Programmi

 

LF/0231 - ISTITUZIONI DI LINGUA LATINA

Anno Accademico ​2020/2021

Docente
FRANCESCA ​PICCIONI (Tit.)
Periodo
Secondo Semestre ​
Modalità d'Erogazione
Convenzionale ​
Lingua Insegnamento
ITALIANO ​



Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[20/40] ​ ​LETTERE [40/40 - Ord. 2008] ​ ​STORIA630
Obiettivi

Acquisire una solida conoscenza, adeguata a un corso universitario del primo ciclo, della struttura della lingua latina e dei suoi fondamenti morfosintattici;
consolidare la conoscenza della terminologia grammaticale e la capacità di impiegarla in modo appropriato;
saper applicare le conoscenze linguistiche acquisite alla lettura di un testo in latino;
sviluppare la capacità di valutare con autonomia di giudizio e ragionare sulle strutture linguistiche del latino, per potenziare competenze e attitudini critiche necessarie ad affrontare il successivo corso di studi.

Prerequisiti

Preparazione grammaticale di base, applicata alla lingua italiana o altra lingua comunitaria (concetti e categorie grammaticali; analisi morfologica, logica e del periodo).

Contenuti

Aspetti fonetici, morfologici e sintattici della lingua latina; la trattazione grammaticale, oltre che in chiave sincronico-normativa, sarà affrontata in chiave storica, in maniera adeguata a uno studio di livello universitario del Latino.
L’esposizione teorica sarà affiancata dalla lettura di Cicerone, Pro Scauro.

Metodi Didattici

Lezioni frontali e interattive.

Verifica dell'apprendimento

L’esame, orale, consiste nella corretta lettura, traduzione e commento linguistico di un passo della Pro Scauro di Cicerone.
La traduzione, in buon italiano, dovrà essere basata sulla analisi (grammaticale, logica, del periodo e del lessico) del testo latino. 
Il commento verterà su aspetti della grammatica normativa, del lessico, della grammatica storica e dello stile.
È richiesta una adeguata conoscenza dei concetti e della terminologia grammaticale.
Il punteggio della prova d’esame è attribuito mediante un voto espresso in trentesimi.
La determinazione del punteggio tiene conto della conoscenza e padronanza degli argomenti trattati, delle capacità analitiche e critiche nell’interpretazione del testo latino e della chiarezza e proprietà espressive. Per riportare un voto non inferiore a 18/30 e superare l’esame lo studente deve dimostrare di aver acquisito una conoscenza sufficiente degli argomenti in programma e di essere in grado di analizzare un testo dal punto di vista linguistico. Per conseguire un punteggio pari a 30/30 e lode, lo studente deve invece dimostrare di aver acquisito una conoscenza eccellente di tutti gli argomenti trattati.

Testi

1) Cicerone, Pro Scauro
Edizione di riferimento: Cicéron, Pour Cn. Plancius, Pour M. Aemilius Scaurus, texte établi et traduit par Pierre Grimal, Paris, Les Belles Lettres, 1976

2) A. Traina - G. Bernardi Perini, Propedeutica al latino universitario, Bologna, Patron, 1992 (o successive edizioni); F. Cupaiuolo, Problemi di lingua latina: appunti di grammatica storica,
Napoli, Loffredo, 2002

3) come testo di consultazione per la grammatica normativa si consiglia: M. Fucecchi L. Graverini, La lingua latina. Fondamenti di morfologia e sintassi, seconda edizione, Milano, Le Monnier Università, 2016; oppure I. Dionigi – L. Morisi – E. Riganti, Il latino, Edizione compatta, Bari, Laterza, 2011; oppure, per la sintassi, A. Traina - T. Bertotti, Sintassi normativa della lingua latina, Bologna, Cappelli, 1985.

Altre Informazioni

Gli studenti che non potranno frequentare le lezioni sono invitati a mettersi in contatto col docente ufficiale per chiarimenti sul programma con un congruo anticipo rispetto al momento in cui si presenteranno a sostenere l’esame.
Per qualsiasi ulteriore chiarimento gli studenti sono invitati a rivolgersi al docente ufficiale.

contatti | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy