Obiettivi Formativi

 

Il CdL risponde all’esigenza di formare laureati che possiedano una solida cultura umanistica scientificamente fondata, che permetta loro sia di contribuire con la ricerca o con la didattica allo studio, al mantenimento e all’interpretazione del patrimonio storico, linguistico e letterario di ogni tempo, sia di inserirsi criticamente e professionalmente nel contesto molteplice e complesso dell’odierno sistema di informazione e comunicazione.

Il CdL propone, in una complessiva prospettiva interdisciplinare e nel quadro di una condivisa finalità formativa, attività specifiche per gli studi linguistici, filologici e letterari e attività più direttamente proprie delle discipline storiche, rinnovando così la sua vocazione, ben documentata nel tempo, di ancorare l’aggiornata offerta formativa a un progetto culturale di più ampio orizzonte.

In particolare gli obiettivi formativi sono in dettaglio i seguenti:

 

  • acquisizione di una base comune di conoscenze storiche e geografiche, linguistiche (linguistica generale e storica) e letterarie (letterature moderne di area nazionale, europea ed extra-europea), anche nella prospettiva di un eventuale proseguimento degli studi;
  • abilità relative alla lettura di testi e documenti in originale, accompagnata dallo sviluppo di capacità critiche ed ermeneutiche, fondate sull’acquisizione degli strumenti teorici e metodologici propri delle diverse lingue e tradizioni;
  • metodologia rigorosa nell’applicazione degli strumenti e dei procedimenti filologici;
  • conoscenza di base dei principali strumenti informatici e della comunicazione telematica, con particolare attenzione per l’uso di banche-dati di interesse umanistico di area antica o moderna, bibliografiche e storico-letterarie, conoscenza da conseguirsi tramite lezioni frontali, laboratori informatici ed esercitazioni a piccoli gruppi;
  • padronanza orale e scritta di una lingua comunitaria oltre l’italiano, da ottenere mediante lezioni frontali, laboratori linguistici ed esercitazioni.

Le conoscenze specifiche ricadono nei seguenti ambiti distinti per curricula:

 

  • classico: lingua e letteratura italiana; lingue e letterature antiche (con particolare riguardo alla grammatica, alla lingua e alla letteratura greche e latine); storia antica (greca e romana) e medievale; archeologia greca e romana;
  • moderno: lingua e letteratura italiana; filologia romanza; lingua e letteratura latina; letterature moderne comparate; teorie, metodi critici e strumenti applicati alle letterature; storia medievale, moderna e contemporanea ;
  • storico: lingua e letteratura italiana; storia romana, medievale, moderna e contemporanea della realtà regionale ed europea; strumenti e metodi per usufruire efficacemente delle fonti archivistiche e dei documenti.

 

L’acquisizione di conoscenze affini e integrative è funzionale alla formazione di una figura di laureato che abbia maturato:

 

  • una particolare attenzione alla dimensione interdisciplinare degli studi umanistici;
  • le capacità logiche e creative che – come risulta dalle più recenti analisi del mercato del lavoro – sono apprezzate e ricercate nei più disparati settori lavorativi, perché atte a gestire situazioni e imprese, ad interpretare dati e rilevazioni condotte su realtà pubbliche e private, ad affrontare i problemi con ordine e precisione ma anche con flessibilità e originalità;
  • elasticità nell’osservazione, apprendimento ed elaborazione di codici differenti da quello contemporaneo o dal proprio nativo, esercitandosi nel superamento di schemi ritenuti pregiudiziali, che risultano invece spesso d’ostacolo nell’attuale quadro di indispensabile aggiornamento richiesto sia dalla sempre più rapida evoluzione tecnologica sia dalle crescenti esigenze di armonia e interazione culturale tra comunità etniche differenti.

 

In coerenza con i descrittori europei dei titoli di studio relativi alle lauree di I livello, i laureati del Corso di laurea in Lettere potranno:

 

  • possedere solide conoscenze di base nei diversi settori dei saperi umanistici, in ambito sia classico sia moderno, con particolare sensibilità nei confronti della dimensione interdisciplinare degli studi;
  • acquisire le conoscenze di base relative alle dinamiche e ai processi storici dall’antichità ai nostri giorni e allo svolgimento storico della letteratura italiana;
  • avere capacità di lettura critica di testi e di analisi linguistico-filologica;
  • possedere una conoscenza di base della letteratura latina con approccio diretto ai testi in originale e sufficiente capacità di analisi filogico-linguistica;
  • acquisire una conoscenza di base della storia di almeno una letteratura straniera europea con capacità di lettura di testi in originale;
  • acquisire i fondamenti della letteratura greca con approccio diretto ai testi in originale e sufficiente capacità di analisi filogico-linguistica;
  • acquisire una conoscenza di base delle tradizioni linguistiche, delle espressioni letterarie e della storia della Sardegna;
  • acquisire i fondamenti delle tecniche e delle modalità dei linguaggi specifici dell’informazione;
  • acquisire capacità di applicare e utilizzare le conoscenze umanistiche classiche e moderne sia nell’ambito di esperienze professionali che nel proprio campo di studi;
  • sviluppare capacità di utilizzare analiticamente e sinteticamente le fonti e la bibliografia;
  • essere in grado di proseguire con successo verso gradi di istruzione di secondo livello.

 

 

contatti | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy