Programmi

 

20/40/098 - LINGUISTICA ITALIANA 1-STORIA DELLA LINGUA ITALIANA 1

Anno Accademico ​2020/2021

Docente
RITA ​FRESU (Tit.)
Periodo
Secondo Semestre ​
Modalità d'Erogazione
Convenzionale ​
Lingua Insegnamento
ITALIANO ​



Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[20/40] ​ ​LETTERE [40/10 - Ord. 2008] ​ ​LETTERE CLASSICHE1260
[20/40] ​ ​LETTERE [40/20 - Ord. 2008] ​ ​LETTERE MODERNE1260
[20/40] ​ ​LETTERE [40/40 - Ord. 2008] ​ ​STORIA1260
Obiettivi

Il corso, che ha carattere istituzionale, si propone di fornire le conoscenze basilari e gli strumenti essenziali per una prima interpretazione della vicenda linguistica italiana dalle Origini alla realtà attuale, con particolare riferimento, per quest'ultima, alle dinamiche variazionali nell'italiano contemporaneo.

Al termine del corso lo studente:

A (conoscenze e capacità di comprensione)
possiede le conoscenze basilari e gli strumenti essenziali per una prima interpretazione della vicenda linguistica italiana dalle Origini alla realtà attuale, con particolare riferimento, per quest'ultima, alle dinamiche variazionali nell'italiano contemporaneo;

B. (capacità di applicare conoscenza e comprensione)
avrà acquisito la consapevolezza della dimensione diacronica della lingua e conosce le tappe fondamentali dell'evoluzione della lingua italiana, con particolare riferimento alla filiazione dell'italiano dal latino, al processo di diffusione del toscano fino all'Unità d'Italia, alle diverse fasi della questione della lingua; avrà inoltre acquisito conoscenze relative alle dimensioni sincroniche di variabilità linguistica, alle principali varietà del repertorio linguistico italiano e alle dinamiche variazionali che investono l'italiano attuale;

C. (autonomia di giudizio)
avrà acquisito i primi strumenti utili per un approccio di tipo storico-linguistico ai testi letterari e non letterari; sarà inoltre in grado di descrivere, classificare e interpretare i fatti linguistici rinvenibili in testi di diversa natura secondo un approccio storico-linguistico e variazionale;

D. (abilità comunicative)
sarà in grado di comunicare efficacemente le conoscenze acquisite e le capacità maturate in ambito storico- e sociolinguistico a interlocutori specialisti e non specialisti;

E. (capacità di apprendimento)
avrà acquisito e affinato le capacità di apprendimento che permettono di continuare a studiare per lo più in modo auto-diretto o autonomo le discipline linguistiche.

Prerequisiti

Solida conoscenza della grammatica italiana (analisi grammaticale, logica e del periodo); conoscenza della struttura fondamentale della lingua latina; conoscenza delle nozioni fondamentali di geografia e storia relative alla penisola italiana; consapevolezza della dimensione diacronica e sincronica.

Contenuti

Istituzioni di storia linguistica italiana
Saranno affrontati nello specifico i seguenti argomenti: dal latino all'italiano: nozioni di grammatica storica; frammentazione linguistica medievale e primi documenti in volgare; la formazione della lingua letteraria; Dante e la riflessione sul volgare; primato del fiorentino trecentesco; l'Umanesimo volgare; le lingue di koinè; la questione della lingua e la codificazione linguistica nel Cinquecento e nel Seicento; rinnovamento ed espansione dell'italiano tra Sei e Settecento; Manzoni e la riflessione sulla lingua nel XIX secolo; dinamiche di unificazione linguistica postunitaria; sviluppi e tendenze dell'italiano contemporaneo; lingua, dialetti, varietà regionali, minoranze linguistiche; italiano popolare; registri e lingue speciali; oralità e scrittura; nozioni basilari necessarie per l'analisi dei sistemi linguistici.

Metodi Didattici

Lezioni con supporti multimediali e materiali didattici integrativi; lettura e commento linguistico di testi.

Verifica dell'apprendimento

Modalità d'esame
La verifica dell'apprendimento avviene attraverso una prova orale, mirata ad appurare il grado di conoscenza e competenza degli argomenti trattati durante il corso, la comprensione dei principali snodi teorici della disciplina e la capacità di servirsi criticamente delle nozioni e degli strumenti acquisiti. Il colloquio si avvia con quesiti sulle strutture della lingua italiana e sulle nozioni fondamentali della grammatica storica, la cui conoscenza, almeno al livello della sufficienza, sarà indispensabile per il proseguimento dell'esame. Le domande successive riguarderanno aspetti e momenti specifici della vicenda linguistica italiana, con una attenzione particolare ai momenti di codificazione ed espansione dei modelli linguistici, alle varie fasi della questione della lingua, ai processi di unificazione e alle dinamiche di ristandardizzazione dell'italiano attuale.

Regole
Il punteggio della prova d'esame è attribuito mediante un voto espresso in trentesimi.

Criteri per l'attribuzione del giudizio finale
Per il superamento della prova è richiesta la solida conoscenza delle strutture della lingua italiana, la capacità di riconoscere e commentare la fenomenologia linguistica proposta in sede di esame, la capacità di illustrare esaustivamente fasi, autori e/o opere, ambiti di variabilità linguistica della storia linguistica italiana e dell'attuale repertorio linguistico. Durante il colloquio lo studente sarà invitato a sostenere con esempi specifici le proprie affermazioni al fine di consentire una valutazione della capacità di applicare le nozioni, le teorie e i metodi acquisiti. Saranno oggetto di valutazione, oltre alla conoscenza e competenza di aspetti e fenomeni, l'uso di una terminologia tecnica appropriata, la padronanza dei riferimenti cronologici e geografici, la capacità di istituire collegamenti tra le varie tematiche trattate dal programma d'esame. Il punteggio finale risulterà dalla valutazione attribuita alle risposte fornite per ciascuna domanda.

Testi

Studenti frequentanti:

1) materiali e testi commentati durante le lezioni;

2) uno a scelta tra i seguenti testi:
P. D'ACHILLE, Breve grammatica storica dell'italiano, Roma, Carocci, nuova edizione 2019 (prima ediz. 2001);
G. PATOTA, Nuovi lineamenti di grammatica storica dell'italiano, Bologna, il Mulino, 2007 (prima ediz. 2002);

3) C. MARAZZINI, La lingua italiana. Storia, testi, strumenti, Bologna, il Mulino, 2015 (nuova ed.);

4) uno a scelta tra i seguenti testi:
I. BONOMI et alii, Elementi di linguistica italiana, Roma, Carocci, nuova edizione 2010 (o ristampe successive) (con l'esclusione del cap. 4);
M. PALERMO, Linguistica italiana, Bologna, il Mulino, 2020 (con l'esclusione del cap. V L’italiano nel tempo, del cap. VIII L’italiano nel mondo e del cap. IX Il mondo in Italia);


Studenti non frequentanti:

oltre alla bibliografia indicata (vd. punti 2-4) gli studenti non frequentanti dovranno aggiungere:
5) L. SERIANNI, Prima lezione di storia della lingua italiana, Roma-Bari, Laterza, 2015.

Altre Informazioni

La frequenza è vivamente raccomandata; gli studenti non frequentanti sono invitati a portare il programma con le integrazioni indicate e a contattare tempestivamente (almeno due mesi prima dell'esame) la docente per ulteriori chiarimenti.

Luogo e orario di ricevimento: sede: studio n. 57, 2° piano, Facoltà di Studi Umanistici, edificio centrale; il calendario dei ricevimenti viene pubblicato e aggiornato online nel sito istituzionale della docente (http://people.unica.it/ritafresu/).

contatti | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy