Programmi

 

LS/0135 - LINGUISTICA E SOCIETA'

Anno Accademico ​2021/2022

Docente
ANTONIETTA ​MARRA (Tit.)
Periodo
Primo Semestre ​
Modalità d'Erogazione
Convenzionale ​
Lingua Insegnamento
ITALIANO ​



Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[32/17] ​ ​LINGUE E COMUNICAZIONE [17/00 - Ord. 2019] ​ ​PERCORSO COMUNE630
Obiettivi

Premessa
Proprio come un abito che portiamo addosso, la lingua può essere più o meno adeguata alla situazione in cui ci troviamo e può essere condizionata da una serie di fattori demografici, sociali e, più genericamente, culturali.
Nel corso di Linguistica e Società cercheremo di capire quali possono essere gli elementi che aiutano a riconoscere i diversi “abiti” linguistici che un parlante o una comunità utilizzano in maniera consapevole o inconsapevole. Per farlo analizzeremo alcune delle ricerche che rappresentano il fondamento più classico della disciplina che si occupa di studiare la lingua in rapporto alla società, la Sociolinguistica e verificheremo quanto da queste evidenziato nelle produzioni linguistiche che ci circondano. Osserveremo, in particolare, quali sono i parametri che creano variazione nell’uso linguistico (ad esempio l’età, il sesso, lo status sociale del parlante, ma anche le condizioni esterne al parlante) Vedremo come questi parametri sono stati considerati in alcuni studi realizzati in Italia e nel mondo e hanno permesso di evidenziare variazioni significative nella produzione linguistica di una comunità. Vedremo, inoltre, come, oltre alla variazione interna alla lingua, le comunità possono avere anche una variazione pluri- e multilingue e osserveremo come questa pluralità linguistica può essere osservata e descritta.
Attraverso le ricerche realizzate da diversi sociolinguisti e l’osservazione della realtà sociolinguistica che ci circonda saranno valutate anche diverse forme di raccolta dei dati linguistici e di strumenti di analisi.

Obiettivi specifici
Il corso mira a fornire le conoscenze e competenze di base nell’ambito della sociolinguistica, cioè dello studio della lingua in rapporto alla società.
In particolare:

Conoscenza e capacità di comprensione
- Conoscere la collocazione della sociolinguistica fra le scienze del linguaggio.
- Conoscere la complessa articolazione della disciplina
- Conoscere i principi e i concetti fondamentali della disciplina.
- Conoscere i diversi approcci e le diverse problematiche dell’analisi sociolinguistica.
- Conoscere le principali ricerche che hanno indirizzato gli studi sociolinguistici nei diversi campi di indagine e nelle diverse prospettive di analisi.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione
- Saper applicare gli strumenti teorici per l’analisi sociolinguistica.
- Saper riconoscere fenomeni sociolinguistici anche in un’ottica comparativa, a partire da quanto è riscontrabile nei contesti d’uso linguistico nazionali.
- Saper effettuare analisi e sintesi delle problematiche sociolinguistiche.

Autonomia di giudizio
- Possedere una consapevolezza sociolinguistica dei contesti linguistici nazionali e stranieri.
- Saper interpretare i dati sociolinguistici e formulare giudizi e interpretazioni autonome.

Abilità comunicative
- Essere in grado di utilizzare il lessico specialistico di base della disciplina nella descrizione delle realtà sociolinguistiche.

Capacità di apprendimento
- Essere in grado di utilizzare le conoscenze acquisite per la descrizione e l’analisi di fenomeni sociolinguistici relativi alle lingue di studio e a quelle presenti nel proprio repertorio.

Prerequisiti

Fondamenti di Linguistica generale.

Contenuti

1. Definizione, storia e statuto della disciplina

2. Definizioni di base delle categorie di analisi e nozioni fondamentali della disciplina:
- lingua, dialetto
- varietà linguistica e diasistema
- comunità linguistica
- rete sociale
- variabile sociale e variabile e variante sociolinguistica

3. Variazione (e mutamento linguistico):
- condizioni e parametri di variazione sociolinguistica (e fenomeni linguistici strutturali conseguenti)
- le motivazioni sociali al mutamento linguistico
- variazione linguistica, rete sociale e mutamento linguistico

4. Sociologia delle lingue
- status e funzione di una lingua
- repertorio linguistico e tipologie di repertorio
- repertori plurilingui e comunità
- atteggiamenti linguistici
- repertori plurilingui e territorio
- repertori linguistici e paesaggio linguistico
- politica e pianificazione linguistica

5. Metodologia di raccolta e analisi di dati sociolinguistici
- forme di raccolta sociolinguistica sul campo
- strumenti di raccolta e analisi di dati sociolinguistici.

Metodi Didattici

- Lezioni frontali.
- Esercitazioni di lettura di dati sociolinguistici.

Verifica dell'apprendimento

- Modalità di esame: Prova scritta.
Per la verifica dell’apprendimento saranno proposti gli argomenti trattati durante le lezioni e i contenuti presenti nella bibliografia indicata.
Sono previste una prova intermedia (non obbligatoria e indirizzata agli studenti frequentanti, relativa ad una prima parte del programma, che riguarderà i punti 1, 2 e 3 della sezione “Contenuti”) e una prova finale. Coloro che avranno superato la prova intermedia con un voto pari o superiore a 18/30 potranno sostenere l’esame finale limitando la verifica finale alla seconda parte del programma (punti 4 e 5 della sezione “Contenuti”). Coloro che non sosterranno la prova in itinere o non dovessero superarla sosterranno l’esame finale per entrambe le parti del programma (sezioni 1-5 dei “Contenuti”).
La prova di verifica e valutazione mira alla verifica di conoscenze e competenze attraverso diverse tipologie di domande: domande a risposta multipla, semiaperta e aperta.

-Criteri di attribuzione del voto finale
Il voto finale viene attribuito sulla base del livello di raggiungimento dei singoli risultati di apprendimento per entrambe le parti del programma. In particolare:
-per le domande a risposta multipla si valuterà la correttezza della scelta operata tra le diverse opzioni;
-le domande a risposta semiaperta e aperta si valuterà la risposta per correttezza, precisione, completezza e livello di approfondimento dei contenuti richiesti, nonché per l’adeguatezza del linguaggio specialistico disciplinare utilizzato. Per superare l’esame, riportando quindi un voto non inferiore a 18/30, lo studente deve dimostrare di aver acquisito una conoscenza sufficiente degli argomenti relativi alle nozioni di base della disciplina e ai vari livelli dell’analisi sociolinguistica e di essere in grado di applicare a casi concreti le nozioni teoriche. Per conseguire un punteggio pari a 30/30 e lode, lo studente deve invece dimostrare di aver acquisito una conoscenza eccellente di tutti gli argomenti trattati durante il corso e di quelli presenti nella bibliografia di riferimento e di essere in grado di applicare in maniera impeccabile le nozioni teoriche a casi concreti, utilizzando con precisione il linguaggio tecnico della disciplina.

Testi

1) Berruto G. / Cerruti M., 2014, Manuale di sociolinguistica, UTET, Torino (Capp. 1, 2, 3, 4 e 6).

2) Labov W., 2003 [1963], “La motivazione sociale di un mutamento fonetico”, Giannini S./ Scaglione S. (a c. di), Introduzione alla Sociolinguistica, Carocci, Roma, pp. 45-89.

3) Loi Corvetto I.,2011, Italiano di Sardegna, Treccani-Enciclopedia dell’Italiano, LINK: http://www.treccani.it/enciclopedia/italiano-di-sardegna_%28Enciclopedia-dell%27Italiano%29/

4) Iannàccaro, G., 2020, “Per una tipologia delle politiche linguistiche europee tra lingue di minoranza e lingue nazionali”, in Marra A. / Dal Negro S. (a cura di), Lingue minoritarie tra localismi e globalizzazione, Studi AItLA 11, AItLA-Associazione Italiana di Linguistica Applicata, Officinaventuno, Milano, pp. 25-50. http://www.aitla.it/pubblicazioni/studi-aitla/24-pubblicazioni/studi-aitla/679-studi-aitla-11

Un articolo a scelta tra i due seguenti:
5) Dal Negro S., 2008, “Local policy modelling the linguistic landscape”, in Shohamy, E./ Gorter, D. (eds), Linguistic Landscape. Expanding the Scenary, New York, Routledge, pp. 206-218.
6) Guerini F., 2012, “Uso dei dialetti nella segnaletica stradale con nomi di località: una panoramica sui comuni della Provincia di Bergamo”, Linguistica e Filologia 32, pp.51 - 74.

All’inizio e durante il corso saranno indicati altri materiali di lavoro reperibili online e potranno essere indicati ulteriori testi di riferimento e di approfondimento.
Tra i materiali che saranno caricati on-line saranno segnalati ulteriori suggerimenti bibliografici per i non frequentanti.

Altre Informazioni

Le lezioni inizieranno a ottobre e si svolgeranno on-line sulla piattaforma Microsoft Teams. Si concluderanno nel primo semestre.
Parte del materiale didattico usato in classe sarà reperibile online sui canali che saranno indicati indicati dalla docente.
La frequenza delle lezioni e delle esercitazioni è altamente raccomandata anche per poter sostenere la prova in itinere.
Per i non frequentanti: contattare la docente per letture integrative che permettano di avere accesso a tutti i contenuti trattati durante il corso.

contatti | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy