Programmi

 

LS/0076 - FILOLOGIA GERMANICA

Anno Accademico ​2018/2019

Docente
MARIA ELENA ​RUGGERINI (Tit.)
Periodo
Annuale ​
Modalità d'Erogazione
Convenzionale ​
Lingua Insegnamento
 ​



Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[32/19] ​ ​LINGUE E CULTURE PER LA MEDIAZIONE LINGUISTICA [19/00 - Ord. 2011] ​ ​PERCORSO COMUNE1260
Obiettivi

Al termine del corso, gli studenti conosceranno le principali caratteristiche delle lingue germaniche antiche, e saranno in grado di spiegarne la genesi rispetto alla lingua madre comune, ovvero l’indoeuropeo; inoltre, conosceranno, per sommi capi, la cultura materiale, giuridica, religiosa dei popoli germanici dalle origini fino all’alto medioevo.
Avranno acquisito, poi, una conoscenza di base di una specifica lingua germanica antica e dei suoi tratti distintivi (specie relativamente al suo fonetismo) rispetto alle altre, nonché i rudimenti del metodo comparativo, della ricerca etimologica e della critica filologico-testuale. Sulla base di queste conoscenze, gli studenti saranno in grado di operare raffronti tra le lingue germaniche moderne, e di riconoscere i mutamenti linguistici che inglese e tedesco hanno subito e che in parte oscurano la loro comune origine. Infine, gli studenti saranno posti nella condizione di affrontare la traduzione e l’analisi filologica di un testo in antico alto tedesco e, di collocarlo nel suo contesto codicologico e letterario; di riconoscerne e descriverne peculiarità metriche, stilistiche e lessicali. Infine, si intende anche preparare lo studente a esporre le nozioni acquisite utilizzando il lessico proprio degli studi filologici, nonché ad analizzare una varietà di studi critici relativi al testo presentato durante il Corso (Hildebrandslied).

Prerequisiti

Per sostenere l’esame è richiesta la buona conoscenza di almeno una lingua germanica moderna (inglese o tedesco).
N.B.: Il Corso non è rivolto in maniera esclusiva a quanti studiano Lingua tedesca. Esso può essere seguito anche da chi studi Lingua inglese.

Contenuti

Parte generale:
a) Le lingue germaniche antiche in prospettiva indoeuropea: fonologia (sistema vocalico e sistema consonantico) e lineamenti di morfologia; il metodo comparativo e la ricostruzione linguistica. Lineamenti di cultura germanica antica: società, ordinamento giuridico, religione e mitologia, le rune, la Cristianizzazione e l’introduzione della scrittura su pergamena;
b) antico alto tedesco: origini e sviluppi; fonetica e rudimenti di morfologia;
c) Fulda e gli scriptoria tedeschi: la produzione manoscritta;
d) la miniatura carolingia e ottoniana.
Parte monografica:
Il carme eroico germanico:
a) lettura integrale, traduzione, commento linguistico-filologico del Hildebrandslied “Il carme di Ildebrando”;
b) testimonianze di area nordica e medio-tedesca sulla leggenda di Ildebrando.

Per gli studenti non-frequentanti:
È disponibile un programma che verte sull’inglese antico. Esso consente l’autoapprendimento e verrà fornito e illustrato ai singoli studenti, in orario di ricevimento.

Metodi Didattici

Il Corso viene svolto attraverso lezioni frontali ed esercitazioni. Fin dalle prime lezioni, gli studenti vengono abituati a esaminare il lessico delle lingue germaniche antiche in una prospettiva comparativa di taglio indoeuropeo, mettendo a confronto le differenti realizzazioni dei radicali nelle lingue germaniche antiche e ricollegando le parole ai loro sviluppi moderni, con particolare attenzione a eventuali slittamenti di significato. Nella parte iniziale del corso si espongono le particolarità fonetiche che contraddistinguono le lingue germaniche antiche rispetto all’indoeuropeo; ciò consente anche di verificare il possesso, da parte degli studenti, delle conoscenze linguistico-glottologiche necessarie allo studio di una lingua antica, e del relativo lessico descrittivo. In preparazione alla Prova di verifica intermedia (che si svolge alla fine del primo semestre), verranno dedicate alcune esercitazioni al ripasso delle leggi fonetiche esaminate, facendo ricorso a una ricca esemplificazione proposta attraverso una presentazione Power Point, nonché chiedendo agli studenti di svolgere alcuni esercizi in presenza della docente, la quale fornirà poi loro le soluzioni in aula o caricandole sulla piattaforma Moodle dedicata al Corso. Ciò permetterà agli studenti di riconoscere tempestivamente quali argomenti linguistici non siano stati correttamente compresi e assimilati. Dopo una serie di lezioni introduttive, si passerà a considerare una singola lingua (quest’anno, l’antico alto tedesco) e, fin dall’inizio, si cominceranno a leggere brevi estratti in lingua originale, per poi passare alla lettura integrale del poema Hildebrandslied: esso verrà esaminato sotto il profilo codicologico, linguistico, stilistico e traduttologico.

Verifica dell'apprendimento

Per gli studenti frequentanti, la verifica delle conoscenze acquisite verrà fatta in due fasi:
a) mediante una prova intermedia, formulata sotto forma di questionario a risposta guidata, che verterà sui fenomeni linguistici presentati nella prima parte del Corso. Indicazioni relative alla tipologia e ai contenuti della prova verranno fornite durante le esercitazioni ad essa dedicate, nonché pubblicizzate sulla piattaforma Moodle del Corso. Il non superamento della prova NON comporta l’esclusione dalla prova finale orale, e del voto negativo non verrà tenuto conto nella parte orale dell’esame. In caso di conseguimento di un punteggio medio-alto nel questionario, se ne terrà conto in fase di valutazione, al momento dell’esame orale;
b) mediante un esame finale in modalità orale. In particolare, esso verificherà la capacità dello studente di tradurre un passo del testo esaminato durante il corso e di offrirne un commento linguistico, stilistico e filologico-letterario, sul modello del commento svolto durante le lezioni. Nella discussione sul passo scelto verranno poste domande relative alla grammatica (soprattutto alla fonetica delle lingue germaniche antiche), nonché domande sul contesto storico-culturale e letterario del testo in esame. Oggetto di valutazione sarà anche la proprietà di linguaggio e il possesso del lessico linguistico-filologico specifico della materia.
L’esame ha una durata media di 30 minuti.

Per gli studenti non frequentanti, la verifica delle conoscenze acquisite verrà fatta mediante un esame in modalità orale. In particolare, esso verificherà la capacità dello studente di tradurre un passo del testo loro assegnato (in inglese antico) e di offrirne un commento linguistico, stilistico e filologico-letterario, limitatamente alle informazioni che essi possono acquisire sui testi di riferimento indicati nel programma a loro riservato. Nella discussione sul passo scelto verranno poste domande relative alla grammatica dell’inglese antico (soprattutto alla fonetica), nonché domande sul contesto storico-culturale e letterario dell’Inghilterra anglosassone. Elemento di valutazione sarà anche la proprietà di linguaggio e il possesso del lessico linguistico-filologico specifico della materia.

Testi

N. Francovich Onesti, La Filologia germanica, Carocci, 2002 (per la parte di cui al punto a (in: Contenuti) (esclusi i paragrafi 2.4.1-2.4.7; 2.6.4-2.7.4)
Laura Mancinelli, Da Carlo Magno a Lutero: letteratura tedesca medievale, Bollati Boringhieri, Torino 1996
Giorgio Dolfini, Lineamenti di grammatica dell’antico alto tedesco, Mursia, Milano 1974
Ute Schwab e Maria Vittoria Molinari (a cura di), Ildebrando: quattro saggi e i testi, Edizioni Dell’Orso, Alessandria 2001.
Ulteriore materiale didattico da utilizzarsi durante il corso sarà reso disponibile sulla piattaforma Moodle2.

Altre Informazioni

L’esame consente di maturare 12 CFU (di tipo “caratterizzante”) nell’ambito “Discipline filologiche” del Percorso Linguistico-letterario (Corso di laurea in Lingue e culture per la mediazione) oppure 12 CFU nell’ambito degli “esami a scelta dello studente”, qualora l’esame non sia già stato sostenuto come esame di tipo “caratterizzante”.

L’esame può essere scelto nell’ambito degli “esami a scelta” da parte degli studenti del Corso di laurea in Lingue e comunicazione e del Corso di laurea in lingue e culture per la mediazione – Percorso linguistico-interculturale (qualora non sia stato già sostenuto come esame dell'ambito disciplinare “Filologia e linguistica generale e applicata”.
Il corso di 60 ore si articola su entrambi i semestri (30 ore + 30 ore) e prevede una prova intermedia al termine del primo semestre.

Il Corso sarà caricato sulla piattaforma Moodle2, alla quale gli studenti sono tenuti a iscriversi all’inizio dell’anno accademico. La piattaforma verrà utilizzata per la condivisione di materiale didattico e per l'invio di comunicazioni relative alle lezioni, alla Prova intermedia e alle esercitazioni.
Per poter chiedere la tesi alla docente è necessario avere seguito almeno un Corso di Filologia germanica da 12 CFU. La richiesta andrà fatta con congruo anticipo rispetto alla data presunta di laurea.

Per informazioni, la docente può essere contattata anche via mail: meruggerini@libero.it

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar