Programmi

 

LF/0075 - STORIA DELLA FILOSOFIA MORALE

Anno Accademico ​2015/2016

Docente
PIERPAOLO ​CICCARELLI (Tit.)
Periodo
Primo Semestre​
Modalità d'Erogazione
Convenzionale​
Lingua Insegnamento




Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[20/39] ​ ​FILOSOFIA [39/00 - Ord. 2013] ​ ​PERCORSO COMUNE630
Obiettivi

Conoscenze (sapere)
Il corso mira a far acquisire allo studente la conoscenza approfondita di un testo che, a giudizio del docente, rappresenta un momento particolarmente significativo della storia della riflessione filosofica.

Abilità/capacità (saper fare)
Tra gli obiettivi del corso c’è l’acquisizione di competenze pratiche caratteristiche di chi è in grado di studiare scientificamente un argomento, competenze che vanno dalla capacità di usare gli strumenti bibliografici e le opere di consultazione alla capacità orientarsi in un testo individuandone punti salienti e, eventualmente, problemi e nodi irrisolti. L’acquisizione di tali abilità pratiche è orientata a mettere lo studente nella condizione di compiere un autonomo esercizio di pensiero filosofico. Ci si aspetta quindi di contribuire allo sviluppo della facoltà di giudizio, ossia della capacità di: 1) pensare da sé; 2) pensare sapendosi mettere al posto degli altri; 3) pensare in accordo con se stessi.

Comportamenti (saper essere)
Il corso, benché, per sua natura, non abbia fini pratici descrivibili in termini di comportamenti determinati, è tuttavia volto a suscitare modi di vita conformi all’habitus proprio di chi è in grado di pensare e giudicare autonomamente: atteggiamento critico nei riguardi degli stereotipi comunemente accettati, apertura nei confronti di ciò che non si comprende immediatamente, coerenza delle proprie scelte.

Prerequisiti

Quale prerequisito formativo, si richiede una cultura di base acquisita nel corso della scuola media superiore

Contenuti

Il tema del corso è: "Problema dell'uomo e problema dell'essere in Martin Heidegger".

Il corso sarà principalmente dedicato alla lettura ed al commento di alcune parti, che verranno successivamente indicate dal docente, dell'opera pubblicata da Heidegger nel 1927 intitolata "Essere e tempo".

Metodi Didattici

La parte principale del corso consisterà in lezioni frontali dedicate alla lettura ed al commento del testo di Heidegger. Alcune ore verranno dedicate a esercitazioni a carattere seminariale in occasione delle quali i partecipanti verranno sollecitati a intervenire con domande ed osservazioni.

Il corso, della durata complessiva di trenta ore, prevede due lezioni, da due ora ciascuna, ogni settimana, con alcune eccezioni. L'indicazione precisa delle settimane in cui avranno luogo le lezione verrà fornita dal docente all'inizio del corso.

Verifica dell'apprendimento

La prova d'esame consisterà in un colloquio orale, all'inizio del quale verrà rivolta allo studente la cosiddetta 'domanda a piacere'. Gli verrà chiesto, più precisamente, di scegliere un brano dal testo di Heidegger in programma, leggerlo e commentarlo. Esponendo il significato del brano scelto, lo studente dovrà dimostrare di aver presenti i significati complessivi dell'opera studiata. Il docente si riserva perciò la possibilità, una volta ascoltata l'esposizione dello studente, di rivolgergli ulteriori domande, sulla parte da lui scelta o anche su altre parti, intese a verificare il grado di competenza raggiunto nella comprensione dell'argomento d'esame. Per giungere al giudizio sul grado di competenza, dal quale dipende l'assegnazione del voto, il docente valuterà: 1) la capacità di analisi critiche e metodologiche; 2) l'abilità nell'istituire collegamenti tra i diversi argomenti 3) la padronanza espressiva generale e specifica; 4) la disponibilità a confrontarsi con un testo, come quello di Heidegger, di particolare difficoltà concettuale, ovvero, a venire da questo sollecitato a pensare in modo rigoroso ed autonomo.

Testi

Martin Heidegger, Essere e tempo (1927), trad. it. a cura di Pietro Chiodi, Utet, Torino 1969 (più volte ristampata); in alternativa può essere utilizzata la medesima traduzione, rivista da F. Volpi, pubblicata da Longanesi, Milano 2005 (più volte ristampata). Il docente indicherà in seguito quali parti dovranno essere studiate per sostenere l'esame.

Altre Informazioni

INDICAZIONE PER I NON FREQUENTANTI
La frequenza delle lezioni non è obbligatoria ma è vivamente consigliata. Nel caso in cui lo studente volesse sostenere l'esame senza aver seguito le lezioni, è pregato di mettersi in contatto con il docente per concordare un testo di introduzione al pensiero di Heidegger.

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar