Programmi

 

20/40/073 - LETTERATURA ITALIANA 1

Anno Accademico ​2017/2018

Docente
ANDREA ​CANNAS (Tit.)
Periodo
Secondo Semestre ​
Modalità d'Erogazione
Convenzionale ​
Lingua Insegnamento
ITALIANO ​



Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[20/40] ​ ​LETTERE [40/10 - Ord. 2008] ​ ​LETTERE CLASSICHE630
[20/40] ​ ​LETTERE [40/20 - Ord. 2008] ​ ​LETTERE MODERNE630
[20/40] ​ ​LETTERE [40/40 - Ord. 2008] ​ ​STORIA630
Obiettivi

Nozione dei codici costitutivi del linguaggio letterario (poetico-linguistico, retorico e metrico) e del sistema storico della tradizione letteraria italiana.

Capacità di elaborare in forma orale e scritta l’analisi delle strutture poetico-linguistiche, retoriche ed eventualmente metriche di un testo letterario.

Capacità di ricondurre le forme e il significato del messaggio contenuto nel testo al sistema letterario e più generalmente artistico e culturale cui esso appartiene.

Prerequisiti

Padronanza grammaticale e sintattica della lingua italiana parlata e scritta.

Attitudine alla lettura, anche ad alta voce, di un testo letterario in versi o in prosa della tradizione italiana e attitudine a padroneggiarne il significato letterale.

Nozione delle principali forme e modalità dell’imitazione letteraria, narrativa, teatrale e lirica.

Orientamento storico-cronologico sulle origini e sullo sviluppo della Letteratura italiana.

Esperienza di lettura integrale di almeno tre opere ‘classiche’ della Letteratura italiana cronologicamente comprese fra le Origini e l’Ottocento.

Contenuti

La presenza dei miti della classicità pagana nella "Commedia" di Dante Alighieri.
Se, in generale, la possibilità per un mito di attecchire in una cultura differente da quella di origine dipende sostanzialmente dalla sua “ambiguità”, cioè dalla capacità di suggerire significati altri al variare della simbologia interpretativa, nel caso di Dante l’apparato semantico di riferimento è in definitiva quello tracciato da una tradizione ormai sedimentata e solidamente orientata in senso cristiano, grazie anche alla mediazione della filosofia scolastica.

Si vedranno in particolare i Canti III, V, IX, X, XIII, XXVI, XXXIII, XXXIV dell’Inferno, il Canto XXXII del Purgatorio, il Canto XXXIII del Paradiso.
(Lettura, parafrasi, analisi metrico-retorica, commento critico)

Metodi Didattici

Lezioni frontali: 30 ore

Verifica dell'apprendimento

La prova di valutazione sarà orale e verrà incentrata sulla capacità di leggere, parafrasare, commentare e interpretare criticamente i testi poetici trattati nel corso monografico; lo studente dovrà inoltre dar conto della struttura dell'opera nella quale i singoli componimenti sono compresi, della sua relazione con le fonti, i generi, le correnti letterarie e il contesto storico d'appartenenza.

Per quanto riguarda il manuale di storia letteraria, verrà verificata la conoscenza degli autori principali del panorama letterario fra '200 e '500 e la capacità di inquadrarli nei rispettivi contesti storico-culturali di riferimento

Testi


Testo di riferimento per i Canti della Commedia dantesca:
Dante Alighieri, La Divina Commedia, a cura di Natalino Sapegno, La Nuova Italia, Firenze 2002, con introduzione e appendice.

STRUMENTI METODOLOGICI:
Aldo Menichetti, Metrica italiana. Fondamenti metrici, prosodia, rima, Antenore, Padova 1993;
Bice Mortara Garavelli, Manuale di retorica, Bompiani, Milano 1997.

TESTI DI STUDI DANTESCHI:
Roberto Mercuri, Comedía di Dante Alighieri, in Letteratura italiana. Le opere, I: Dalle origini al Cinquecento, Einaudi, Torino 1992, pp. 211-329.
Piero Boitani, L'ombra di Ulisse. Figure di un mito, il Mulino, Bologna 1992; Capitoli primo e secondo.
Erich Auerbach, Struttura della Commedia in Studi su Dante, Feltrinelli, Milano 1992, pp. 91-122.
Lettura consigliata:
Jorge Luis Borges, Nove saggi danteschi, Adelphi, Milano.

Lo studente, durante la prova d'esame, dovrà inevitabilmente mostrare di possedere una solida conoscenza dei movimenti e degli autori maggiori tra Duecento e Cinquecento. A tal fine potrà servirsi di un manuale recente, scelto tra quelli che verranno indicati dal docente durante le prime lezioni.

Altre Informazioni

Il docente riceve gli studenti tutti i martedì e i giovedì, dalle 10 alle 12.30. Gli studenti non frequentanti sono pregati di contattare il docente, anche via mail (deandrade@libero.it), per avere indicazioni sui programmi, su possibili variazioni dei medesimi, sulla disponibilità di dispense e di saggi aggiuntivi che facilitino il percorso di preparazione per sostenere l'esame.

contatti | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy