Programmi

 

20/40/068 - LETTERATURA FRANCESE 1

Anno Accademico ​2020/2021

Docente
MARIO ​SELVAGGIO (Tit.)
Periodo
Primo Semestre ​
Modalità d'Erogazione
Convenzionale ​
Lingua Insegnamento
ITALIANO ​



Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[20/40] ​ ​LETTERE [40/10 - Ord. 2008] ​ ​LETTERE CLASSICHE1260
[20/40] ​ ​LETTERE [40/20 - Ord. 2008] ​ ​LETTERE MODERNE1260
Obiettivi

Gli studenti dovranno essere in grado di: analizzare un testo non solo da un punto di vista semantico ma anche strutturale in modo da poterlo inquadrare correttamente nel contesto storico-letterario di appartenenza; approfondire questioni critiche anche in una prospettiva diacronica e comparata; assimilare le suggestioni proposte e rielaborare, in modo autonomo e originale, i contenuti acquisiti.

Prerequisiti

Gli studenti dovranno: possedere conoscenze adeguate della letteratura e dei fenomeni storico-culturali connessi ai testi letterari; conoscere altresì gli strumenti critici e teorici funzionali allo studio e all’analisi dei testi letterari e al loro inquadramento nei relativi contesti storico-sociali, e le metodologie proprie della critica letteraria.

Contenuti

“Au cœur de la misère”: per una poetica della miseria

La rappresentazione della miseria costituisce per la letteratura l’occasione privilegiata per affermare la propria specificità, tanto radicale quanto paradossale, rispetto alle forme culturali convenute, codificate, istituzionalizzate del linguaggio. Il corso si prefigge di esplorare lo status della miseria nella poesia e nella narrativa francese, cercando di cogliere l’evoluzione e la difficoltà delle sue raffigurazioni, al fine di far emergere i suoi forti risvolti sul piano sociale, economico, politico ed estetico.

1° Modulo. Poesia e miseria: da Rutebeuf a Gaston Miron

Nel corso del primo modulo, consacrato al topos della miseria in ambito poetico, si proporrà una carrellata sui principali autori che si sono occupati nei loro testi del delicato rapporto tra una condizione esistenziale precaria e la sublime arte della poesia. Questo viaggio nel tempo partirà dal Medioevo, in cui lo stato della miseria è considerato in un primo momento come un’anomalia o un’ingiustizia (Jean Bodel), e in seguito come una nuova inquietudine strettamente connessa al destino e alla sua tragica fatalità (Rutebeuf). Si passerà in seguito a François Villon, in cui ritroviamo una raffigurazione ironica e disincantata della miseria, che aiuta a comprendere meglio i fenomeni della vita. La parte centrale del modulo contemplerà al suo interno un ampio spaccato sulla percezione della miseria nella poesia dell’Ottocento (Victor Hugo, Baudelaire e Rimbaud), in un’epoca in cui la “questione sociale” si fa sempre più pressante (Proudhon vs Marx). Questo primo frammento didattico si concluderà con una incursione nella poesia francofona contemporanea, e in particolare nella produzione di Gaston Miron e Giovanni Dotoli, nei quali atto estetico e miseria viaggiano all’unisono.

2° Modulo. “Voyage au bout de la misère”: Les Misérables di Victor Hugo

Nel secondo modulo, incentrato su Victor Hugo, si offrirà una rilettura critica de Les Misérables (1862) alla luce dell’ambivalenza semantica sottesa nel titolo stesso dell’opera. Per Hugo, il termine “misérables” ha una duplice accezione: designa al tempo stesso i poveri e i malfattori. Queste due categorie sono intimamente legate tra loro poiché la miseria spinge frequentemente al crimine: “les infortunés et les infâmes se mêlent et se confondent dans un seul mot, mot fatal, les misérables”. Il romanzo si inserisce nella migliore tradizione narrativa popolare inaugurata da Eugène Sue con grande successo nel 1842, con la pubblicazione a puntate, tra il 19 giugno del 1842 e il 15 ottobre del 1843, su “Le Journal des débats”, del suo capolavoro Les Mystères de Paris. Anche se Hugo non è stato fra i primi ad affrontare il tema della miseria in prosa, sarà tuttavia il primo a portare sulla scena politica la spinosa questione della miseria, nel suo celebre discorso “Détruire la misère”, pronunciato all’Assemblea Nazionale il 9 luglio del 1849, in cui affermava che la miseria non era semplice frutto della fatalità ma che poteva e doveva essere combattuta e distrutta.

Metodi Didattici

Lezioni frontali a sfondo seminariale.

Verifica dell'apprendimento

Colloquio in lingua italiana atto a testare le competenze acquisite. La valutazione prenderà in considerazione la padronanza espressiva e l’utilizzo di una terminologia appropriata da parte degli esaminandi, nonché la loro capacità nell’affrontare, nell’analizzare e nel contestualizzare in modo critico le problematiche sollevate durante il corso.

Testi

1° Modulo. Poesia e miseria: da Rutebeuf a Gaston Miron

Opere

Poètes et romanciers du Moyen Âge, texte établi et annoté par Albert Pauphilet, Paris, Gallimard, « Bibliothèque de la Pléiade », 1952. [Testi scelti di Jean Bodel, Rutebeuf, Christine de Pisan, François Villon]

Victor Hugo, Les Châtiments (1853), Les Contemplations (1856), in Œuvres poétiques, tome II, édition établie et annotée par Pierre Albouy, Paris, Gallimard, « Bibliothèque de la Pléiade », 1967. [Testi scelti]

Charles Baudelaire, Les Fleurs du Mal (1857), Le Spleen de Paris (1869), in Œuvres complètes, tome I, texte établi, présenté et annoté par Claude Pichois, Paris, Gallimard,
« Bibliothèque de la Pléiade », 1975-1976. [Testi scelti]

Victor Hugo, L’Année terrible (1872), in Œuvres poétiques, tome III, édition établie et annotée par Pierre Albouy, Paris, Gallimard, « Bibliothèque de la Pléiade », 1974. [Testi scelti]

Arthur Rimbaud, Une saison en enfer (1873), Illuminations (1886), in Œuvres complètes, édition établie par André Guyaux, Paris, Gallimard, « Bibliothèque de la Pléiade », 2013. [Testi scelti]

Gaston Miron, L’Homme rapaillé, version définitive, préface de Pierre Nepveu, Montréal, Typo, « Poésie », 1998. [Testi scelti]

Giovanni Dotoli, Mon village, traduction en français par Mario Selvaggio et Rome Deguergue ; dessins de Michele Damiani, Paris, Alain Baudry et Cie, « Les Voix du Livre n° 25 », 2013. [Testi scelti]

Saggi critici

Littérature de la misère Misère de la littérature, Actes du colloque franco-polonais organisé par la chaire de Philologie romane, avec la coopération de l’Université Lumière-Lyon 2, Łódź, du 18 au 19 septembre 2000, réunis et publiés par Zbigniew Naliwajek et Witold Konstanty Pietrzak, Łódź, « Acta Universitatis lodziensis. Folia litteraria romanica n° 3 », Wydawnictwo Uniwersytetu Łódzkiego, 2004. [Saggi scelti]

Yves Roguet, De la mesure de la misère au Moyen Âge ou de la misère à la mesure, in Littérature de la misère Misère de la littérature, cit., p. 7-22.

Krystyna Antkowiak, La misère et le rire dans la poésie de François Villon, in Littérature de la misère Misère de la littérature, cit., p. 23-35.

Edgard Pich, Misère et savoir, in Littérature de la misère Misère de la littérature, cit., p. 51-62.

Christine Queffélec, Le Spleen de Paris : poétique de la misère, in Littérature de la misère Misère de la littérature, cit., p. 77-85.

Mario Selvaggio, La tragicità dell’esistenza umana nell’universo poetico di Gaston Miron e Rutebeuf, in Scrivere e pensare il Canada, a cura di Giovanni Dotoli, Fasano, Schena Editore, « Biblioteca della ricerca. Cultura straniera n° 125 », 2003, p. 259-274.

Mario Selvaggio, Gaston Miron, la Poesia, la Vita, préface d’Olivier Marchand, Fasano, Schena Editore, « Biblioteca della ricerca. Transatlantique n° 11 », 2010. [Saggi scelti]

Mario Selvaggio, Tempo e memoria in Giovanni Dotoli poeta, con un ritratto di Alain Béral, Alberobello, AGA Editrice,
« L’Orizzonte n° 2 », 2017. [Saggi scelti]

2° Modulo. “Voyage au bout de la misère”: Les Misérables di Victor Hugo

Opere

Victor Hugo, Les Misérables (1862), édition établie et annotée par Maurice Allem, Paris, Gallimard, « Bibliothèque de la Pléiade », 1951. [Brani scelti]

Eugène Sue, Les Mystères de Paris (1842-1843), édition publiée sous la direction de Judith Lyon-Caen, Paris, Gallimard, « Quarto », 2009. [Brani scelti]

Saggi critici

Littérature de la misère Misère de la littérature, cit., 2004 [Saggi scelti].

Edgard Pich, Misère et savoir, in Littérature de la misère Misère de la littérature, cit., p. 51-62.

Magdalena Wandzioch, La déchéance vertueuse dans le romanesque français du XIXe siècle (Eugène Sue et Victor Hugo), in Littérature de la misère Misère de la littérature, cit., p. 65-74.

Altre Informazioni

Gli studenti impossibilitati a frequentare le lezioni sono pregati di mettersi in contatto con il docente per concordare un programma specifico.

contatti | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy