Programmi

 

LF/0161 - FONTI E LINGUAGGI DELL’ARTE CONTEMPORANEA

Anno Accademico ​2020/2021

Docente
RITA ​LADOGANA (Tit.)
Periodo
Secondo Semestre ​
Modalità d'Erogazione
Convenzionale ​
Lingua Insegnamento
ITALIANO ​



Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[20/41] ​ ​ARCHEOLOGIA E STORIA DELL'ARTE [41/00 - Ord. 2011] ​ ​PERCORSO COMUNE630
[20/42] ​ ​FILOLOGIE E LETTERATURE CLASSICHE E MODERNE [42/00 - Ord. 2008] ​ ​PERCORSO COMUNE630
[20/47] ​ ​SCIENZE DELLA PRODUZIONE MULTIMEDIALE [47/00 - Ord. 2018] ​ ​PERCORSO COMUNE630
Obiettivi

Gli obiettivi formativi principali del corso sono:
- conoscenza delle principali linee di sviluppo dell'arte del Novecento e del primo ventennio del XXI secolo, a partire dalla rivoluzione del modernismo segnata dalle avanguardie storiche;
- capacità di inquadrare i fenomeni culturali nel contesto storico e in quello geografico, nella prospettiva di individuarne criticamente le complesse corrispondenze e relazioni;
- capacità di individuare nellera del pluralismo culturale, affermatosi a partire dallultimo decennio del Novecento, la gamma ibrida di usi e rielaborazioni che hanno profondamente mutato la qualità e i materiali dei manufatti definibili opera darte.
- conoscenza dei metodi teorici che hanno strutturato le molteplici pratiche dellarte contemporanea.
- capacità di avviare ricerche con adeguato livello di autonomia e di interpretare le fonti critiche.


Si persegue, inoltre, lobiettivo di stimolare la conoscenza dellarte contemporanea in un dialogo sempre aperto con la ricerca attraverso il continuo aggiornamento bibliografico, la lettura di riviste, la frequentazione dei giusti canali on line, la visita ai musei e alle mostre temporanee, favorendo occasioni di incontro con i principali attori del sistema dellarte.

Prerequisiti

È considerato presupposto fondamentale avere una buona conoscenza dei fatti storici che hanno interessato lEuropa e lAmerica nel XX secolo. È importante avere una conoscenza di base dellevoluzione cronologica degli stili e dei movimenti artistici della prima metà del Novecento. E, inoltre, considerato un prerequisito importante la conoscenza dei metodi di lettura del manufatto artistico propri della storia dellarte tradizionale, riferiti allanalisi stilistica, alliconografia e ai contenuti, con impiego del lessico specifico per la descrizione.

Contenuti

Il contenuti del corso si concentrano principalmente sulle vicende artistiche europee e americane dal 1950 ai giorni nostri. Si rende necessario, tuttavia, ripercorrere le principali tappe del modernismo, dallavanguardia espressionista a Duchamp, per approdare allanalisi della complessità dei linguaggi che hanno caratterizzato le diverse correnti neoavanguardistiche degli anni Sessanta e Settanta: pop art, minimalismo, arte concettuale. Una specifica attenzione sarà dedicata allaffermarsi del pluralismo, dopo la fine degli anni ottanta, e al confronto con le nuove tecnologie. Sarà necessaria una riflessione sulla radicale mutazione del sistema dellarte negli ultimi cinquantanni.
Un modulo di approfondimento sarà dedicato al tema dellarte pubblica, con particolare riguardo alle esperienze di arte nello spazio urbano in Italia dal 1968 a oggi.
Saranno inoltre dedicate alcune lezioni monografiche ai protagonisti della scena contemporanea in Sardegna che si sono distinti nel panorama internazionale della ricerca artistica: Maria Lai, Costantino Nivola, Pinuccio Sciola.

Metodi Didattici

Le 30 ore della didattica prevedono prevalentemente lo svolgimento di lezioni frontali in aula. Ai fini del contenimento della pandemia Covid-19, la didattica verrà erogata contemporaneamente sia in presenza sia online, delineando dunque una didattica mista che possa essere fruita nelle aule universitarie ma al contempo anche a distanza. Ogni studente, all'inizio del semestre può optare, con scelta vincolante, per la didattica in presenza o a distanza. In funzione della disponibilità delle aule e del numero di studenti che opteranno perla modalità in presenza, potrà essere prevista comunque una turnazione per l'effettivo accesso in aula.
Sono programmate, inoltre, sempre nel rispetto delle regole imposte dall'emergenza sanitaria, visite ai musei della Serdegna dedicati all'arte contemporanea e visite alle mostre temporanee di argomento inerente alla disciplina. Durante le visite, si favorisce lincontro degli studenti con i principali attori del sistema dellarte: direttori di musei, curatori di mostre darte contemporanea e artisti.

Metodi Didattici

Le 30 ore della didattica prevedono prevalentemente lo svolgimento di lezioni frontali in aula. Ai fini del contenimento della pandemia Covid-19, la didattica verrà erogata contemporaneamente sia in presenza sia online, delineando dunque una didattica mista che possa essere fruita nelle aule universitarie ma al contempo anche a distanza. Ogni studente, all'inizio del semestre può optare, con scelta vincolante, per la didattica in presenza o a distanza. In funzione della disponibilità delle aule e del numero di studenti che opteranno perla modalità in presenza, potrà essere prevista comunque una turnazione per l'effettivo accesso in aula. Sono programmate, inoltre, sempre nel rispetto delle regole imposte dall'emergenza sanitaria, visite ai musei della Serdegna dedicati all'arte contemporanea e visite alle mostre temporanee di argomento inerente alla disciplina. Durante le visite, si favorisce lincontro degli studenti con i principali attori del sistema dellarte: direttori di musei, curatori di mostre darte contemporanea e artisti.

Verifica dell'apprendimento


La verifica dellapprendimento avverrà mediante una prova orale volta a verificare le conoscenze maturate e la metodologia appresa
I criteri di attribuzione del voto finale terranno conto di :
1) analisi dei mutamenti estetici in connessione a ragioni storiche e ideologiche
2)padronanza espressiva
3)approccio interdisciplinare alla lettura dei fenomeni artistici
4) capacità di interpretazione critica

La votazione è espressa in trentesimi

Testi

Testi
Da H. Foster, R. Krauss, Y. Bois, B. Buchloh, D. Joselit, Arte dal 1900, Zanichelli, 2006 (vanno bene sia ledizione del 2013 che quella del 2017), i seguenti argomenti:

1906. Paul Cézanne muore a Aix-en-Provence, nel sud della Francia: facendo seguito alle retrospettive di Vincent Van Gogh e Georges Seurat dellanno precedente, la morte di Cézanne proietta il Postimpressionismo nel passato storico, con il Fauvismo come suo erede.

1914 Vladimir Tatlin realizza le sue costruzioni e Marcel Duchamp propone i suoi readymade, il primo come trasformazione del cubismo, il secondo come rottura di esso.

1946. Jean Dubuffet espone le sue hautes pâtes, che confermano lesistenza di una nuova corrente scatologica nellarte francese del dopoguerra, che sarà presto chiamata Informel.


1947. La pubblicazione di Possibilities a New York segna la riunione dellEspressionismo astratto come movimento


1961. A dicembre Claes Oldenburg apre nellEast Village di New York Il negozio, un ambiente che imitava lallestimento dei negozi poveri del quartiere, in cui ogni oggetto esposto era in vendita: durante linverno e la primavera successici, 10 happening del Ray Gun Theather di Oldenburg ebbero luogo allinterno del negozio


1962. A Weisbaden, nella Germania occidentale, George Maciunas organizza il primo di una serie di eventi internazionali che precedettero ala costituzione del movimento Fluxus

1964. I tredici uomini più ricercati di Andy Worhol è installato provvisoriamente sulla facciata dello State Pavilion della Worlds Fair di New York


1965 Donald Judd pubblica Oggetti specifici: il Minimalismo viene teorizzato da parte dei suoi due più importanti esponenti, Judd e Robert Morris


1967b Il critico Geramno Celant allestisce la mostra dell'arte povera.

1973 The Kitchen Center for Video, Music and Dance apre uno spazio a New York: la Video Art rivendica il proprio spazio istituzionale allincrocio di arte visiva, performance, televisione, cinema

1989 Apre a Parigi Les Magiciens de la terre, una selezione di opere d'arte provenienti da diversi continenti.

2010 Si inaugura nella Turbine Hall della Tate Modern di Londra la grande installazione di Ai WeiWei Semi di girasole: lartista cinese risponde alla rapida modernizzazione e crescita economica della Cina con opere che si occupano del ricco mercato del lavoro rurale e al tempo stesso si trasformano in progetti sociali e di occupazione delle masse.


Alessandra Pioselli, L'arte nello spazio urbano. L'esperienza italiana dal 1968 ad oggi, Johan&levi, Monza 2015 pp. 1-26; 41-49


Birozzi Pugliese, Larte pubblica nello spazio urbano, Mondadori 2007: pp. 39-61


A. Del Puppo, L'arte contemporanea. Il secondo Novecento, Einaudi, Torino 2013, da pag. 43-59; 96 -131

Testi

Testi
Da H. Foster, R. Krauss, Y. Bois, B. Buchloh, D. Joselit, Arte dal 1900, Zanichelli, 2006 (vanno bene sia ledizione del 2013 che quella del 2017), i seguenti argomenti:

1906. Paul Cézanne muore a Aix-en-Provence, nel sud della Francia: facendo seguito alle retrospettive di Vincent Van Gogh e Georges Seurat dellanno precedente, la morte di Cézanne proietta il Postimpressionismo nel passato storico, con il Fauvismo come suo erede.

1914 Vladimir Tatlin realizza le sue costruzioni e Marcel Duchamp propone i suoi readymade, il primo come trasformazione del cubismo, il secondo come rottura di esso.

1946. Jean Dubuffet espone le sue hautes pâtes, che confermano lesistenza di una nuova corrente scatologica nellarte francese del dopoguerra, che sarà presto chiamata Informel.


1947. La pubblicazione di Possibilities a New York segna la riunione dellEspressionismo astratto come movimento


1961. A dicembre Claes Oldenburg apre nellEast Village di New York Il negozio, un ambiente che imitava lallestimento dei negozi poveri del quartiere, in cui ogni oggetto esposto era in vendita: durante linverno e la primavera successici, 10 happening del Ray Gun Theather di Oldenburg ebbero luogo allinterno del negozio


1962. A Weisbaden, nella Germania occidentale, George Maciunas organizza il primo di una serie di eventi internazionali che precedettero ala costituzione del movimento Fluxus

1964. I tredici uomini più ricercati di Andy Worhol è installato provvisoriamente sulla facciata dello State Pavilion della Worlds Fair di New York


1965 Donald Judd pubblica Oggetti specifici: il Minimalismo viene teorizzato da parte dei suoi due più importanti esponenti, Judd e Robert Morris

1967b Il critico Geramno Celant allestisce la mostra dell'arte povera.

1973 The Kitchen Center for Video, Music and Dance apre uno spazio a New York: la Video Art rivendica il proprio spazio istituzionale allincrocio di arte visiva, performance, televisione, cinema

1989 Apre a Parigi Les Magiciens de la terre, una selezione di opere d'arte provenienti da diversi continenti (...)

2010 Si inaugura nella Turbine Hall della Tate Modern di Londra la grande installazione di Ai WeiWei Semi di girasole


Alessandra Pioselli, L'arte nello spazio urbano. L'esperienza italiana dal 1968 ad oggi, Johan&levi, Monza 2015 pp. 1-26; 41-49


Birozzi Pugliese, Larte pubblica nello spazio urbano, Mondadori 2007: pp. 39-61


A. Del Puppo, L'arte contemporanea. Il secondo Novecento, Einaudi, Torino 2013, da pag. 43-59; 96 -131 . Schede numero: 18, 19, 20, 29

Altre Informazioni

Lunedì 11-12
Martedì ore 11-13

Durante gli altri mesi
Martedì ore 9-12 oppure su appuntamento attraverso e mail (ladogana@unica.it)


Altre eventuali comunicazioni
Reperibilità del materiale didattico:
Slides delle lezioni ed eventuali fotocopie di articoli possono essere reperite presso la Biblioteca della Cittadella dei Musei.

Altre Informazioni

Lunedì 11-12
Martedì ore 11-13

Durante gli altri mesi
Martedì ore 9-12 oppure su appuntamento attraverso e mail (ladogana@unica.it)


Altre eventuali comunicazioni
Reperibilità del materiale didattico:
Slides delle lezioni ed eventuali fotocopie di articoli possono essere reperite presso la Biblioteca della Cittadella dei Musei.

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar