Programmi

 

20/40/198 - RELIGIONI E FILOSOFIE DELL'INDIA

Anno Accademico ​2017/2018

Docente
TIZIANA ​PONTILLO (Tit.)
Periodo
Primo Semestre ​
Modalità d'Erogazione
Convenzionale ​
Lingua Insegnamento
ITALIANO ​



Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[20/39] ​ ​FILOSOFIA [39/00 - Ord. 2013] ​ ​PERCORSO COMUNE630
[20/40] ​ ​LETTERE [40/10 - Ord. 2008] ​ ​LETTERE CLASSICHE630
Obiettivi

A. (conoscenza e comprensione)
- Acquisire un panorama storico dell’India antica comprensivo del suo fondamentale quadro di riferimento delle principali tradizioni religiose e speculative
- Conoscere i lineamenti di pensiero elaborati dal mondo Brahmanico antico e dal primo Buddhismo specialmente nell'ambito della filosofia del linguaggio
B. (capacità di applicare conoscenza e comprensione) - Essere in grado di comprendere in traduzione (in lingua italiana o inglese) passi di opere della letteratura religiosa e filosofica della tradizione vedica, brahmanica e del canone buddhista, orientandosi nel quadro complessivo dei riferimenti culturali e terminologici specifici dei contesti analizzati, cogliendo i temi e i problemi sollevati e discussi
C. (autonomia di giudizio) - Essere capaci di distinguere metodi, problemi, soluzioni e procedimenti espositivi elaborati da culture anche molto diverse tra loro, senza affrettare inavvertite comparazioni o superficiali sovrapposizioni o ridicole condanne frutto di mera ignoranza.
D. (abilità comunicative) Saper presentare gli argomenti di storia della filosofia e delle religioni indiane antiche e saper argomentare sui temi affrontati da tale pensiero con lessico e metodo proprii in italiano o in inglese corrente
E. (capacità di apprendimento) - Maturare la capacità di leggere e comprendere in autonomia teti speculativi indiani da comparare eventualmente con analoghe fonti di diversa matrice.

Prerequisiti

Non si richiede nessuna specifica nozione pregressa della storia culturale indiana. E' necessaria invece la padronanza della metodologia e della terminologia utili per affrontare lo studio di una qualsiasi tradizione di pensiero, comunemente acquisite e sperimentate lungo l’arco della scuola media superiore.

Contenuti

1. (Parte generale) INTRODUZIONE STORICA AL PENSIERO E ALLE RELIGIONI INDIANE ANTICHE E AI SEI SISTEMI FILOSOFICI CLASSICI con analisi di un'antologia di testi in traduzione inglese o italiana
2. (Parte monografica) LA FILOSOFIA DEL LINGUAGGIO ANTICO-INDIANA
 Il tema sarà affrontato mediante la lettura, l'analisi e il commento storico-filosofico di selezionate fonti vediche, brahmaniche e buddhiste antiche (es. Patañjali, Bhartrhari, Sabara, Nagarjuna), con particolare attenzione ai seguenti temi:
- LINGUAGGIO NATURALE O CONVENZIONALE, SIMMETRIA E ASIMMETRIA DEL LINGUAGGIO
- PRATICA PARETIMOLOGICA E PROCEDIMENTI DI SOSTITUZIONE
- RELAZIONE PERMANENTE O IMPERMANENTE TRA PAROLA E SENSO (FORMA LINGUISTICA E DENOTAZIONE)
- LA REALTA' DELLA LINGUA E L'ASTRAZIONE DI GRAMMATICI E LINGUISTI
- COMPOSIZIONALITA' SEMANTICA E INTENZIONALITA' DEL PARLANTE

Metodi Didattici

Lezioni frontali (con uso di presentazione in power point e lavagna tradizionale)
Esercizio collettivo di lettura, analisi e commento delle fonti in aula
Esercizio domestico individuale di riflessione sui singoli temi e testi, con somministrazione di questionari ed esercizi di compito con correzione anonima o collettiva
Attività seminariali.

Verifica dell'apprendimento

Prova scritta intermedia facoltativa di conoscenza della storia della filosofia indiana - 6 domande con punti 5/30 per ciascuna domanda)
Prova orale finale tesa a verificare la conoscenza dei testi affrontati a lezione, la loro piena e precisa comprensione e la capacità di commentarli su base storico-filosofica fondata e con proprietà di linguaggio.
Valutazione 30/30 sulla base della media raggiunta nelle singole prove

Verifica dell'apprendimento

Prova scritta intermedia facoltativa di conoscenza della storia della filosofia indiana - 6 domande con punti 5/30 per ciascuna domanda)
Prova orale finale tesa a verificare la conoscenza dei testi affrontati a lezione, la loro piena e precisa comprensione e la capacità di commentarli su base storico-filosofica fondata e con proprietà di linguaggio.
Valutazione 30/30 sulla base della media raggiunta nelle singole prove

Testi

Parte Generale
- Angelillo, M. - E. Mucciarelli, Il Brahmanesimo. Il cuore del pensiero religioso vedico, Xenia 2011
- De Simini, F., Il Buddhismo. Storia di un'idea, Carocci 2013
- Torella, R., Il pensiero dell’India. Un’Introduzione, Roma: Carocci 2008.
Parte monografica
- Hinduismo Antico. dalle origini vediche ai Purana, a cura di F. Sferra, Milano: Mondadori 2010.
- I discorsi del Buddha, Introduzione di R. Gnoli. A cura di C. Cicuzza e F. Sferra, Milano: Mondadori 2002 (I Meridiani. Classici dello Spirito)
- Freschi, E. - T. Pontillo 2013. Rule-extension strategies in Ancient India: Ritual, exegetical and linguistic Considerations on the Tantra- and Prasaṅga-Principles. Frankfurt: Peter Lang 2013
• Melis, V. - T. Pontillo, “Does dissymmetric Signification rely on conventional rules? Two ancient Indian and Greek answers. Athens, 25-28 maggio 2015, ATINER International Conference on Philosophy - Journal of World Philosophies 2,1 (2017), 81-109.
• Pontillo, T. 2014, “The yugapad-way of using words, i.e. how a linguistic taboo became a crucial literary strategy”. In: Proceedings of the International Conference on the South Asian Languages and Literatures, Moscow, 5-7/07/2012. Lingua Posnaniensis 55,2 (2013) [2014]. Ed. by A. Davison - H.H. Hock - Liudmila Khokhlova, pp. 109-122
M.P. Candotti - T. Pontillo, “La realtà della lingua e le astrazioni dei grammatici: parole, frasi e segmenti nello sviluppo della riflessione linguistica indiana”. In L'India e la parola. Vol. monogr. di “Humanitas” 61 (3/2006). A cura di A. Pelissero, pp. 399-460

Testi

Parte Generale
- Boccali, G. - C. Pieruccini, Induismo, Milano: Electa 2008 oppure Angelillo, M. - E. Mucciarelli, Il Brahmanesimo. Il cuore del pensiero religioso vedico, Xenia 2011 + De Simini, F., Il Buddhismo. Storia di un'idea, Carocci 2013
- Torella, R., Il pensiero dell’India. Un’Introduzione, Roma: Carocci 2008.
Parte monografica
- Hinduismo Antico. dalle origini vediche ai Purana, a cura di F. Sferra, Milano: Mondadori 2010.
- I discorsi del Buddha, Introduzione di R. Gnoli. A cura di C. Cicuzza e F. Sferra, Milano: Mondadori 2002 (I Meridiani. Classici dello Spirito)
- Freschi, E. - T. Pontillo 2013. Rule-extension strategies in Ancient India: Ritual, exegetical and linguistic Considerations on the Tantra- and Prasaṅga-Principles. Frankfurt: Peter Lang 2013
• Melis, V. - T. Pontillo, “Does dissymmetric Signification rely on conventional rules? Two ancient Indian and Greek answers. Athens, 25-28 maggio 2015, ATINER International Conference on Philosophy - Journal of World Philosophies 2,1 (2017), 81-109.
• Pontillo, T. 2014, “The yugapad-way of using words, i.e. how a linguistic taboo became a crucial literary strategy”. In: Proceedings of the International Conference on the South Asian Languages and Literatures, Moscow, 5-7/07/2012. Lingua Posnaniensis 55,2 (2013) [2014]. Ed. by A. Davison - H.H. Hock - Liudmila Khokhlova, pp. 109-122
M.P. Candotti - T. Pontillo, “La realtà della lingua e le astrazioni dei grammatici: parole, frasi e segmenti nello sviluppo della riflessione linguistica indiana”. In L'India e la parola. Vol. monogr. di “Humanitas” 61 (3/2006). A cura di A. Pelissero, pp. 399-460

Altre Informazioni

2017-2018
A lezione si farà uso sia per le fonti sia per le tavole in diacronia delle opere etc. di slides, che saranno poi caricate sulla pagina individuale del sito di Dipartimento o inviate via posta elettronica alla fine di ciascuna settimana di lezione.

contatti | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy