Programmi

 

LS/0010 - ANTROPOLOGIA SOCIALE

Anno Accademico ​2020/2021

Docente
FRANCESCO ​BACHIS (Tit.)
Periodo
Primo Semestre ​
Modalità d'Erogazione
Convenzionale ​
Lingua Insegnamento
ITALIANO ​



Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[32/17] ​ ​LINGUE E COMUNICAZIONE [17/00 - Ord. 2019] ​ ​PERCORSO COMUNE630
Obiettivi

Acquisizione critica delle principali nozioni dell'antropologia socio-culturale (cultura, relativismo culturale, etnocentrismo ecc) e del suo lessico di base.
Acquisizione di conoscenze di base sulle principali specificità del punto di vista antropologico sui processi sociali oggetto di studio (sistemi economici, riproduzione, corpo, parentela e vita familiare, gruppi e stratificazioni sociali, sistemi politici, comunicazione, religioni, culture espressive ecc).
Acquisizione della capacità di collocare geograficamente e temporalmente gli esempi etnografici utilizzati durante il corso e nei testi.
Acquisizione della capacità di utilizzare gli strumenti metodologici della disciplina attraverso la lettura critica di una monografia etnografica.

Prerequisiti

Adeguate conoscenze di carattere storico, filosofico, geografico, con particolare riferimento al colonialismo e alla storia del XIX e del XX secolo.

Contenuti

Il corso ha carattere introduttivo e si rivolge agli studenti e alle studentesse iscritti/e al primo anno del Corso di laurea in Lingue e comunicazione e a tutti/e coloro i/le quali vorranno sostenere l'esame come crediti a scelta dello studente/ssa.
Le attività didattiche affronteranno i seguenti temi:
1. Introduzione all'antropologia socio-culturale
Le origini della disciplina: antropologia e colonialismo. Antropologia culturale e antropologia sociale. Le denominazioni della disciplina in Italia. Cultura, etnocentrismo e relativismo culturale.
2. La ricerca antropologica
Dall'antropologia da tavolino alla ricerca etnografica. La nozione di campo e la sua trasformazione nel corso della storia dell'antropologia.
3. Sistemi economici
Sistemi di sussistenza e divisione del lavoro. Modelli di consumo e sistemi di scambio. Globalizzazione e trasformazioni dei sistemi di produzione e di scambio.
4. Agricolture
Mondi agricoli globali. Produrre e consumare cibo nell’Antropocene.
5. Mondi industriali e post-industriali
Lo studio etnografico dei mondi industriali. Dismissioni e riconversioni industriali. Antropologia del lavoro in Italia.
6. Riproduzione e sviluppo
Dinamiche e modelli riproduttivi. Forme di controllo della fertilità. Cultura e personalità. Ciclo della vita e riti di passaggio.
7. Corpo, malattia, malessere e cura
Il dibattito su corpo e incorporazione in antropologia. Cenni sull'etnomedicina. Gli approcci teorici dell'antropologia medica. L'antropologia medica critica.
8. Al di là dell’umano
Approcci antropologici al rapporto umano-non-umano. Cenni di etnografia multispecie.
9. Parentela
La costruzione socio-culturale della parentela. Modelli di discendenza e modelli di alleanza. I gruppi familiari e la vita domestica.
10. Gruppi e stratificazioni sociali
Gruppi sociali. Auto ed etero ascrizioni. I gruppi etnici e i loro confini. Classe e etnicità.
11. Antropologia politica
Organizzazione politica e leadership. Ordine, equilibrio e conflitto nelle società umane. Le trasformazioni dei sistemi politici e giuridici nella globalizzazione.
12. Lingue e comunicazione
Cenni sui diversi approcci dell'antropologia linguistica. Forme verbali e non verbali della comunicazione umana. Lingua, linguaggio, diversità e diseguaglianza. Analisi critica del discorso: genere e razza.
13. Religioni
Lo studio storico-comparativo delle religioni. Ritualità e approcci etnografici alle religioni. Religioni e potere.
14. La cultura espressiva
Arte e cultura, arte e società. Gioco e tempo libero. Culture espressive nei mondi post-coloniali.
15. Mobilità
Forme di mobilità e migrazioni. Migrazioni transnazionali. Transnazionalismo e dibattito antropologico sulle migrazioni.

Metodi Didattici

Lezioni frontali con supporti multimediali (slide e video).
Blog all’interno della piattaforma moodle.
Per soddisfare esigenze didattiche specifiche connesse alla situazione epidemiologica, è prevista la possibilità di lezioni in diretta streaming o registrazioni delle stesse disponibili on-line. Inoltre, le esercitazioni potranno essere svolte mediante forme di interazione a distanza con i supporti informatici disponibili.

Verifica dell'apprendimento

La verifica dell'apprendimento avverrà, se possibile e sulla base delle disposizioni d’Ateneo, attraverso una prova scritta.
I/le candidati/e avranno un ora e mezza di tempo per rispondere a 5 domande riguardanti il programma d'esame. Tre di queste saranno a risposta multipla (con cinque possibili risposte, solo una delle quali sarà corretta) e due a risposta aperta.
Le domande a risposta multipla e una di quelle a risposta aperta riguarderanno il punto 1 del programma mentre l'ultima domanda a risposta aperta riguarderà il testo a scelta dello studente (punto 2 del programma).
Entro una settimana i risultati verranno resi noti ai/alle candidati/e con comunicazione via mail. Entro 48 ore dalla comunicazione del risultato lo/la studente/ssa potrà rifiutare il voto con apposita comunicazione al docente. Dopo questo termine il voto diventerà definitivo e verrà verbalizzato su Esse3.
Le prove scritte potranno essere sostituite da modalità di verifica differenti, come lavori individuali o di gruppo (tesine), colloqui orali, prove scritte a distanza mediante ausili informatici (moodle,
Teams, etc).

Le valutazioni tra 18 a 22 trentesimi rendono conto dell’acquisizione elementare di conoscenze di base relative ai contenuti, ai metodi e alle nozioni fondamentali della disciplina. Lo/la studente/ssa ha mostrato appena sufficienti o modeste capacità analitiche e di sintesi. Lo/la studente/ssa dimostra di aver compreso ma si esprime in maniera non del tutto appropriata, presenta lacune nella formazione e nella chiarezza concettuale e terminologica.
Le valutazioni tra 23 e 26 trentesimi rendono conto dell’acquisizione più che sufficiente delle conoscenze relative ai contenuti, ai metodi e alle nozioni fondamentali della disciplina. Lo/la studente/ssa ha mostrato buone capacità analitiche e di sintesi. Lo/la studente/ssa si esprime in maniera appropriata e con chiarezza dal punto di vista dell’espressione concettuale e terminologica.
Le valutazioni tra 27 e 30 trentesimi rendono conto dell’acquisizione da molto buona a eccellente delle conoscenze relative ai contenuti, ai metodi e alle nozioni fondamentali della disciplina. Lo/la studente/ssa ha mostrato da molto buone a eccellenti capacità analitiche e di sintesi. Lo/la studente/ssa si esprime in maniera del tutto appropriata dal punto di vista concettuale e terminologico.

Testi

1. Barbara Miller, Antropologia culturale, edizione italiana a cura di Alessandra Broccolini, seconda edizione, Pearson Italia, Milano 2019. 334 p.
2. Un libro a scelta tra:
a. Elena Bougleux, Antropologia nella corporation: relazioni tra tecnica e potere in India, Cisu, Roma 2016. 141 p.
b. Carlo Capello, Ai margini del lavoro: un'antropologia della disoccupazione, Ombre Corte, Verona 2019. 182 p.
c. Fulvia D’Aloisio, Vita di fabbrica: decollo e crisi della FIAT SATA di Melfi nel racconto di Cristina, Franco Angeli, Milano 2014. 203 p.
d. Berardino Palumbo, Piegare i santi: inchini rituali e pratiche mafiose, Marietti, Bologna 2020. 176 p.
e. Roberta Raffaetà, Antropologia dei microbi: come la metagenomica sta configurando l'umano e la salute, CISU, Roma 2020. 288 p.
f. Andrea Ravenda, Carbone: inquinamento industriale, salute e politica a Brindisi, Meltemi, Milano 2018. 207p.
g. Annamaria Rivera, La città dei gatti: antropologia animalista di Essaouira, Dedalo, Bari 2016. 197 p.
h. Giuliana Sanò, Fabbriche di plastica: il lavoro nell'agricoltura industriale, Ombre Corte, Verona 2018. 235 p.

Altre Informazioni

La partecipazione alle lezioni del corso è libera e non obbligatoria.
E' caldamente consigliata l'iscrizione alla piattaforma Moodle. Materiali didattici, slides e accesso al blog saranno forniti esclusivamente attraverso questa modalità.
Gli studenti e le studentesse di altri corsi di laurea che intendano sostenere l’esame di Antropologia sociale come esame a scelta, che abbiano già sostenuto un esame di Antropologia nel proprio corso di studi, sono tenuti/e a contattare il docente prima della prova e sostituire il manuale di Barbara Miller (punto 1 dei testi in programma) con il seguente volume: Ugo Fabietti, Storia dell’antropologia, quarta edizione, Zanichelli, Bologna 2020.

Non appena possibile verrà comunicato il calendario con le date esatte delle lezioni.

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar