Programmi

 

20/40/079A - LETTERATURA LATINA 1 (MOD.A)

Anno Accademico ​2017/2018

Docente
ANTONIO ​PIRAS (Tit.)
Periodo
Primo Semestre ​
Modalità d'Erogazione
Convenzionale ​
Lingua Insegnamento
 ​



Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[20/40] ​ ​LETTERE [40/20 - Ord. 2008] ​ ​LETTERE MODERNE630
[20/40] ​ ​LETTERE [40/40 - Ord. 2008] ​ ​STORIA630
[20/45] ​ ​BENI CULTURALI E SPETTACOLO [45/50 - Ord. 2016] ​ ​BENI CULTURALI E SPETTACOLO CONVENZIONALE630
Obiettivi

1) Favorire la conoscenza dell'evoluzione storica della letteratura latina dalle origini all'età imperiale attraverso lo studio di autori, opere e generi letterari, considerati nel loro contesto culturale e storico-sociale.

2) Sviluppare abilità analitiche e critiche nell'interpretazione di testi in poesia e in prosa con particolare attenzione agli aspetti filologici, linguistici e stilistici.

Prerequisiti

Conoscenza di base della lingua latina e della civiltà romana.

Contenuti

Il corso prevede una sintetica esposizione della storia della letteratura latina, dalle forme preletterarie fino agli inizi del V secolo; un approfondimento di carattere metodologico sarà riservato al genere dell’epistolografia con la lettura e il commento di alcune lettere di Seneca.

Metodi Didattici

Lezioni frontali.

Verifica dell'apprendimento

La valutazione dello studente prevede una prova orale relativa ai problemi di carattere filologico-letterario e linguistico conformemente al programma del corso.
Lo studente dovrà dimostrare di aver acquisito un’adeguata conoscenza dell'evoluzione storica della letteratura latina dalle origini all'età imperiale e di possedere abilità analitiche e critiche nell'interpretazione di testi in poesia e in prosa con particolare attenzione agli aspetti filologici, linguistici e stilistici.
Il punteggio della prova d'esame è attribuito mediante un voto espresso in trentesimi.
Per superare l'esame, riportare quindi un voto non inferiore a 18/30, lo studente deve dimostrare di aver acquisito una conoscenza sufficiente degli argomenti indicati nel programma del corso e di essere in grado di analizzare un testo dal punto di vista letterario e linguistico. Per conseguire un punteggio pari a 30/30 e lode, lo studente deve invece dimostrare di aver acquisito una conoscenza eccellente di tutti gli argomenti trattati durante il corso.

Testi

Parte generale: A. Cavarzere – A. De Vivo – P. Mastandrea, Letteratura latina. Una sintesi storica, Roma, Carocci, 2015 (nuova edizione). In alternativa: G.B. Conte, Letteratura latina. Manuale storico dalle origini alla fine dell'impero romano, Firenze, Le Monnier, 2002, oppure G. Garbarino, Opera. Letteratura, testi, cultura latina, Paravia, Torino, 2003 (eventuali altri manuali dovranno essere concordati col docente).

Parte monografica:
Testi: Seneca, Epistulae 1; 2; 3; 7; 10; 96.
Edizione di riferimento: L.D. Reynolds (ed.), L. Annaei Senecae ad Lucilium epistulae morales, Ox-ford, Oxford University Press, 1965.
Come edizione “di servizio” lo studente potrà utilizzare: Lucio Anneo Seneca. Lettere a Lucilio, in-troduzione di L. Canali, traduzione e note di G. Monti, Milano, BUR, 1985, oppure G. Scarpat, L. Anneo Seneca. Lettere a Lucilio, libro primo (epp. 1-12), Brescia, Paideia, 1975 (che però non com-prende l’epist. 96). Circa i problemi letterari relativi all’epistolario senecano si leggerà P. Cugusi, Evoluzione forme dell’epistolografia latina nella tarda repubblica e nei primi due secoli dell’impero, Roma, Herder, 1983, pp. 195-206.

Per entrambi i moduli si richiede la conoscenza di A. Traina – G. Bernardi Perini, Propedeutica al latino universitario, Bologna, Pàtron, 1981. Come sussidio per lo studio della grammatica latina lo studente potrà servirsi di N. Flocchini et al., Sermo et humanitas. Manuale, edizione gialla, Milano, Bompiani, 2014 o altra grammatica da concordare col docente.

Testi

Parte generale: A. Cavarzere – A. De Vivo – P. Mastandrea, Letteratura latina. Una sintesi storica, Roma, Carocci, 2015 (nuova edizione). In alternativa: G.B. Conte, Letteratura latina. Manuale storico dalle origini alla fine dell'impero romano, Firenze, Le Monnier, 2002, oppure G. Garbarino, Opera. Letteratura, testi, cultura latina, Paravia, Torino, 2003 (eventuali altri manuali dovranno essere concordati col docente).

Parte monografica:
Testi: Seneca, Epistulae 1; 2; 3; 7; 10; 96.
Edizione di riferimento: L.D. Reynolds (ed.), L. Annaei Senecae ad Lucilium epistulae morales, Oxford, Oxford University Press, 1965.
Come edizione “di servizio” lo studente potrà utilizzare: Lucio Anneo Seneca. Lettere a Lucilio, introduzione di L. Canali, traduzione e note di G. Monti, Milano, BUR, 1985, oppure G. Scarpat, L. Anneo Seneca. Lettere a Lucilio, libro primo (epp. 1-12), Brescia, Paideia, 1975 (che però non comprende l’epist. 96). Circa i problemi letterari relativi all’epistolario senecano si leggerà P. Cugusi, Evoluzione forme dell’epistolografia latina nella tarda repubblica e nei primi due secoli dell’impero, Roma, Herder, 1983, pp. 195-206.

Per entrambi i moduli si richiede la conoscenza di A. Traina – G. Bernardi Perini, Propedeutica al latino universitario, Bologna, Pàtron, 1981. Come sussidio per lo studio della grammatica latina lo studente potrà servirsi di N. Flocchini et al., Sermo et humanitas. Manuale, edizione gialla, Milano, Bompiani, 2014 o altra grammatica da concordare col docente.

Altre Informazioni

Il programma del modulo A può essere presentato all’esame indipendentemente dal modulo B e comporta l’accreditamento di 6 cfu; l’accreditamento complessivo finale dei due moduli (A+B) risulterà di 12 cfu.

contatti | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy