Programmi

 

32/15/005 - FILOLOGIA ROMANZA

Anno Accademico ​2016/2017

Docente
MAURIZIO ​VIRDIS (Tit.)
Periodo
Secondo Semestre​
Modalità d'Erogazione
Convenzionale​
Lingua Insegnamento




Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[32/15] ​ ​LINGUE E LETTERATURE MODERNE EUROPEE E AMERICANE [15/10 - Ord. 2015] ​ ​LINGUE, LETTERATURE E CULTURE630
Obiettivi

Obiettivi formativi insegnamento, conoscenze e abilità attese
Lauree magistrali.
- conoscenze e capacità di comprensione.
Lo studente rafforzerà le conoscenze acquisite durante la frequenza e il sostenimento dell'esame del Corso di Filologia romanza 1 (laurea triennale), in particolare nell'inquadramento critico storico-letterario di un testo medievale, e nella presa di contatto diretta dei problemi dell’edizione critica tramite l'approccio concreto a un testo manoscritto.
- Lo studente acquisirà le capacità di applicare conoscenze e comprensione a tematiche nuove o non familiari, inserite in contesti più ampi (o interdisciplinari) connessi al proprio settore di studio: p. es. alla storia generale e comparata della letteratura, alle prospettive linguistiche non solo testuali; all'assetto della facies di un testo non solo letterario proveniente da una specifica tradizione che lo tramanda;
- Lo studente acquisirà le capacità di integrare le conoscenze e gestirne la complessità attraverso un approccio maggiormente approfondito a testi medievali: filologico, linguistico, ecdotico;
- le capacità di elaborazione critica di informazioni inerenti il campo di studio specifico della filologia romanza: interpretazione del testo quale prodotto storico e storico-letterario; interpretazione del testo nelle sue dimensioni costitutive: strutture testuali e finalità comunicative; interpretazione del testo quale ci appare in seguito ai processi di trasmissione;
- Lo studente acquisirà capacità di comunicare in modo chiaro le conoscenze acquisite a interlocutori specialisti e non specialisti, nel campo letterario e, più generalmente, testuale con approccio ed ottica critico-filologiche;
- Lo studente acquisirà e affinerà quelle capacità di apprendimento che consentano di continuare a studiare per lo più in modo auto-diretto o autonomo.

Prerequisiti

Gli studenti che seguono il corso di Filologia romanza 2 e intendono sostenere il relativo esame dovranno ovviamente aver già sostenuto l’esame di Filologia romanza 1; in ogni caso essi dovranno avere chiaro il quadro relativo all'origine delle lingue neolatine e alle loro principali caratteristiche; dovranno conoscere i principi basilari dell'edizione critica dei testi manoscritti medievali, e avere già una sia pur iniziale esperienza relativa ai problemi del testo medievale.

Contenuti

Il romanzo cortese e sua evoluzione nei secoli XII e XIII. Lettura critica di L’Atre Périlleux (romanzo francese in versi del secolo XIII); problemi di interpretazione di L’Atre Périlleux: critica alla letteratura cortese ‘classica’; ironia e comicità sottesa; prospettiva allegorica delromanzo. Problemi della tradizione manoscritta e dell’edizione critica di L’Atre Périlleux.

Metodi Didattici

Lezioni frontali con esercitazione pratica sulla traduzione del testo e sul commento grammaticale di esso.

Verifica dell'apprendimento

prova orale.

- criteri di attribuzione del voto finale

1. Gli studenti candidati all’esame dovranno innanzitutto saper tradurre il testo oggetto del corso (“L’Atre Périlleux”) dimostrando di sapersi render conto di ciò che stanno traducendo, si richiede pertanto primariamente una traduzione “letterale” del testo.

2. I candidati dovranno inoltre dimostrare di avere acquisito adeguate conoscenze della grammatica storica del Francese Antico in particolare sulla fonetica e sulla morfologia; a partire dalla forma originaria (latina, germanica, ecc.), attestata o ricostruita, i candidati dovranno saper spiegare i processi evolutivi che conducono alla forma francese.

Traduzione ‘consapevole’ del testo e conoscenza della grammatica storica sono oggetto particolare delle domande d’esame, e la conoscenza di tutto ciò costituisce base imprescindibile per il superamento dell’esame stesso.

3. I candidati devono aver acquisito i fondamenti dell’ecdotica (metodo lachmanniano, le posizioni e le obiezioni di Joseph Bédier, ecc.) e dovranno conoscere la particolare situazione della tradizione manoscritta di “L’Atre Périlleux” attraverso l’esame, che sarà fatto a lezione, dei loci critici di mggior evidenza e importanza per la restitutio textus di “L’Atre Périlleux” il cui testo fa parte del programma d’esame.

4. I candidati dovranno dimostrare sensibilità critico-letteraria ed avere un adeguato linguaggio a ciò relativo in maniera tale da sapere esprimere e riferire del contenuto letterario e dei valori morali ed allegorici di “L’Atre Périlleux “, nonché delle strutture narrative di tale testo.

Il punto 1. È preliminare e il mancato superamento delle domande ad esso relative è pregiudiziale per il superamento dell’intero esame. I punti 2. e 3. Sono pur essi importanti, né è sufficiente superare quanto al punto 1. per superare l’esame.

Testi

1. L’Atre Périlleux, a cura di Brian Woledge, Paris, Champion, 1936 (è disponibile una traduzione in francese moderno di cui è fortemente raccomandata la lettura: L'atre périlleux (Le Cimetière du Grand Péril). D'une aventure de Gauvain, le Bon Chevalier, trad. fr. Marie-Louise Ollier, dans La légende arthurienne. Le Graal et la Table ronde, Paris, Laffont (Bouquins), 1989, p. 605-708);

2. E. Köhler, L’avventura cavalleresca. Ideale e realtà nei poemi della Tavola

rotonda, Bologna, Il Mulino, 2000 (parte prima) ISBN: 9788815077790

3. Maurizio Virdis Per l’edizione dell’Atre Périlleux, in «La parola del testo», 11 (2005), pp. 247-283.

4, Maurizio Virdis, L’Atre périlleux, Méraugis de Portlesguez, La Vengeance Raguidel: détours post-chrestieniani. In: Chrétien de Troyes et la tradition du roman arthurien en vers (a cura P. Serra, A. Combes. R. Trachsler, M. Virdis). Paris, Garnier. 2013.

5. M. Virdis, Gauvain e il corpo smembrato: allegorie nell’Atre Périlleux in “Carte romanze”, I, 2013, pp. 131-156.

6. G.S. Pellegrini, Appunti di grammatica storica del Provenzale, Pisa, Goliardica; or A. Roncaglia, La lingua dei trovatori, Roma, Edizioni dell’Ateneo.

Altre Informazioni

Gli studenti non frequentanti e coloro che non hanno già sostenuto l’esame di Filologia romanza 1, sono pregati di contattare il docente.

Giorni – Orario – Luogo di ricevimento studenti:
Orario (sarà comunicato in seguito)
Luogo: Studio n° 7, Via Is Mirrionis, 1-Sa Duchessa (corpo centrale), 1° piano

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar