Programmi

 

LS/0042 - MEDIAZIONE ORALE LINGUA INGLESE

Anno Accademico ​2018/2019

Docente
RAFFAELLA ​TOCCO (Tit.)
Periodo
Secondo Semestre ​
Modalità d'Erogazione
Convenzionale ​
Lingua Insegnamento
 ​



Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[32/19] ​ ​LINGUE E CULTURE PER LA MEDIAZIONE LINGUISTICA [19/00 - Ord. 2011] ​ ​PERCORSO COMUNE945
Obiettivi

1) (Conoscenza e comprensione) Nozioni teoriche relative all’interpretazione dialogica e allo sviluppo delle competenze richieste per la gestione di interazioni negli ambiti professionali in cui si evidenzi la necessità di mediazione linguistico-culturale.
2)(Capacità di applicare conoscenza e comprensione) Conoscenze dei fondamenti teorici dell’interpretazione dialogica e delle altre modalità di interpretazione orale e sviluppo di competenze linguistico-culturali inerenti alla professione di mediatore linguistico nella combinazione inglese-italiano.
3)(Autonomia di giudizio): autonomia, capacità decisionale, responsabilità ed etica professionale nella selezione delle strategie comunicative, in vari contesti multilingue e multiculturali.
4) (Abilità comunicative) comunicazione bidirezionale nelle lingue italiana ed inglese in vari contesti e circostanze.
5) (Capacità di apprendimento): acquisizione della consapevolezza del ruolo dell’interprete e del proprio rapporto con l’interlocutore/cliente, sviluppo della capacità di anticiparne obiettivi, aspettative implicite e relative conseguenze.

Prerequisiti

Conoscenza dell’inglese, minimo livello: B2; ottima padronanza dell’italiano.

Contenuti

Una breve introduzione teorica esporrà le tecniche fondamentali dell’interpretazione dialogica, con alcuni cenni sulla teoria e tecnica dell’interpretazione di conferenza (consecutiva, simultanea, chuchotage).
Ampio spazio verrà assorbito dalla parte pratica, che si focalizzerà sull’interpretazione di situazioni dialogiche bilingui, sia autentiche che simulate, preferenzialmente in ambito commerciale/fieristico e turistico, con particolare riferimento alle realtà ed alle produzioni locali. Le esercitazioni verteranno sull’analisi linguistica, sul potenziamento della capacità di ascolto selettivo e sul perfezionamento della competenza comunicativa, con particolare attenzione alla padronanza linguistica e alla chiarezza espositiva in inglese e in italiano. Particolare enfasi verrà posta sull’affinamento della capacità di concentrazione e di gestione dello stress e sulla sensibilizzazione agli aspetti deontologici della professione di interprete, con riferimento ad alcuni elementi paralinguistici essenziali, quali codice gestuale, prossemica e cortesia.
Più dettagliatamente, le esercitazioni pratiche consisteranno nelle seguenti attività:
1) traduzione a vista di testi IT>EN e EN>IT;
2) ascolto, memorizzazione e riformulazione di testi EN>IT;
3) organizzazione grafica delle informazioni (fondamenti della presa di appunti);
4) interpretazione di interazioni simulate, con valutazione ed autovalutazione.
Le esercitazioni saranno supportate dalla redazione in itinere di glossari tecnici e dalla ricerca di un’adeguata documentazione propedeutica. Verranno inoltre analizzate le migliori strategie per l’organizzazione logica dei dati rilevanti nella produzione orale.

Metodi Didattici

Le lezioni saranno incentrate sull’attività pratica orale degli studenti. Durante le esercitazioni di interpretazione, il docente potrà essere affiancato nella simulazione della dialogica da un esperto linguistico anglofono o da un altro docente del settore.

Verifica dell'apprendimento

Esame orale
Interpretazione dialogica professionale nell’ambito di uno dei settori esaminati durante il corso. La prova di esame potrà essere integrata da una prova di traduzione a vista.
Il voto verrà assegnato sulla base dei seguenti criteri:
- coerenza, coesione e accuratezza nella resa dei contenuti degli scambi conversazionali (30%)
- correttezza grammaticale e lessicale sia nella lingua inglese che italiana (30%);
- capacità di applicare le strategie interpretative apprese durante il corso e di coordinare l'interazione (30%)
- capacità di utilizzare la terminologia specialistica relativamente ai settori trattati durante il corso (10%).

Testi

Bibliografia consigliata:
Chessa F. (2012), Interpretazione dialogica. Le competenze per la mediazione linguistica, Roma, Carocci.
Gentile A., Ozolins U., Vasilakakos M. (1996), Liaison Interpreting: a handbook. Malbourne University Press.
Merlini R., Cavagnoli S., Di Giovanni E. (a cura di) (2009), La ricerca nella comunicazione interlinguistica: modelli teorici e metodologici, Milano, Franco Angeli.
Russo, M.C., Mack, G. (2005) Interpretazione di trattativa – La mediazione linguistico-culturale nel contesto formativo e professionale, Milano, Hoepli

Altre Informazioni

Sia la frequenza che la partecipazione attiva degli studenti alle lezioni sono vivamente raccomandate, data la specificità della materia.
Tutti i testi scritti e orali (audio-video) utilizzati durante le lezioni saranno a disposizione degli studenti in formato elettronico e/o cartaceo.
Programma per non frequentanti:
Gli studenti non frequentanti sono invitati a rivolgersi alla docente negli orari di ricevimento.

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar