Lug 152020
 

 


Prof. Anil Jain lezione su “Biometric: Vision 2020

29 Luglio 2020 ore 16:00

Microsoft Teams https://bit.ly/JainUniCa2020


Chair: Prof. Gian Luca Marcialis, docente di Biometric Technologies and Behavioural Security
L.M. in Computer EngineeringCybersecurity and Artificial Intelligence

 

Abstract:Negli ultimi 30 anni, il riconoscimento biometrico ha permeato la nostra società. Si pensi al suo utilizzo per l’accesso al proprio smartphone, nei valichi di frontiera internazionali, nel controllo degli accessi, per la sorveglianza e programmi di identificazione nazionale. Queste applicazioni si aggiungono all’uso di lunga data (~ 100 anni) della biometria nelle forze dell’ordine e nella medicina legale. Il programma di identificazione nazionale indiano, Aadhaar, con oltre 1,3 miliardi di iscrizioni (acquisizione del viso, delle dieci impronte digitali e dei due iridi) ha sostituito l’IGN dell’FBI come il più grande sistema biometrico del mondo di un ordine di grandezza. L’uso di tratti biometrici da soli o in combinazione con altri token, come carte d’identità o password monouso (autenticazione a più fattori), è in risposta alle crescenti preoccupazioni sull’erogazione efficiente e sicura dei servizi. Mentre i ricercatori ed i “vendor” del settore hanno proposto l’uso di diversi tratti biometrici, la stragrande maggioranza dei sistemi biometrici su larga scala si basa sul viso, sull’impronta digitale e sull’iride, o su una loro combinazione (multi-biometria). Nonostante questi progressi, come ogni meccanismo di sicurezza, la biometria ha i suoi limiti. L’ultimo decennio ha visto una crescente spinta verso il miglioramento delle prestazioni di riconoscimento della biometria, soprattutto in scenari non vincolati. Il prossimo decennio vedrà probabilmente una crescente enfasi su fiducia e privacy, Identity for Development (https://id4d.worldbank.org/) e Identity for All (https://id2020.org/). In questo discorso, il Prof. Jain presenterà alcune di queste sfide, tra cui (i) la discriminabilità e la persistenza dei tratti biometrici, (ii) la sicurezza del sistema (protezione dei modelli e anti-spoofing), (iii) la ricerca su larga scala e (iv ) privacy dei dati.

Anil Jain è “Distinguished professor” di Informatica alla Michigan State University. È membro dell’ACM e dell’IEEE ed è stato insignito dei premi Guggenheim, Humboldt, Fulbright e King-Sun Fu. Ha ricoperto il ruolo di caporedattore dell’IEEE Transactions on Pattern Analysis and Machine Intelligence (PAMI) e membro del Defence Science Board e del Forensic Science Standards Board degli Stati Uniti. Anil Jain è stato eletto alla National Academy of Engineering degli Stati Uniti, alla National Academy of Engineering indiana e alla Chinese Academy of Sciences.

Il Prof. Jain ha dato inestimabili contributi allo stato dell’arte scientifico in materia di visione artificiale, elaborazione delle immagini, biometria. L’edizione 2020 della classifica dei primi 1000 scienziati nel campo dell’informatica e dell’elettronica lo ha classificato come il primo tra gli informatici al mondo.

Giu 062020
 

In questa pagina è possibile avere tutte le informazioni per il sostenimento degli esami di Fondamenti di Informatica 1 (Ing. Chimica/Meccanica) ed Elementi di Informatica (Ing. Biomedica).

 

Apr 032012
 

Non ci sono comunicazioni in questo momento.

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar