Programmi

 

20/40/079B - LETTERATURA LATINA 1 (MOD.B)

Anno Accademico ​2020/2021

Docente
ANTONIO ​PIRAS (Tit.)
Periodo
Primo Semestre ​
Modalità d'Erogazione
Convenzionale ​
Lingua Insegnamento
ITALIANO ​



Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[20/40] ​ ​LETTERE [40/40 - Ord. 2008] ​ ​STORIA630
Obiettivi

Il corso favorirà la conoscenza e la comprensione delle problematiche relative all’evoluzione storica della letteratura latina dalle origini all’età imperiale attraverso lo studio di autori, opere e generi letterari, considerati nel loro contesto culturale e storico-sociale. Esso offrirà inoltre l'opportunità di instaurare connessioni, in una prospettiva interdisciplinare, con quanto già acquisito nel settore delle discipline classiche e in particolare della storia antica.
Gli studenti saranno quindi chiamati ad affrontare e risolvere problemi di carattere storico-letterario attraverso l’acquisizione di una metodologia adeguata alla interpretazione dei testi originali nei loro aspetti filologici, linguistici e stilistici.
In tale contesto il corso favorirà l’autonomia di giudizio nell’impostazione dei problemi e nella loro soluzione nonché l’abilità di motivare e argomentare le scelte critiche adottate. Ciò incoraggerà lo studio autonomo e la capacità di muoversi con sicurezza nel campo della letteratura latina.

Prerequisiti

Conoscenza di base della lingua e letteratura latina e della civiltà romana.

Contenuti

Il tema portante del modulo B sarà: Il primo libro delle elegie di Tibullo. Attraverso la lettura e il commento del primo libro delle elegie di Tibullo si illustreranno i motivi principali della poetica dell’autore, il contesto storico-letterario, i caratteri dell’elegia latina e il rapporto con i modelli. La lettura offrirà inoltre l'opportunità di trattare, oltre alle peculiarità della lingua e dello stile tibulliani, i problemi filologici connessi al corpus Tibullianum.

Metodi Didattici

Lezioni frontali con l’ausilio di strumenti multimediali.

Verifica dell'apprendimento

La valutazione dello studente prevede una prova orale relativa ai problemi di carattere filologico-letterario e linguistico conformemente al programma del corso. Lo studente dovrà dimostrare di possedere abilità analitiche e critiche nell'interpretazione dei testi con particolare attenzione agli aspetti filologici, linguistici e stilistici.
Il punteggio della prova d'esame è attribuito mediante un voto espresso in trentesimi.
Per superare l'esame, riportare quindi un voto non inferiore a 18/30, lo studente deve dimostrare di aver acquisito una conoscenza sufficiente degli argomenti indicati nel programma del corso e di essere in grado di analizzare un testo dal punto di vista letterario e linguistico. Per conseguire un punteggio pari a 30/30 e lode, lo studente deve invece dimostrare di aver acquisito una conoscenza eccellente di tutti gli argomenti trattati durante il corso.

Testi

Testi: Tibullo, Elegie, libro I.
Edizione di riferimento: I.P. Postgate (ed.), Tibulli aliorumque carminum libri tres, Oxford, Oxford University Press, 1968 (2. ed.).
Come edizione "di servizio" lo studente potrà utilizzare: Tibullo. Elegie, a cura di L. Lenaz e traduzione di L. Canali, Milano, BUR, 1989; o una qualsiasi edizione scolastica purché integrale. Un approfondimento sulle elegie di Tibullo sarà fatto su: A. La Penna, “L’elegia di Tibullo come meditazione lirica”, in Atti del Congresso internazionale di Studi su Albio Tibullo (Roma-Palestrina, 10-13 maggio 1984), Roma, Centro di Studi Ciceroniani, 1986, pp. 89-140 (inserito come saggio introduttivo in Tibullo. Elegie, a cura di L. Lenaz, cit. pp. 5-72).

Per entrambi i moduli si richiede la conoscenza di A. Traina - G. Bernardi Perini, Propedeutica al latino universitario, Bologna, Pàtron, 1998 (6. edizione). Come sussidio per lo studio della grammatica latina lo studente potrà servirsi di N. Flocchini et al., Sermo et humanitas. Manuale, edizione gialla, Milano, Bompiani, 2014; in alternativa (in particolare per quanti non hanno studiato il latino nelle Scuole Superiori): M. Fucecchi – L. Graverini, La lingua latina. Fondamenti di morfologia e sintassi. Seconda edizione, Firenze, Le Monnier Università, 2016, o altra grammatica da concordare col docente.

Per quanto riguarda la metrica si farà ricorso a L. Ceccarelli, Prosodia e metrica latina classica con cenni di metrica greca, nuova edizione, Roma, Società Editrice Dante Alighieri, 2004.

Altre Informazioni

Il programma del modulo A può essere presentato all'esame indipendentemente dal modulo B e comporta l'accreditamento di 6 cfu; l'accreditamento complessivo finale dei due moduli (A+B) risulterà di 12 cfu.

contatti | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy