Programmi

 

20/40/125 - STORIA CONTEMPORANEA 1

Anno Accademico ​2021/2022

Docente
LUCA ​LECIS (Tit.)
Periodo
Primo Semestre ​
Modalità d'Erogazione
Convenzionale ​
Lingua Insegnamento
ITALIANO ​



Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[20/40] ​ ​LETTERE [40/20 - Ord. 2008] ​ ​LETTERE MODERNE1260
[20/40] ​ ​LETTERE [40/40 - Ord. 2008] ​ ​STORIA1260
[20/45] ​ ​BENI CULTURALI E SPETTACOLO [45/50 - Ord. 2016] ​ ​BENI CULTURALI E SPETTACOLO CONVENZIONALE1260
[20/45] ​ ​BENI CULTURALI E SPETTACOLO [45/46 - Ord. 2016] ​ ​BENI E CULTURALI E SPETTACOLO ON LINE E IN PRESENZA (BLENDED)1260
Obiettivi

1. Conoscenza e capacità di comprensione. Al termine del corso gli studenti avranno acquisito la conoscenza: delle diverse fasi ed epoche storiche a partire dalla seconda metà dellOttocento ai giorni nostri; della pluralità delle fonti storiche riuscendo a distinguerne il grado di attendibilità; del contesto storico, politico, sociale, economico, culturale e religioso dellItalia contemporanea; del multiforme contesto mondiale nel quale è nato e si è sviluppato il concetto di Nation-building nel corso dei tempi e degli spazi geografici; delle implicazioni etiche e dellimportanza della missione socio-educativa della Storia, con particolare riferimento a quella contemporanea; del lessico e della terminologia del linguaggio storico.
2. Conoscenza e capacità di comprensione applicate. Al termine del corso gli studenti sapranno: leggere analiticamente e comprendere levoluzione degli avvenimenti storici intercorsi nei secoli XIX-XX; contestualizzare storicamente e politicamente le diverse fasi dellevoluzione politica, culturale, economica e sociale; riconoscere, descrivere e analizzare linguaggi e forme della Storia collocandole nei contesti di riferimento attraverso un opportuno discorso storico; utilizzare un linguaggio comunicativo (scritto e parlato) adeguato; leggere criticamente articoli e/o approfondimenti giornalistici di natura storica, anche complessi.
3. Autonomia di giudizio. Al termine del corso gli studenti saranno in grado di: valutare autonomamente levoluzione storica dei processi di comunicazione politica; descrivere la composizione di un determinato mosaico nazionale, italiano o europeo; leggere criticamente un pezzo giornalistico che affronta argomenti prettamente storici.
4. Abilità comunicative. Al termine del corso gli studenti sapranno: usare in modo costante e pertinente lessico e definizioni disciplinari; comunicare efficacemente le conoscenze e le capacità maturate.
5. Capacità di apprendere. Al termine del corso gli studenti saranno in grado di: leggere e riconoscere la produzione storica; acquisire una coscienza critica tale da permettere loro di documentarsi e di comprendere i moderni meccanismi di comunicazione; autonomamente levoluzione storica dei processi di comunicazione giornalistica; migliorare le loro competenze sulla disciplina.

Prerequisiti

Per poter seguire con profitto il corso e raggiungere più agevolmente gli obiettivi sarà indispensabile aver sostenuto gli esami di storia moderna e storia del Risorgimento.

Contenuti

Attraverso la ricostruzione e lanalisi dei principali eventi e fenomeni del Novecento, il corso proposto mira a fornire le conoscenze di base della storia contemporanea privilegiando la critica dei suoi aspetti metodologici più rilevanti per approfondire così un analitico studio storico dei processi di trasformazione dei sistemi politici, economici sociali, culturali e religiosi dalla prima guerra mondiale fino al dissolvimento dellordine bipolare. Saranno privilegiati i processi di evoluzione e trasformazione del contesto europeo e statunitense e, per comprendere appieno tali processi, nel corso delle lezioni verrà fatto uso di strumenti multimediali e audiovisivi.

Metodi Didattici

Il corso si articolerà in lezioni frontali con eventuali esercitazioni (numero e modalità verranno definite allinizio delle lezioni e dipenderanno dal numero dei frequentanti) con discussioni in aula che potranno prevedere il diretto coinvolgimento di studiosi dei temi specifici che verranno trattati nelle lezioni. Vi potranno essere inoltre letture di materiali documentari come specifici esempi di critica delle fonti.
Si comunica inoltre che a seguito alle disposizione rettorali connesse alla situazione epidemiologica pandemica, le lezioni frontali seguiranno il protocollo sanitario in vigore e che dunque la didattica verrà erogata in modalità mista, ossia contemporaneamente sia in presenza (nelle aule universitarie) sia online (piattaforma digitale). All’inizio del primo semestre dell’A.A. 2020-2021 gli studenti e le studentesse regolarmente iscritti e iscritte potranno optare (scelta vincolante) per la didattica in presenza o a distanza. Si rammenta che in funzione della disponibilità delle aule e del numero di studenti potrà esser prevista una turnazione degli iscritti per consentire a tutti l’accesso in aula.

Verifica dell'apprendimento

La verifica della preparazione degli studenti sarà compiuta attraverso un colloquio.
Il punteggio della prova desame è attribuito mediante un voto in trentesimi.
Risultante del giudizio complessivo delle risposte fornite dalla/dal candidata/o, il giudizio finale sarà così giudicato: sufficiente (18-23), discreto (24-26), buono (27-28), ottimo (29-30). Per superare lesame e riportare un voto non inferiore a 18/30, voto minimo per la conoscenza elementare della materia, il candidato o la candidata dovrà dimostrare di aver acquisito una sufficiente conoscenza degli argomenti base del corso e essere in grado di esporre criticamente e collocare storicamente i temi trattati.
Per conseguire un punteggio eccellente, pari a 30/30 e lode, il candidato o la candidata deve dimostrare di aver acquisito una conoscenza eccellente di tutti gli argomenti trattati durante il corso, unitamente a una chiarezza espositiva e unappropriata proprietà di linguaggio.

Testi

1) Parte monografica:

Lucio Caracciolo, Adriano Roccucci, Storia contemporanea. Dal mondo europeo al mondo senza centro, Le Monnier-Mondadori 2017.

2) Agostino Giovagnoli, La Repubblica degli italiani. 1946-2016, Bari-Roma 2016.

3) Alberto Basciani, Egidio Ivetic, Italia e Balcani. Storia di una prossimità, Il Mulino 2021

4) Benjamin Stora, La guerra d’Algeria, Il Mulino 2009.

5) È richiesta la lettura di uno dei seguenti volumi, del quale lo studente, in sede di esame, dovrà saper esporre le principali tematiche affrontate:


Carmine Pinto, La guerra per il Mezzogiorno. Italiani, borbonici e briganti 1860-1870, Laterza 2019;
Gustavo Corni, Weimar. La Germania dal 1918 al 1933, Carocci 2020;
Mario Toscano (a cura di), L’Italia racconta Israele 1948-2018, Viella 2018;
Stefano Bottoni, Un altro Novecento. L’Europa orientale dal 1919 a oggi, Carocci 2021;
Hamit Bozarslan, La Turchia contemporanea, Il Mulino 2006;
Francesco Guida, La Russia e l’Europa orientale 1818-1914, Carocci 2015;
Giovanni Mario Ceci, La CIA e il terrorismo italiano. Dalla strage di piazza Fontana agli anni Ottanta (1969-1986), Carocci 2019;
Augusto D’Angelo, Andreotti, la Chiesa e la “solidarietà nazionale”, Studium 2020;
Raffaella Perin, La radio del papa. Propaganda e diplomazia nella seconda guerra mondiale, Il Mulino 2017;
Johan Ickx, Pio XII e gli ebrei, Rizzoli 2020;
Andrea Borelli, Gorbačëv e la riunificazione della Germania. L'impatto della «perestrojka» sul comunismo (1985-1990), Viella 2021.
Giuseppe Mayda, Mauthausen. Storia di un lager, Il Mulino 2008.

Testi

1) Parte monografica:

Lucio Caracciolo, Adriano Roccucci, Storia contemporanea. Dal mondo europeo al mondo senza centro, Le Monnier-Mondadori 2017.

2) Agostino Giovagnoli, La Repubblica degli italiani. 1946-2016, Bari-Roma 2016.

3) Alberto Basciani, Egidio Ivetic, Italia e Balcani. Storia di una prossimità, Il Mulino 2021

4) Benjamin Stora, La guerra d’Algeria, Il Mulino 2009.

5) È richiesta la lettura di uno dei seguenti volumi, del quale lo studente, in sede di esame, dovrà saper esporre le principali tematiche affrontate:

Carmine Pinto, La guerra per il Mezzogiorno. Italiani, borbonici e briganti 1860-1870, Laterza 2019;
Gustavo Corni, Weimar. La Germania dal 1918 al 1933, Carocci 2020;
Mario Toscano (a cura di), L’Italia racconta Israele 1948-2018, Viella 2018;
Stefano Bottoni, Un altro Novecento. L’Europa orientale dal 1919 a oggi, Carocci 2021;
Hamit Bozarslan, La Turchia contemporanea, Il Mulino 2006;
Francesco Guida, La Russia e l’Europa orientale 1818-1914, Carocci 2015;
Giovanni Mario Ceci, La CIA e il terrorismo italiano. Dalla strage di piazza Fontana agli anni Ottanta (1969-1986), Carocci 2019;
Augusto D’Angelo, Andreotti, la Chiesa e la “solidarietà nazionale”, Studium 2020;
Raffaella Perin, La radio del papa. Propaganda e diplomazia nella seconda guerra mondiale, Il Mulino 2017;
Johan Ickx, Pio XII e gli ebrei, Rizzoli 2020;
Andrea Borelli, Gorbačëv e la riunificazione della Germania. L'impatto della «perestrojka» sul comunismo (1985-1990), Viella 2021.
Giuseppe Mayda, Mauthausen. Storia di un lager, Il Mulino 2008.

Altre Informazioni

- Il docente riceve nei giorni, negli orari e nei modi indicati sulla pagina personale di Unica.
Attualmente, a seguito del protrarsi della fase pandemica ogni appuntamento dovrà svolgersi sulla piattaforma Microsoft Teams, previo accordo col docente tramite e-mail (lucalecis@unica.it) o telefonico (0706757062).
- Studenti con disabilità/DSA certificate possono rivolgersi al personale dei Servizi per l’Inclusione e l’Apprendimento Ufficio Disabilità e DSA per chiedere un appuntamento con il docente e concordare la verifica dell’apprendimento.

contatti | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy