Programmi

 

LS/0133 - SEMIOTICA DELLE LINGUE E DEI LINGUAGGI

Anno Accademico ​2021/2022

Docente
FRANCESCO ​SEDDA (Tit.)
Periodo
Primo Semestre ​
Modalità d'Erogazione
Convenzionale ​
Lingua Insegnamento
ITALIANO ​



Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[32/17] ​ ​LINGUE E COMUNICAZIONE [17/00 - Ord. 2019] ​ ​PERCORSO COMUNE630
Obiettivi

Il corso di studi in Semiotica delle Lingue e dei Linguaggi si pone i seguenti obbiettivi.
1) Offrire agli studenti una conoscenza approfondita della disciplina semiotica, dei suoi concetti e metodi, e una comprensione critica dei meccanismi di funzionamento delle lingue e dei linguaggi così come di generazione e circolazione dei significati nella sfera della comunicazione e nella più vasta sfera sociale.
2) Stimolare negli studenti una sempre più fine capacità di lettura critica dei testi e della comunicazione accrescendo la loro autonomia di giudizio rispetto ai valori, alle strategie, alle ideologie insite nella comunicazione.
3) Attivare una capacità di autoapprendimento legata al piacere di riuscire a cogliere nel dettaglio i meccanismi di generazione del senso e dunque la trama di significati che struttura tanto i vissuti quotidiani quanto le grandi forme di vita culturali in cui ciascuno è immerso.

Prerequisiti

La Semiotica delle lingue e dei linguaggi fornisce un quadro di riferimento introduttivo a temi e figure centrali nella linguistica, nella filosofia, nelle scienze della comunicazione. Al contempo porta lo studente in uno spazio di dialogo interdisciplinare con la narratologia, l'antropologia, gli studi culturali, sulla traduzione. La conoscenza di ciascuna di queste discipline, dei suoi autori e concetti, può contribuire a cogliere con più facilità, rapidità e profondità il peculiare valore della semiotica, del suo percorso storico quanto dell'odierno apparato epistemologico, teorico e metodologico. La partecipazione (passiva e attiva) al corso è inoltre favorita dalla competenza plurilinguistica e da una dieta culturale varia, attenta ai molteplici prodotti e linguaggi mediali. Più in generale è utile (e gradita) la propensione all'incontro con l'alterità, propria e altrui.

Contenuti

Il corso di studi in Semiotica delle lingue e dei linguaggi introduce gli studenti conoscenza degli autori, delle teorie e dei concetti che stanno a fondamento del metodo semiotico. Una particolare attenzione sarà dedicata alle elaborazioni di Ferdinand de Saussure, Charles S. Peirce, Louis Hjelmslev, Algirdas J. Greimas, Umberto Eco, Jurij M. Lotman. Attraverso questi autori vedremo di comprendere concetti come segno, testo, discorso, enciclopedia, semiosfera ma anche senso, significazione, inferenza, struttura, narratività, enunciazione, traduzione. Più in generale, lavorando sui punti di contatto e sulle differenze fra le maggiori scuole semiotiche interpretativa, strutturale, culturologica si prepareranno gli studenti ad ulteriori approfondimenti e ricerche.

Metodi Didattici

La didattica verrà svolta attraverso lezioni frontali* corredate dal supporto di altre forme mediali (powerpoint, immagini, video ecc.) per fissare i concetti e i passaggi principali del corso e per consentire agli studenti di ragionare in presa diretta sugli esempi d’analisi. Gli studenti saranno stimolati a intervenire e a interagire, tanto nel momento di indagine su casi studiati da altri autori, quanto nella capacità di attualizzare i ragionamenti o proporre nuovi casi di studio.
* Per soddisfare esigenze didattiche specifiche connesse alla situazione epidemiologica, è prevista la possibilità di lezioni in diretta streaming o registrazioni delle stesse disponibili on-line. Inoltre, le esercitazioni potranno essere svolte mediante forme di interazione a distanza con i supporti informatici disponibili.

Verifica dell'apprendimento

La valutazione dei risultati raggiunti sarà effettuata attraverso una prova orale che mira a valutare non solo lacquisizione delle conoscenze ma anche la chiarezza di esposizione e lacquisizione di uno sguardo analitico sui testi e i processi comunicativi.
NOTA. A conclusione del corso è generalmente previsto un esonero parziale e non obbligatorio. Sarà indicato quali testi sono ricompresi nellesonero.
Più specificamente la prova scritta* prevede delle domande a scelta multipla che permetteranno di verificare la conoscenza dei concetti base della disciplina.
Nel caso si superasse lesonero e si accettasse il voto la prova orale verterà invece sulla parte monografica del corso e sulla capacità di rielaborare e mettere in dialogo i concetti generali della semiotica. Il risultato finale sarà dato dalla media fra la prova scritta e la prova orale.
*Le prove scritte potranno essere sostituite da modalità di verifica differenti, come lavori individuali o di gruppo (tesine), colloqui orali, prove scritte a distanza mediante ausili informatici (moodle, Teams, etc.), o completamente eliminate nel caso delle verifiche intermedie.

Testi

Traini S., Le basi della semiotica, Milano, Bompiani.
Pozzato M. P., Capire la semiotica, Roma, Carocci.

Altre Informazioni

Durante il corso verranno segnalati testi e materiali che possono aiutare i discenti nell’introduzione alla disciplina, nello studio di singoli autori e temi, nell’approfondimento di specifiche questioni teoriche, nella comprensione della pratica di analisi testuale e discorsiva.

contatti | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy