Programmi

 

32/15/070 - LETTERATURA ITALIANA MODERNA E CONTEMPORANEA

Anno Accademico ​2016/2017

Docente
NICOLA ​TURI (Tit.)
Periodo
Primo Semestre​
Modalità d'Erogazione
Convenzionale​
Lingua Insegnamento




Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[32/15] ​ ​LINGUE E LETTERATURE MODERNE EUROPEE E AMERICANE [15/10 - Ord. 2015] ​ ​LINGUE, LETTERATURE E CULTURE630
[32/15] ​ ​LINGUE E LETTERATURE MODERNE EUROPEE E AMERICANE [15/20 - Ord. 2015] ​ ​COOPERAZIONE E MEDIAZIONE CULTURALE630
Obiettivi

Il corso intende fornire gli strumenti utili alla comprensione e all’analisi di testi narrativi, di viaggio, critici… (nella loro complessità semantica e strutturale) nonché, nello specifico del modulo proposto, a metterli in relazione con il contesto storico e sociale in cui vengono prodotti. Le lezioni dovranno servire inoltre agli studenti ad acquisire un linguaggio tecnico adatto a comunicare con chiarezza e pertinenza i contenuti appresi.

Prerequisiti

È richiesta una conoscenza di base del contesto letterario del Novecento italiano e del linguaggio critico di riferimento.

Contenuti

GLI SCRITTORI ITALIANI E L’AMERICA: VIAGGI E PAESAGGI LETTERARI DEL NOVECENTO
Il corso si propone di ripercorrere, dal punto di vista italiano, la storia delle relazioni tra la nostra comunità letteraria e gli Stati Uniti (come orizzonte geografico, culturale, artistico…) a partire dai viaggi compiuti all’alba degli anni Trenta da Mario Soldati, Emilio Cecchi e Giuseppe Borgese, fino a quelli di Italo Calvino, Alberto Arbasino e Raffaele La Capria (alla fine degli anni Cinquanta), passando per l’attività di traduzione e promozione del romanzo americano da parte di Vittorini e Pavese (tra le due guerre) e per i successivi episodi di emulazione di modelli letterari d’oltreoceano. Il corso cercherà in questo modo di seguire l’evoluzione di un canone letterario americano a uso degli italiani, e si articolerà secondo il seguente programma di massima:

I. Introduzione al corso (argomento e modalità)
II. La percezione dell’America: i viaggi di Cecchi e Prezzolini, di Borgese e Soldati
III. La letteratura americana in Italia tra le due guerre e la sua ricezione critica
IV. Pavese americanista
V. Vittorini americanista
VI. Le traduzioni per Einaudi, Bompiani e Mondadori
VII. L’antologia «Americana»
VIII. Neorealismo ed emulazione
IX. Canoni letterari del dopoguerra
X. Ambientazioni americane: Sciascia, Soldati e Piovene
XI. La ricezione di fenomeni letterari successivi
XII. Nuovi viaggi: Calvino
XIII. Nuovi viaggi/2: Arbasino
XIV. Manganelli, La Capria e l’America
XV. Bianciardi traduttore di Miller

Metodi Didattici

Lezioni frontali di due ore ciascuna, che potranno essere integrate con brevi relazioni orali degli studenti (le quali saranno valutate ai fini dell'esame finale).

Verifica dell'apprendimento

Prova orale. Le domande riguarderanno i contenuti dei testi inseriti in programma e commentati a lezione (anche in relazione al contesto storico-letterario di riferimento), al fine di valutare le conoscenze, la capacità di analisi e la proprietà di linguaggio dello studente.

Testi

Gli scrittori italiani e gli Stati Uniti:

- Mario Soldati, «America primo amore», 1931, oppure Giuseppe Borgese, «Atlante americano», 1936, oppure Italo Calvino, «Un ottimista in America, 1959-1960», Milano, Mondadori, 2014.

Gli scrittori italiani e la letteratura americana (laddove risultino di difficile reperibilità, i testi verranno messi a disposizione secondo indicazioni fornite a lezione):

- Cesare Pavese, «La letteratura americana e altri saggi», 1951 (solo i saggi o i paragrafi, ivi contenuti, «Sherwood Anderson I. Middle West e Piemonte»; «Hermann Melville I. Il baleniere letterato»; «William Faulkner»; «Ieri e oggi»).
- Elio Vittorini, «Letteratura arte società: articoli e interventi 1938-1965», Einaudi 2008 (solo gli articoli «Notizia su Saroyan»; «Cotone e tabacco»; «James Cain»; «Caldwell»; «L’ultimo Faulkner»; «America»; «Il caso Steinbeck»; «America I-III»; «Americana»; «American Influences on Contemporary Italian Literature»; «Del tradurre»).
- Alberto Arbasino, «America amore», 2011 (solo i paragrafi «Visita a Edmund Wilson»; «Un Telemaco moderno»; «Il sommo Alfred Kazin»; «Bret Easton Ellis»; «Francis Scott Fitzgerald»; «Ernest Hemingway»; «Jack Kerouac»).

Testi critici di riferimento:

- Nicola Carducci, «Gli intellettuali e l’ideologia americana nell’Italia letteraria degli anni Trenta», 1973 (solo i capitoli «Da Borgese a Cecchi» e «L’epilogo tragico: Giaime Pintor», pp. 123-155 e pp. 237-246).
- Nicola Turi, «Declinazioni del canone americano in Italia tra gli anni Quaranta e Sessanta», 2011 (solo «Introduzione» e Capitolo I, pp. 11-70).

Gli studenti dovranno inoltre dimostrare la conoscenza di un testo a scelta tra i seguenti (in inglese o in italiano, secondo la loro preferenza):

Sherwood Anderson, «Winesburg, Ohio», 1919.
William Faulkner, «Sanctuary» (titolo italiano: «Santuario»), 1931.
James Cain, «The Postman Always Rings Twice» («Il postino suona sempre due volte»), 1934.
Henry Miller, «Tropic of Cancer» («Tropico del Cancro»), 1934.
John Steinbeck, «Of Mice and Men» («Uomini e topi»), 1937.
Ernest Hemingway, «The first forty-nine stories» («I quarantanove racconti»: la prima parte, fino al racconto «Big Two-Hearted River»), 1938.

E di un altro a scelta tra i seguenti (a lezione verranno suggeriti alcuni possibili accoppiamenti):

Cesare Pavese, «Paesi tuoi», 1941.
Elio Vittorini, «Conversazione in Sicilia», 1941.
Luciano Bianciardi, «La vita agra», 1962.
Beppe Fenoglio, «La paga del sabato», 1969.

Altre Informazioni

Gli studenti non frequentati sono pregati di mettersi in contatto col dott. Nicola Turi per concordare uno specifico programma d’esame.

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar