Torino, Einaudi.
Guido Cavani, Zebio Còtal, Isbn Edizioni.
Gianni Celati, Narratori delle pianure, Milano, Feltrinelli.

II. Studi critici
a) Giancarlo Alfano, Introduzione a Paesaggi, mappe, tracciati. Cinque studi su letteratura e geografia, Napoli, Liguori, 2010.
b) Michael Jakob, Il paesaggio, Bologna, Il Mulino, 2009.
c) La parte di geo-critica sarà integrata da una dispensa preparata dal docente.


In relazione alla parte del corso dedicata a Petrarca e Boccaccio, i testi critici di riferimento sono i seguenti:
- Eugenio Battisti, Non chiare acque, in Petrarca e i suoi luoghi. Spazi reali e paesaggi poetici alle origini del moderno senso della natura, a cura di D. Luciani e M. Mosser, Treviso, Fondazione Benetton, 2009, pp. 1-23.
- K. Stierle, Paesaggi poetici del Petrarca, in Il paesaggio. Dalla percezione alla descrizione, a cura di R. Zorzi, Venezia, Marsilio Fondazione Cini, 1999, pp. 121-138.
-Roberta Morosini, Introduzione a Boccaccio geografo. Un viaggio nel Mediterraneo tra le città, i giardini e… il ‘mondo’ di Giovanni Boccaccio, a cura di Roberta Morosini, Firenze, Polistampa, 2010.
-Gino Tellini, Boccaccio Mediterraneo, in Incontri culturali tra due mondi, a cura di Antonio Carlo Vitti, Pesaro, Metauro, 2014, pp. 209-227.

Altre Informazioni

Maggiori precisazioni, specie relative all’eventuale materiale didattico integrativo, saranno fornite all’inizio delle lezioni.

GLI STUDENTI IMPOSSIBILITATI A FREQUENTARE REGOLARMENTE SONO INVITATI A TENERSI IN CONTATTO CON IL DOCENTE NEGLI ORARI DI RICEVIMENTO O PER E-MAIL.

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar