Programmi

 

32/15/070 - LETTERATURA ITALIANA MODERNA E CONTEMPORANEA

Anno Accademico ​2015/2016

Docente
NICOLA ​TURI (Tit.)
Periodo
Primo Semestre​
Modalità d'Erogazione
Convenzionale​
Lingua Insegnamento




Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[32/15] ​ ​LINGUE E LETTERATURE MODERNE EUROPEE E AMERICANE [15/00 - Ord. 2012] ​ ​PERCORSO COMUNE630
Obiettivi

Il corso intende fornire, attraverso la lettura dei testi indicati in bibliografia, gli strumenti utili per approfondire la conoscenza di una stagione piuttosto viva della narrativa italiana (in termini di produzione artistica e dibattito teorico) nonché, più in generale, per analizzare i testi letterari nella loro complessità (semantica e strutturale) e nel loro rapporto con il contesto storico e sociale.

Prerequisiti

È richiesta una conoscenza di base del contesto letterario del secondo Novecento e del linguaggio critico di riferimento.

Contenuti

LA NARRATIVA ITALIANA DEGLI ANNI CINQUANTA: EPISODI E TENDENZE
Il corso si propone di esplorare le principali tendenze e figure letterarie del decennio che assiste al definitivo tramonto del neorealismo attraverso la comprensione dell’acceso dibattito teorico che si sviluppa sulle riviste di settore («Officina», «Verri», «Menabò») e l’analisi di alcuni episodi narrativi di particolare rilevanza: I ventitré giorni della città di Alba (1952) di Beppe Fenoglio, L’isola di Arturo (1957) di Elsa Morante e Il barone rampante (1957) di Italo Calvino. Nella seconda settimana dall’inizio del corso (12-15 ottobre) la prof. Giovanna Caltagirone e il dott. Nicola Turi terranno quattro lezioni, in compresenza, per complessive h. 8, rivolte a tutti gli studenti dei corsi triennali e magistrali di Letteratura italiana moderna e contemporanea 2015-16, che affronteranno questioni generali relative allo studio della disciplina:

• Istituzioni della modernità letteraria
• Fondazione del canone letterario
• Introduzione al testo narrativo
• Fondamenti di narratologia

per il resto il corso si articolerà secondo il seguente programma:

I - L’analisi di un decennio: obiettivi e problemi di metodo
II – Gli anni del Neorealismo e la narrativa di guerra
VII – Beppe Fenoglio, scrittore postumo: introduzione generale all’autore
VIII - I ventitré giorni della città di Alba: analisi del testo
IX – Il caso Metello
X - La nascita del «Verri» e i prodromi della Neoavanguardia
XI – Le stagioni di Italo Calvino: introduzione generale all’autore
XI – Il barone rampante: analisi del testo
XIII – Elsa Morante: introduzione generale all’autore
XIV – L’isola di Arturo: analisi del testo
XV - Romanzi di fine decennio: Quer pasticciaccio brutto de via Merulana, Il Gattopardo

Metodi Didattici

Lezioni frontali di due ore ciascuna, che potranno essere arricchite da brevi relazioni orali degli studenti (le quali saranno valutate ai fini dell'esame finale).

Verifica dell'apprendimento

Prova orale (eventualmente integrata con una breve relazione orale tenuta durante le ore di lezione) nel corso della quale verrà valutata la conoscenza e la capacità di analisi dei testi in programma e degli argomenti trattati a lezione come pure la proprietà di linguaggio e di discorso dello studente.

Testi

Testi narrativi (qualsiasi edizione):

- Beppe Fenoglio, I ventitré giorni della città di Alba, 1952 (criticamente inquadrato con le pagine di Roberto Bigazzi, Come raccontare la guerra civile, in Fenoglio, Roma, Salerno, 2011, pp. 51-73; oppure di Maria Corti, La «Guerra civile» e il mutamento del punto di vista narrativo, in Beppe Fenoglio. Storia di un “continuum” narrativo, Padova, Liviana, 1980, pp. 35-56).
- Italo Calvino, Il barone rampante, 1957 (criticamente inquadrato con Cesare Cases, Calvino e il «pathos» della distanza», in Patrie lettere, Torino, Einaudi, 1987, pp. 160-166).
- Elsa Morante, L’isola di Arturo, 1957.

Per la comprensione del dibattito letterario degli anni Cinquanta gli studenti dovranno dimostrare la conoscenza anche dei seguenti saggi o inchieste (a tal fine verranno messe a disposizione delle dispense reperibili in copisteria):

- Italo Calvino, Il midollo del leone [1955] e Il mare dell’oggettività [1959], in Una pietra sopra: discorsi di letteratura e società, 1980.
- 9 domande sul romanzo, in «Nuovi Argomenti», maggio-agosto 1959, pp. 1-72.
- Italo Calvino, Postfazione 1964 al Sentiero dei nidi di ragno, in Romanzi e racconti, Milano, Mondadori, “I Meridiani”, I, pp. 1185-1204.
- Elisabetta Mondello, I “dieci inverni” e Da «Il Verri» alla neoavanguardia, in Gli anni delle riviste. Le riviste letterarie dal 1945 agli anni Ottanta, Lecce, Milella, 1985, pp. 23-35 e pp. 36-48.

Altre Informazioni

Nella seconda settimana dall’inizio del corso (12-15 ottobre) la prof. Giovanna Caltagirone e il dott. Nicola Turi terranno quattro lezioni, in compresenza, per complessive h. 8, rivolte a tutti gli studenti dei corsi triennali e magistrali di Letteratura italiana moderna e contemporanea 2015-16, che affronteranno questioni generali relative allo studio della disciplina.

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar