Programmi

 

32/17/083 - STORIA DEL GIORNALISMO

Anno Accademico ​2020/2021

Docente
LUCA ​LECIS (Tit.)
Periodo
Primo Semestre ​
Modalità d'Erogazione
Convenzionale ​
Lingua Insegnamento
ITALIANO ​



Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[20/39] ​ ​FILOSOFIA [39/00 - Ord. 2013] ​ ​PERCORSO COMUNE630
[20/40] ​ ​LETTERE [40/40 - Ord. 2008] ​ ​STORIA630
Obiettivi

2.1 Obiettivi formativi

1. Conoscenza e capacità di comprensione (knowledge and understanding)
Al termine del corso gli studenti avranno acquisito la conoscenza:
- delle diverse fonti di informazione riuscendo a distinguerne il grado di attendibilità;
- del contesto storico, politico, sociale ed economico nel quale è nato e si è sviluppato il giornalismo nel corso dei tempi e degli spazi geografici;
- degli strumenti atti a riconoscere e interpretare i tratti prominenti della produzione giornalistica;
- delle implicazioni etiche e della “missione” sociale dei mezzi di produzione e fruizione giornalistica;
- dei mezzi e contesti di produzione e fruizione giornalistica;
- del lessico e della terminologia del linguaggio giornalistico.
2. Conoscenza e capacità di comprensione applicate (applying knowledge and understanding)
Al termine del corso gli studenti sapranno:
- leggere analiticamente e comprendere l’evoluzione storica del giornalismo dal XIX al XXI secolo;
- contestualizzare storicamente e politicamente le diverse fasi dell’evoluzione giornalistica;
- riconoscere, descrivere e analizzare i linguaggi e le forme giornalistiche collocandole nei loro contesti di riferimento attraverso un discorso storico opportuno;
- utilizzare un linguaggio comunicativo (scritto e parlato) adatto alla professione giornalistica;
- leggere criticamente articoli e/o approfondimenti giornalistici, anche complessi;
- comprendere e realizzare brevi articoli/comunicati stampa secondo le norme proprie della professione giornalistica.
3. Autonomia di giudizio (making judgements)
Al termine del corso gli studenti saranno in grado di:
- valutare autonomamente l’evoluzione storica dei processi di comunicazione giornalistica;
- descrivere la composizione di un quotidiano e/o di un comunicato stampa;
- leggere criticamente un “pezzo” giornalistico;
4. Abilità comunicative (communication skills)
Al termine del corso gli studenti sapranno:
- usare in modo costante e pertinente lessico e definizioni disciplinari;
- comunicare efficacemente le conoscenze e le capacità maturate.
5. Capacità di apprendere (learning skills)
Al termine del corso gli studenti saranno in grado di:
- leggere e riconoscere la produzione giornalistica in prospettiva storica;
- acquisire una “coscienza critica” tale da permettere loro di documentarsi e di comprendere i moderni meccanismi di comunicazione giornalistica;
- autonomamente l’evoluzione storica dei processi di comunicazione giornalistica;
- migliorare le loro competenze sulla disciplina.

Obiettivi

2.1 Obiettivi formativi

1. Conoscenza e capacità di comprensione (knowledge and understanding)
Al termine del corso gli studenti avranno acquisito la conoscenza:
- delle diverse fonti di informazione riuscendo a distinguerne il grado di attendibilità;
- del contesto storico, politico, sociale ed economico nel quale è nato e si è sviluppato il giornalismo nel corso dei tempi e degli spazi geografici;
- degli strumenti atti a riconoscere e interpretare i tratti prominenti della produzione giornalistica;
- delle implicazioni etiche e della “missione” sociale dei mezzi di produzione e fruizione giornalistica;
- dei mezzi e contesti di produzione e fruizione giornalistica;
- del lessico e della terminologia del linguaggio giornalistico.
2. Conoscenza e capacità di comprensione applicate (applying knowledge and understanding)
Al termine del corso gli studenti sapranno:
- leggere analiticamente e comprendere l’evoluzione storica del giornalismo dal XIX al XXI secolo;
- contestualizzare storicamente e politicamente le diverse fasi dell’evoluzione giornalistica;
- riconoscere, descrivere e analizzare i linguaggi e le forme giornalistiche collocandole nei loro contesti di riferimento attraverso un discorso storico opportuno;
- utilizzare un linguaggio comunicativo (scritto e parlato) adatto alla professione giornalistica;
- leggere criticamente articoli e/o approfondimenti giornalistici, anche complessi;
- comprendere e realizzare brevi articoli/comunicati stampa secondo le norme proprie della professione giornalistica.
3. Autonomia di giudizio (making judgements)
Al termine del corso gli studenti saranno in grado di:
- valutare autonomamente l’evoluzione storica dei processi di comunicazione giornalistica;
- descrivere la composizione di un quotidiano e/o di un comunicato stampa;
- leggere criticamente un “pezzo” giornalistico;
4. Abilità comunicative (communication skills)
Al termine del corso gli studenti sapranno:
- usare in modo costante e pertinente lessico e definizioni disciplinari;
- comunicare efficacemente le conoscenze e le capacità maturate.
5. Capacità di apprendere (learning skills)
Al termine del corso gli studenti saranno in grado di:
- leggere e riconoscere la produzione giornalistica in prospettiva storica;
- acquisire una “coscienza critica” tale da permettere loro di documentarsi e di comprendere i moderni meccanismi di comunicazione giornalistica;
- autonomamente l’evoluzione storica dei processi di comunicazione giornalistica;
- migliorare le loro competenze sulla disciplina;

Prerequisiti

Per poter seguire con profitto il corso e raggiungere più agevolmente gli obiettivi sarà indispensabile la conoscenza delle fasi salienti della storia europea e statunitense del Novecento; unitamente a ciò sarà utile possedere le nozioni elementari del linguaggio giornalistico.

Contenuti

Il corso proposto, attraverso l’ausilio di letture, ascolti, audiovisioni, mira a fornire le conoscenze di base della storia del giornalismo privilegiando i processi di evoluzione e trasformazione del contesto europeo e statunitense. Per poter comprendere appieno tali processi, nel corso delle lezioni verranno approfonditi linguaggi e tecniche giornalistiche, importanti per una corretta collocazione degli strumenti dell’informazione giornalistica.

Metodi Didattici

Il corso si articolerà in lezioni frontali con esercitazioni (numero e modalità verranno definite all’inizio delle lezioni e dipenderanno dal numero dei frequentanti) e discussioni in aula che prevedono il diretto coinvolgimento di operatori dell’informazione, esperti e studiosi dei temi specifici che verranno trattati nelle diverse lezioni.
Si comunica inoltre che a seguito alle disposizione rettorali connesse alla situazione epidemiologica pandemica, le lezioni frontali seguiranno il protocollo sanitario in vigore e che dunque la didattica verrà erogata in modalità mista, ossia contemporaneamente sia in presenza (nelle aule universitarie) sia online (piattaforma digitale). All’inizio del primo semestre dell’A.A. 2020-2021 gli studenti e le studentesse regolarmente iscritti e iscritte potranno optare (scelta vincolante) per la didattica in presenza o a distanza. Si rammenta che in funzione della disponibilità delle aule e del numero di studenti potrà esser prevista una turnazione degli iscritti per consentire a tutti l’accesso in aula.

Verifica dell'apprendimento

La preparazione degli studenti sarà compiuta attraverso una verifica orale.
Il punteggio della prova d’esame è attribuito mediante un voto in trentesimi
Risultante del giudizio complessivo delle risposte fornite dalla/dal candidata/o, il giudizio finale sarà così giudicato: sufficiente (18-23), discreto (24-26), buono (27-28), ottimo (29-30). Per superare l’esame e riportare un voto non inferiore a 18/30, voto minimo per la conoscenza elementare della materia, il candidato o la candidata dovrà dimostrare di aver acquisito una sufficiente conoscenza degli argomenti base del corso (evoluzione storica del giornalismo), una conoscenza dei processi di trasmissione delle notizie ed essere in grado di esporre criticamente e collocare storicamente i temi trattati.
Per conseguire un punteggio eccellente, pari a 30/30 e lode, il candidato o la candidata deve dimostrare di aver acquisito una conoscenza eccellente di tutti gli argomenti trattati durante il corso, unitamente a una chiarezza espositiva e un’appropriata proprietà di linguaggio.

Verifica dell'apprendimento

La preparazione degli studenti sarà compiuta attraverso una verifica orale.
Il punteggio della prova d’esame è attribuito mediante un voto in trentesimi. Risultante del giudizio complessivo delle risposte fornite dalla/dal candidata/o, il giudizio finale sarà così giudicato: sufficiente (18-23), discreto (24-26), buono (27-28), ottimo (29-30). Per superare l’esame e riportare un voto non inferiore a 18/30, voto minimo per la conoscenza elementare della materia, il candidato o la candidata dovrà dimostrare di aver acquisito una sufficiente conoscenza degli argomenti base del corso (evoluzione storica del giornalismo), una conoscenza dei processi di trasmissione delle notizie ed essere in grado di esporre criticamente e collocare storicamente i temi trattati.
Per conseguire un punteggio eccellente, pari a 30/30 e lode, il candidato o la candidata deve dimostrare di aver acquisito una conoscenza eccellente di tutti gli argomenti trattati durante il corso, unitamente a una chiarezza espositiva e un’appropriata proprietà di linguaggio.

Testi

1. Mauro Forno, Informazione e potere, Laterza, Roma-Bari 2012;
2. Raffaella Perin, La radio del papa. Propaganda e diplomazia nella seconda guerra mondiale, Il Mulino, Bologna 2017.
3. Pierluigi Allotti, La libertà di stampa dal XVI secolo a oggi, Il Mulino, Bologna 2020.
4. diapositive, esempi scritti, sonori e audiovisivi così come eventuali dispense fornite dal docente.

Altre Informazioni

Tutti coloro che, per motivi diversi, sono impossibilitati a seguire le lezioni sono tenuti a contattare il docente con adeguato anticipo rispetto alla prevista data della verifica, per fissare un breve colloquio orale obbligatorio finalizzato all’elaborazione di un programma ad hoc.
- Il docente riceve nei giorni, negli orari e nei modi indicati sulla pagina personale di Unica.
- Studenti con disabilità/DSA certificate possono rivolgersi al personale dei Servizi per l’Inclusione e l’Apprendimento Ufficio Disabilità e DSA per chiedere un appuntamento con il docente e concordare la verifica dell’apprendimento.

contatti | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy