Programmi

 

LF/0127 - GEOGRAFIA DEI BENI CULTURALI

Anno Accademico ​2022/2023

Docente
RAFFAELE ​CATTEDRA (Tit.)
Periodo
Primo Semestre ​
Modalità d'Erogazione
Convenzionale ​
Lingua Insegnamento
ITALIANO ​



Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[20/45] ​ ​BENI CULTURALI E SPETTACOLO [45/50 - Ord. 2016] ​ ​BENI CULTURALI E SPETTACOLO CONVENZIONALE630
[20/45] ​ ​BENI CULTURALI E SPETTACOLO [45/46 - Ord. 2016] ​ ​BENI E CULTURALI E SPETTACOLO ON LINE E IN PRESENZA (BLENDED)630
Obiettivi

Obiettivi
Conoscenza e capacità di comprensione
L'Unità didattica ha per obiettivo:
- l'apprendimento degli strumenti fondamentali (teorici e metodologici) degli studi geografici, cartografici e della geografia legata ai beni culturali,
- fornire una buona conoscenza dei fenomeni di carattere sociale e culturale necessari per poter operare nel campo delle tematiche proposte dal corso di studio.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione.
L'insegnamento intende permettere agli studenti:
- di maturare competenze utili per muoversi fra l'impianto teorico -pratico più direttamente interessate ai fenomeni culturali, politici e territoriali e dello spettacolo.

Autonomia di giudizio
- sviluppare capacità critiche relativamente ai grandi fenomeni sociali e culturali dell'età contemporanea anche in relazione alle eredità del passato;
- sviluppare capacità di interpretare con autonomia di giudizio i fenomeni legati ai beni culturali culturali i relazione ai contesti locali, nazionali e internazionale, con particolare riguardo alla riflessione su temi sociali, culturali ed etici e più in generale alla questione dei beni culturali nel mondo globalizzato.

Abilità comunicative (communication skills)
Alla fine del corso gli studenti dovrebbero essere in grado di:
- esporre in modo chiaro, anche con l'ausilio di strumenti multimediali, le proprie conoscenze e le proprie ricerche;
- argomentare le conoscenze acquisite nel campo della geografia dei beni culturali in relazione ai diversi interlocutori (specialisti e non specialisti).

Capacità di apprendimento
- Favorire e sviluppare competenze in un campo che lega beni culturali/patrimonio, cultura e territorio al fine di permettere la prosecuzione di studi di livello superiore (laurea magistrale)

Prerequisiti

Prerequisiti.
Conoscenze basilari in ambito storico-politico e culturale. In particolare lo studente deve essere in grado di individuare problematiche geografiche generali e saper inquadrare il rapporto fra società, culture e territorio sulla lunga durata e la trasformazione del mondo attuale globalizzato.

Contenuti

Contenuti
I) Parte generale e teorico-metodologica: Introduzione allo studio ai concetti e agli strumenti metodologici fondamentali della Geografia (spazio, scale, territorio, luogo, paesaggio, società, popolazione, minoranze, ambiente) e introduzione alla Cartografia, così articolata:
1. Fare geografia: processi di territorializzazione, strumenti, metodi, paradigmi e finalità della geografia nel mondo contemporaneo: spazio e territorio; paesaggio e luogo, etica e “impegno” dei geografi;
2. Rappresentazioni e costruzione cartografica del mondo: elementi di storia del pensiero cartografico (misurazione e geometrizzazione del mondo); cartografia tematica.
3. Potere, scale, società e spazi vissuti:; popolazione, culture, etnie, minoranze, lingue, religioni, mobilità; lo Stato, le organizzazioni sovra-nazionali, l’UE, la Regione, Reti.

II) Parte seconda: La geografia urbana: gli studi sulla città, l’urbanizzazione, le politiche urbane con particolare attenzione al rapporto fra cultura, beni culturali e la città, spazi pubblici, centralità e periferie, la trasformazione della città contemporanea (esempi), i grandi eventi e la valorizzazione della cultura e dei beni culturali nella la città. Un approfondimento sarà svolto sulla città di Cagliari.

III) Parte terza: territorio e beni culturali
1. Il ruolo della geografia nei processi di valorizzazione del territorio e del patrimonio.
2. L’Unesco e il patrimonio dell’umanità, patrimonio immateriale.
3. Raccontare le culture dell territorio (letteratura e metodi multimediali)

Metodi Didattici

Metodi Didattici
Lezioni frontali (10 ore per ogni parte del corso), presentate con l’ausilio di slides e di materiali multimediali. Le lezioni richiedono la partecipazione attiva degli studenti

Per soddisfare esigenze didattiche specifiche connesse all'evolversi della situazione epidemiologica, è prevista la possibilità di lezioni in diretta streaming o registrazioni delle stesse disponibili on-line. Inoltre, le esercitazioni potranno essere svolte mediante forme di interazione a distanza con i supporti informatici disponibili

Verifica dell'apprendimento

Verifica dell'apprendimento
La valutazione dell’apprendimento si basa su una prova scritta di 120 minuti, con domande a risposta aperta sui principali temi trattati relativi alle tre parti corso


In relazione all'evolversi della situazione epidemiologica, le prove scritte potranno essere sostituite da modalità di verifica differenti, come lavori individuali o di gruppo (tesine), colloqui orali, prove scritte a distanza mediante ausili informatici (Teams, etc.), o completamente eliminate nel caso delle verifiche intermedie.

Più precisamente, la prova scritta (o in alternativa il colloquio orale), mira a valutare la capacità di apprendimento e di interpretazione critica della parte metodologica e delle 2 parti tematiche.
La capacità di istituire collegamenti fra i diversi temi e la padronanza espressiva dello specifico linguaggio geografico potranno costituire un ulteriore criterio di apprezzamento della verifica.

Per conseguire un punteggio pari a 30/30 e lode, lo studente deve dimostrare di aver acquisito una conoscenza eccellente di tutti gli argomenti trattati durante il corso, nonché di possedere capacità critiche e una piena padronanza del linguaggio disciplinare.

Testi

Testi di riferimento
1- Frémont Armand, Vi piace la geografia ?, Carocci (coll. Ambiente e territorio), Roma, 2011 (Parts: Le figure del geografo, sazi vissuti, la geografia sociale, il potere, l'impegno dei geografi
2 - Turco A., Configurazioni della Territorialità, Angeli, Milano, 2010 (cap. 2, 8)
3 - Governa F., Memoli M., (des), 2011, Geografie dellurbano. Spazi, politiche, pratiche della città, Carocci, Roma (Introduzione, chap. 2, 5, 9).
4 - Cattedra R., Tanca M., Aru S., Troin Fl (eds). Cagliari. Visioni e geografie di una città, Franco Angeli, Roma, 2021
5- Spada A., 2007 (rist. 2013), Che cos'è una carta geografica, Carocci (Le bussole)
6 - Pettenati G., 2016, “Progetti di territorio. I paesaggi italiani nella World Heritage List dell’Unesco”, Rivista Geografica Italiana, vol. 123, 4, pp. 525-543

Materiali multimediali e siti web:
Docu Film Koyamiskatsi (Regia: Godfrey Reggio, 1983, Musiche: Philip Glass, Metro Goldwin Mayer, 1h,26’)
Parte 1 https://www.dailymotion.com/video/x1z0w8t
Parte 2 https://www.dailymotion.com/video/x1z0w9y

Sito web: www.cosmomed.org (Tracce di cosmopolitismo intorno al Mediterraneo. Memorie, Migrazioni e attualità)

Altri materiali didattici saranno forniti dal docente durante il corso

altri testi testi consigliati:
- Pettenati Giacomo, 2019, I paesaggi culturali Unesco in Italia, Franco Angeli, Milano (collana Nuove Geografie. Strumenti di lavoro) parti scelte

- G. Dematteis, La geografia dei beni culturali come sapere progettuale, in Rivista geografica italiana, n. 1057,1998, pp. 25-35

- Cattedra R., Tanca M, Ambizioni e strumentalizzazioni culturali come risposta alla crisi. Discorsi e metamorfosi urbane a Cagliari, in Documenti Geografici, n. 1, 2015 (scaricabile:http://www.documentigeografici.it/index.php/docugeo/article/view/73/67)

- Cattedra R. 2005, « Paesaggi urbani e pratiche territoriali tra eredità e innovazione », in : 1995, Cattedra R. & Memoli M. (eds), La città ineguale. Pratiche culturali e organizzazione della marginalità in Africa e America Latina, Milano, Unicopli, pp. 25-62.

Altre Informazioni

Altre informazioni
Alcuni documenti o testi saranno forniti dal docente. Saranno condotte ricerche su siti web. Si raccomanda l'uso di un atlante aggiornato

contatti | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy