Programmi

 

20/39/226 - ISTITUZIONI DI FILOSOFIA TEORETICA

Anno Accademico ​2019/2020

Docente
VINICIO ​BUSACCHI (Tit.)
Periodo
Primo Semestre​
Modalità d'Erogazione
Convenzionale​
Lingua Insegnamento
ITALIANO​



Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[20/39] ​ ​FILOSOFIA [39/00 - Ord. 2013] ​ ​PERCORSO COMUNE945
Obiettivi

Obiettivo generale dell’insegnamento è la comprensione del testo filosofico nelle sue dimensioni concettuali, argomentative e culturali. Nei suoi contenuti specifici, l’insegnamento si propone di fornire una preparazione di base su problemi, paradigmi teorici ed autori della tradizione filosofica, con particolare attenzione alle linee principali del dibattito teorico contemporaneo. I corsi presentano temi appartenenti all’area della ricerca epistemologica e di quella ontologica, della filosofia del linguaggio e della filosofia della mente. Lo studente dovrà acquisire conoscenza diretta e analitica del testo filosofico e dimostrare di saperne identificare (1) la struttura argomentativa essenziale e (2) la specifica prospettiva teorica e tradizioni filosofiche di riferimento. Mediante la partecipazione alle lezioni frontali, lo studio individuale dei testi e il colloquio finale, lo studente dovrà mostrare di aver acquisito competenze argomentative e critiche nell’esposizione orale. Attraverso la partecipazione ai seminari dovrà acquisire anche la capacità di produrre brevi elaborati scritti e di sostenerne il contenuto con attitudine al confronto dialettico. I materiali in programma mirano a sviluppare capacità di analisi e discussione critica dei testi considerati nella loro struttura argomentativa interna, nella specifica prospettiva teorica e nella linea/tradizione/scuola filosofica di riferimento. Lo studente dovrà acquisire padronanza nella lettura del testo in programma e maturare la capacità di esporne in modo rigoroso i nuclei problematici principali. Il programma mira a sviluppare attitudini argomentative e incrementare la capacità di enucleare concetti e impianto teorico dei testi, identificandone (1) struttura argomentativa essenziale e (2) specifica prospettiva teorica e tradizioni filosofiche di riferimento. Attraverso la frequenza di lezioni frontali e seminari lo studente dovrà acquisire padronanza nella lettura del testo in programma e maturare la capacità di esporne in modo chiaro le linee e i nuclei problematici principali.

Prerequisiti

È necessaria una conoscenza del lessico filosofico di base e della storia della filosofia.

Contenuti

Titolo:
Georg W. F. Hegel: Le prime tre figure della Fenomenologia dello Spirito (1807).

Il corso è incentrato sulla teoria della coscienza nello Hegel della Fenomenologia dello spirito. Saranno analizzate le prime tre figure dello Spirito – “certezza sensibile”, “percezione”, “forza e intelletto” – a partire da un inquadramento generale, metodologico e speculativo, dell’opera con riferimento ai contenuti della Prefazione e della Introduzione apposte da Hegel alla stessa.

Metodi Didattici

- lezione frontale in aula
- seminari

Verifica dell'apprendimento

prova scritta:
• capacità descrittive e argomentative (33%);
• scrittura sintatticamente corretta e utilizzo di una terminologia appropriata (34%)
• capacità di strutturare un testo scritto (33%)

prova orale:
• tipologia di domanda: nozione fondamentale, imprescindibile o complementare (30%)
• padronanza espressiva, anche con riferimento al metalinguaggio di una determinata disciplina (20%)
• capacità di inquadramento dell’argomento anche in senso cronologico e culturale (15%)
• capacità di elaborazione critica dei concetti (15%)
• utilizzo di una terminologia appropriata (20%)

Testi

TESTO PRINCIPALE
G. W. F. Hegel, La fenomenologia dello spirito (qualsiasi edizione): I. La certezza sensibile; II. La percezione; III. Forza e intelletto

STUDI DI SUPPORTO
(1) S. Borutti, L. Vanzago, Dubitare, riflettere, argomentare. Percorsi di filosofia teoretica, Carocci 2018: cap. 7. Hegel: Distanza del sapere naturale dal sapere reale

(2) Due a scelta dei seguenti capitoli/articoli:
- V. Verra, Introduzione a Hegel, Laterza 2016; cap. II “Il periodo di Jena” e cap. III. “La Fenomenologia dello spirito”
-L. Illetterati, P. Giuspoli, G. Mendola, HEGEL, Carocci 2018, cap. II. “La fenomenologia dello spirito”; III. “La filosofia come scienza”
- F. Chiereghin, La fenomenologia dello spirito di Hegel: introduzione alla lettura, Carocci 2008: Introduzione; Cap. I “il metodo e l’organizzazione concettuale della Fenomenologia”; Cap. II “Coscienza”, “autocoscienza”, “ragione”: il momento “coscienza”.
- Gerog Wilhelm Friedrich Hegel – voce della Stanford Encyclopedia of Philosophy (on line):
https://plato.stanford.edu/entries/hegel/

Altre Informazioni

Salvo avviso contrario, lorario di ricevimento è fissato per il giovedì mattina, ore 9:00-11:00 e su appuntamento.

Gli studenti non frequentanti possono prendere contatto per una verifica del programma.

Strumenti bibliografici e altri materiali, cartacei o digitali, utili per la preparazione dellesame saranno distribuiti a lezione o, eventualmente inseriti sito web alla la voce Didattica Materiale didattico

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar